GIAVENO, L’ULTIMO SALUTO AL GIOVANE ALBERTO MISERENDINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DI IVO BLANDINO

GIAVENO – Alle ore 11 di oggi 15 gennaio, nella chiesa di San Lorenzo a Giaveno si sono tenuti i funerali del giovane Alberto Miserendino di anni 22, morto tragicamente domenica 6 gennaio per essere precipitato con il suo compagno di cordata Gabriele Boetti dalla vetta della Cristalliera.

Alberto era conosciuto e stimato nella sua Giaveno: era attivo nel mondo del volontariato, impegnato nella vita della sua parrocchia in cui aveva fatto l’animatore, amava la musica, la fotografia e aveva una grande passione per la montagna.
Dolore e commozione sul viso della mamma Alda “il mio Alberto cercava un giardino per la sua roulotte, ora il Signore gli ha trovato un giardino migliore”, del padre Giuseppe, della sorella Francesca e dei fratelli, Stefano e Cristian.
Moltissimi gli amici che hanno voluto stringersi accanto alla famiglia.
La santa messa è stata presieduta dal parroco della chiesa di San Lorenzo don Gianni Mondino che rivolgendosi ai genitori del giovane ha detto: “Alberto ci ha lasciato un’eredità: il suo amore, la sua passione, la sua disponibilità verso tutti”.
Una lettera molto commuovente è stata poi letta dalla sorella Francesca, parole di gratitudine che tutta la famiglia, ha voluto dire al proprio caro Alberto.
A rendere l’ultimo saluto al giovane anche il sindaco di Giaveno, Carlo Giacone in fascia tricolore.
La salma di Alberto ha proseguito poi per il tempio crematorio di Mappano, e le sue ceneri riposeranno nel cimitero di Giaveno.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.