GIAVENO, RASSEGNA DI TEATRO, DANZA E CIRCO “GESTI DIVERSI”. ECCO IL PROGRAMMA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

locandina

GIAVENO – Venerdì 23 ottobre, prende il via la rassegna di teatro, danza e circo Gesti Diversi organizzata da Arteinmovimento Giaveno con il patrocinio del Comune di Giaveno, che prevede un calendario di 7 rappresentazioni da ottobre a maggio.
Il primo appuntamento presso il teatro San Lorenzo è dedicato alla danza con la presentazione di due spettacoli inediti: “Kreado” della compagnia Safeminas di Giaveno e “Continuo divenire” di Ichicchi, provenienti da San Mauro Torinese.

“KREADO” è uno spettacolo di danza del gruppo artistico Safeminas coreografato da Alessandra Pomata, Simona Drago e Francesca Roi con la collaborazione del giovane coreografo Davide Sabatino. L’idea nasce dall’esigenza di rappresentare una complementarietà di linguaggi corporei tenuti insieme, come unicum, dal segno creativo. La danza contemporanea come armonia di sottofondo funge da collegamento permanente al gesto elastico della break dance. A tenere insieme queste due dimensioni artistiche ci pensa la musica; anch’essa sbalzante e virtuosa, che passa dalle note di violino del genio Max Bruch attraverso il melodico jazz di Avishai Cohen. Ad arricchire la tela ecco emergere il tema della Creazione: da una cultura così lontana, come quella degli Apache, tornano in luce moderna visioni alternative all’immagine occidentale della nascita del mondo. Grazie al coraggio di questa intuizione creativa si tenta quindi di prelevare spunti importanti (simbolici) carichi di un significato iniziatico. Il contenuto di quest’opera non vuole in nessun modo essere imprigionato da un’interpretazione univoca ed universale ma lasciare al pubblico il piacere di una propria soluzione creativa.

“Continuo divenire” affronta invece il tema del bisogno insito nella natura umana di ricercare una protezione (o scappatoia?) dalle difficoltà. Restare aggrappati agli appigli che ci hanno sempre aiutato e che ci danno sicurezza è la soluzione più facile. Provare a camminare con le proprie gambe senza un aiuto esterno richiede invece più fatica. Che si tratti della famiglia e degli affetti, delle proprie abitudini o di una convenzione sociale che si teme di infrangere, non è importante: ciascuno spettatore potrà dare la propria lettura perché a rappresentare tutto questo in scena ci sarà un ombrello. Quell’oggetto che ci ripara dalla pioggia disegnando un perimetro dentro il quale possiamo trovare rifugio e che ci sostiene nelle difficoltà come qualcosa di magico cui possiamo aggrapparci quando stiamo perdendo l’equilibrio. Tuttavia forse restare allo scoperto senza protezioni può condurci ad un cammino diverso e imprevisto e farci toccare con mano una nuova e inaspettata libertà. Ichicchi è un gruppo di interpreti fondato dalla coreografa Cristiana Valsesia, ideatrice dello spettacolo. Si esibiscono in scena Sara Botta, Raffaella Bucci, Federica Carvelli, Claudia Francisetti, Martina Giordano, Giorgia Spadone, Chiara Stemberger e Sara Tamburro.

I biglietti possono essere acquistati in teatro un’ora prima dello spettacolo oppure possono essere prenotati al numero 340 7734093.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.