GIAVENO, SCONTO SULLA TARI PER I COMMERCIANTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CITTÀ DI GIAVENO

GIAVENO – I titolari di utenze non domestiche sono quelli che hanno subito più danni a causa della pandemia Covid-19, che ha imposto la sospensione di numerose attività commerciali.

L’Amministrazione Comunale di Giaveno ha quindi deciso di andare incontro a queste categorie (bar, commercianti, esercizi pubblici, ristoranti, ecc..) ed in genere a tutti coloro che sono stati costretti a stare chiusi, valutando una consistente riduzione della TARI.

Spiegano il sindaco Carlo Giacone, l’Assessore all’Ambiente Marilena Barone e il Consigliere delegato al Bilancio Vladimiro Colombo: “L’idea è di applicare una riduzione nella misura massima del 40%. La modalità di questa misura sarà valutata non appena in possesso dei dati del Piano Finanziario che, nonostante i numerosi solleciti, non è ancora pervenuto dal Consorzio CADOS”.

In ogni caso, il Comune applicherà la riduzione nel modo più favorevole al contribuente. I contribuenti riceveranno gli avvisi di pagamento TARI 2020 nei prossimi mesi con una scadenza comunque differita oltre il 31 agosto.

“In pratica il Comune viene incontro all’attività economica, mettendo risorse proprie per coprire il costo del Cidiu senza farlo ricadere sulle famiglie e lo fa perché crede che il commercio locale sia un motore trainante per l’economia della città – continuano – Così come sono stati dati aiuti alle famiglie in difficoltà tramite i buoni alimentari o i bonus, ora la Giunta può aiutare questa categoria con un atto di sua competenza. Il commercio a Giaveno è volano di sviluppo per il turismo, crea indotto e posti di lavoro, mantiene alto il valore delle case e tutta una serie di vantaggi collettivi”.

Un aiuto anche per l’occupazione di suolo pubblico, per i banchi al mercato e per i pubblici esercizi: già è garantita l’esenzione per i mesi di chiusura, ma come spiega Barone “Si stanno cercando ulteriori modalità di riduzioni/esenzioni per alleggerire ulteriormente il carico tributario”.

Un appello del municipio ai negozianti: “Purtroppo abbiamo ricevuto alcune lamentele rispetto all’aumento dei prezzi applicato durante la quarantena. Il Comune va incontro alla categoria dei commercianti, ma ci auspichiamo anche che essi vadano incontro alla cittadinanza”.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.