GIAVENO, MARTINIELLO: “ANCHE CARBONE DIEDE LE DIMISSIONI, MA….”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
di SALVATORE MARTINIELLO (Consigliere comunale di opposizione)
GIAVENO – Evidentemente anche il Consigliere Carbone non ha una buona memoria. Forse dimentica che il 5 aprile 2016 lui stesso diede le dimissioni da capogruppo, da membro del gruppo “Per Giacone” e restituì le deleghe ai lavori pubblici e Polizia Municipale chiedendo di entrare nel gruppo misto, anche in quel caso per contrasti interni.
Dovrebbe anche ricordare che fui chiamato io a sostituirlo. Quando poi Carbone, dopo pochi giorni chiese di rientrare nel gruppo, fui io stesso a proporre al gruppo di maggioranza di ridargli la fiducia e di rinominarlo capogruppo.
Se avessi voluto visibilità, non avrei fatto quel gesto e avrei mantenuto io la carica di capogruppo.
Credevo ancora, in quel momento, nelle persone che mi stavano intorno. Ci sono altre cose che il consigliere Carbone non ricorda, ma glielo ricorderemo nei prossimi mesi.
Se si verificasse il numero delle presenze dei consiglieri del gruppo “Progetto Giaveno” alle manifestazioni e alle riunioni, si vedrebbe che sono più numerose le mie rispetto a quelle di altri consiglieri rimasti in maggioranza.
Una polemica inutile. Molte nostre segnalazioni sono rimaste inascoltate e non erano affatto richieste personali, quelle le lasciamo ad altri, ma erano richieste nell’interesse dei cittadini e tutte di pubblica utilità.
Stia tranquillo Carbone che se non le trova nei cassetti del comune, le riporteremo come mozioni nei prossimi Consigli Comunali. Quanto alla frase riferitami, a me pare proprio che al Sindaco sia sfuggita una brutta frase a sfondo razzista, visto che viene negata la richiamo per intero: “Non dovevo fidarmi dei meridionali”, questo ha detto Giacone, giudicate voi.
Evidentemente hanno perso lucidità se il sindaco, il Sindaco di tutti, si riduce a fare certe dichiarazioni. Forse sarebbe più utile per i giavenesi che loro recuperassero un po’ di buon senso e non si muovessero sempre contro qualcuno, ma per il nostro territorio.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. La politica bisogna lasciarla fare a chi è all’ altezza mio caro consigliere voltabandiera. Pensi al suo lavoro che gli basta.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.