GIAVENO, LE NUOVE INIZIATIVE DELLA PACCHIOTTI NEL WEEKEND: ASTA DI QUADRI, LIRICA E RADUNO DELLE AUTO D’EPOCA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

di JAKOB HILFIKER

Alla conferenza tenutasi la mattina di sabato 2 maggio alla Casa di Carità Arti e Mestieri di Giaveno sono stati presentati una serie di eventi con cui la Fondazione Pacchiotti intende rinnovarsi, sia nell’immagine che nelle attività. Sono stati programmati  due appuntamenti nelle giornate del 9 e del 10 maggio: la prima sarà interamente dedicata all’arte, con un concerto di opera lirica tenuto da tenori e soprani provenienti dal Teatro Nuovo di Torino, affiancato a un’asta di quadri generosamente donati da svariati artisti del territorio, che hanno così voluto dimostrare la loro solidarietà alla fondazione. 

  

Nel corso della seconda giornata avrà invece luogo un autoraduno di macchine d’epoca, in cui, oltre a esibizioni di moto da Trial e all’esposizione di stand e bancarelle legate al mondo dei motori, è prevista anche la possibilità di sperimentare un volo a bordo di elicottero. “Ci rallegra”, ha dichiarato il presidente della fondazione Claudio Aiello, “il fatto che le iniziative che stiamo proponendo incontrino il favore della popolazione”. Infatti, i due eventi sopracitati non sono i primi in cui la fondazione si è cimentata: sabato 2 e domenica 3 maggio erano i giorni di “Puliamo il Pacchiotti”, con cui si invitavano i cittadini a partecipare alle operazioni di cura e pulizia dell’edificio, registrando un’adesione inaspettatamente alta. All’incontro, oltre che i promotori delle iniziative, era presente anche il sindaco Giacone. Tutti questi progetti possono essere riassunti sotto il processo di ammodernimento della fondazione, che manifesta così la sua volontà di essere più vicina ai cittadini.

  

   

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.