GIAVENO, SCONTRO SULLA PAGINA FACEBOOK DEL COMUNE: “NON SI SA CHI SIA L’AMMINISTRATORE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CHRISTIAN MASOTTI

GIAVENO – All’interno del consiglio comunale del 5 agosto a Giaveno, uno dei punti forti dell’ordine del giorno era l’interpellanza presentata dal gruppo consiliare “Per Giaveno” sulla gestione della pagina del social network Facebook “Città di Giaveno”. Prende subito la parola il consigliere di minoranza Stefano Tizzani che spiega come la pagina sia nata nel settembre 2014 e tutt’oggi loro non sanno ancora chi siano i responsabili di tale pagina.

Tizzani poi incalza facendo riferimento ad un particolare episodio che ha avuto come luogo della disputa proprio la piattaforma social di Facebook: ha fatto riferimento al post pubblicato sulla pagina che parlava del restauro della Fontana di Venere in Giaveno. Il consigliere spiega come in tale occasione i gestori (a lui sconosciuti) della pagina avessero detto che la fontana fosse stata lasciata in condizioni di degrado, e che solo l’attuale giunta comunale si fosse spesa per il reintegro del decoro dell’opera d’arte.

Secondo Tizzani queste erano delle gravi illazioni, e perciò lui si era preso la libertà di commentare secondo il proprio pensiero su FB, nei commenti dedicati al post che si riferiva a tali interventi, per poi concludere: “Non solo avete cancellato il mio commento, perché scomodo evidentemente, ma mi avete anche bloccato dalla pagina! Sulla pagina c’è il simbolo della nostra cittadina (che è stato ora prontamente cambiato n.d.r), per cui dovrebbe essere libertà di tutti i cittadini potere esprimere la propria opinione, me compreso!”. 

Risponde in seguito subito il sindaco Carlo Giacone: “E’ una pagina dell’amministrazione di maggioranza, c’è anche scritto nelle informazioni descrittive. Per quanto riguarda la fontana, tutto il complesso versava in uno stato di incuria e degrado e l’intervento sarebbe stato opportuno già da qualche decennio”.

Risponde Tizzani: “Seppur l’intervento sulla fontana sia importante e ben venga che ci sia stato, la mia interpellanza si riferiva alla responsabilità legale della pagina, ancora ora non so chi sia il gestore. Come sempre rispondete ciò che volete! Vi siete comportati in maniera scorretta nei miei confronti”. Prende poi la parola l’ex sindaco Daniela Ruffino: “Fare l’amministratore di un paese vuole dire essere sempre pronti a rispondere ai cittadini ed ai consiglieri, e qua addirittura è stato bannato (bloccato dalla pagina Facebook n.d.r.) un consigliere! Non gli è stata data la possibilità di esprimersi. Invece di usare tanto FB, perché non aumentare i momenti di incontro coi cittadini!? Se voi aveste delle risposte non sareste così infastiditi, vi abbiamo fatto notare che avete semplicemente raccontato delle menzogne. Non potete dire che non erano mai stati svolti dei restauri quando questo non è vero, nel 2014 sono stati svoti dei lavori nella vasca!” .

Infine il sindaco Giacone ribadisce la sua estraneità in riferimento alla cancellazione del commento del capogruppo Stefano Tizzani.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.