GIAVENO, LE GUARDIE FIPSAS CONTROLLERANNO IL TERRITORIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI GIAVENO

GIAVENO – Le guardie Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva attività subacquee) sono operatori dotati di decreto di guardia giurata ittico-venatoria-ambientale rilasciato dalla Provincia di Torino. Fanno parte dell’organismo di coordinamento comunale di Protezione civile e da sempre hanno collaborato con il Comune in diverse occasioni e iniziative.

Il 15 maggio è stata stipulata una convenzione fra il Distaccamento giavenese della Fipsas sezione provinciale di Torino e il Comune.

“Il Comune ha necessità di espletare servizi di vigilanza e pattugliamento del territorio compresa la prevenzione di rischi di incendi boschivi, danneggiamenti e vandalismi – spiega il vicesindaco Stefano Olocco – Ringrazio il Coordinatore territoriale Roberto Magri per il suo operato e per l’accordo raggiunto”.

Il bisogno si deve al fatto che il territorio giavenese è molto esteso; che nel tempo si sono verificati diversi eventi straordinari quali frane, allagamenti, o anche solo un grande afflusso di gitanti provenienti da fuori comune nelle giornate di festa o estive.

Inoltre, le guardie Fipsas possono controllare le acque, in specie prevenire danni ecologici o di inquinamento, sono a conoscenza di come si protegge l’equilibro biologico dell’ecosistema, e possono prevenire le violazioni alle norme ambientali, sulla pesca, sui boschi, sulle bellezze naturali, sulle acque pubbliche, sulle opere idriche, sugli inquinamenti, oltre che svolgere opera di soccorso pubblico in materia di protezione civile.

Quindi il Comune ha affidato alla Fipsas la tutela del patrimonio faunistico e ambientale del territorio per due anni di durata della convenzione.

I volontari possono esercitare i pattugliamenti sul territorio in unità minime composte da due persone; i luoghi saranno decisi dal sindaco o suo delegato, vi sarà un programma annuale di interventi, con un minimo di 4 servizi al mese di durata di 4 ore ciascuno; alla Fipsas vengono assegnate un’auto comunale per il servizio e la sala operativa di protezione civile come sede. Il Comune, ogni anno, verserà un rimborso di 2500 euro.

Commenta il Sindaco Carlo Giacone: “Da molti anni c’è una collaborazione con questa bella realtà associativa di Giaveno. Ora finalmente si ha un quadro normativo preciso in cui inquadrarla”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Roberto Magri.

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.