GIAVENO, LA MAGGIORANZA SI SFOGA SU FACEBOOK CONTRO LA RUFFINO: “BASTA SPOT ELETTORALI, DICA LE COSE COME STANNO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il post su Facebook del gruppo di maggioranza in risposta alla Ruffino

GIAVENO – Continuano le tensioni politiche tra il “governo” della Città e l’opposizione. Domenica è stato pubblicato un lungo post sulla pagina Facebook “Città di Giaveno”, in cui il gruppo di maggioranza si sfoga e lancia un messaggio diretto all’ex sindaco Daniela Ruffino, dal titolo “Basta spot elettorali”, con tanto di foto del gruppo di minoranza durante uno dei banchetti in piazza. “Amici della minoranza, vi chiediamo un po’ più di coerenza e onestà politica” scrivono dalla pagina Facebook “Città di Giaveno”, riferendosi alle critiche che la consigliera regionale aveva fatto per gli interventi su alluvione e sicurezza della città. “Sono stati stimati danni per quasi 3 milioni di euro – scrive nel post il gruppo di maggioranza – si sta progettando per gli interventi più urgenti. In questi due anni abbiamo già ripristinato diverse frane utilizzando i famosi fondi Ato, che il consigliere Ruffino ci consiglia di utilizzare, ma che lei in passato non ha mai usato”. Fondi Ato che hanno dei limiti di spesa per ogni Comune, e che vanno anche suddivisi con gli altri paesi dell’Unione Montana. E ancora: “Il consigliere Ruffino consiglia di utilizzare il decantato avanzo di amministrazione – aggiungono dalla maggioranza – peccato che le leggi finanziarie del governo non lo permettano”. Sui mancati lavori sul ponte Sangone, la maggioranza replica che è “una vicenda vecchia, risale all’anno 2010/2012 quando arrivavano già segnalazioni dagli abitanti residenti in zona. Cosa ha fatto l’allora sindaco Daniela Ruffino in quegli anni per il problema ponte Sangone? Ha usato i fondi Ato? Ha usato i contributi regionali? Ha usato l’avanzo di amministrazione?”. E poi lo sfogo finale: “Perchè oggi ci si viene a dare lezioni di amministrazione su cose mai fatte prima. La nostra amministrazione non è fatta di politici che hanno voglia di fare carriera, ma di persone che hanno a cuore il loro paese e stanno facendo tutto il possibile, dando il loro contributo di tempo, di lavoro e di sacrificio”. Con un’ultima stoccata: “Se qualcuno la prossima volta vorrà fare il sindaco, l’onorevole o il senatore, dica veramente le cose come stanno…basta spot elettorali”. 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.