GIAVENO, VENERDÌ LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DELLA CITTÀ DI GIAVENO

GIAVENO – Verrà celebrata venerdì 24 novembre, la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne  ricorrenza proclamata per il giorno successivo dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999 per invitare governi, istituzioni e organizzazioni, nell’ambito delle rispettive competenze, a organizzare in tale data iniziative destinate a informare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

In Italia e nel mondo sono organizzate manifestazioni e tutto quanto può servire per accendere e sostenere un “faro” contro quella che è ormai diventata una vera e propria piaga sociale.

Per iniziativa degli Assessorati alla Scuola e Attività Educative, Politiche Sociali e Pari Opportunità  con l’Istituto superiore Blaise Pascal, la scuola media Francesco Gonin, Casa di Carità Arti e Mestieri e le associazioni  A.N.P.I. Giaveno Val Sangone, DonneDiValle, il Comitato locale della Croce Rossa Italiana, Sole Donna e Giaveno Ricama il 24, al mattino, si svolgerà un evento pubblico di messa in evidenza del bisogno di sensibilizzare sul tema e di memoria verso le donne vittime di violenza.

Il programma prenderà avvio alle ore 10.30 presso il Parco Comunale di Palazzo Marchini dove verrà inaugurata “La panchina rossa e il monumento in memoria delle donne vittime di violenza”. Lo scoprimento sarà sottolineato da delle letture.

A seguire sfilata dei “diritti” lungo le vie cittadine, la partecipazione è libera e rivolta a tutti con invito ad indossare un accessorio o un indumento di colore rosso. Il percorso sarà segnato da scarpe rosse. Alle ore 11.45 in piazza San Lorenzo – Chiesa dei Batù verrà presentato il progetto dal titolo “Adotta una panchina – fai vivere i diritti e la cultura del rispetto” con altre letture da parte delle ragazze e dei ragazzi delle associazioni coinvolte e rispettive scuole.

Nel corso della mattinata sarà aperta nei locali comunali di via XX Settembre la mostra denominata “Un patrimonio femminile: abiti e costumi nelle valli valdesi” a cura della Fondazione Centro Culturale Valdese che sarà ancora visitabile sabato e domenica dalle 14.30 alle 18.30. Alle ore 21 di venerdì 24 novembre negli spessi spazi ci sarà l’incontro con la Pastora Valdese Erika Tomassone e “Le Donne della Riforma”.

La violenza sulle donne è un argomento di forte attualità, discusso moltissimo in programmi televisivi ,web e film. – afferma l’Assessore alle Politiche Sociali e vice sindaco Vincenza Calvo – È doveroso alla luce dei molteplici femminicidi dedicare una giornata contro la violenza sulle donne.  Non dimentichiamo che la violenza sulle donne esiste da millenni e grazie ai mass media è emersa. L’emancipazione del genere femminile nel corso del tempo l’ha resa consapevole che pur donna, pur debole fisicamente nei confronti dell’uomo, non deve essere sottomessa ed impaurita. Eppure fino ad oggi i femminicidi non si contano più, sono avvenuti all’interno dell’ambito domestico e  con persone di cui  si sono sempre fidate. Con questa giornata vogliamo dire un secco NO a tutto ciò. Denunciando e riconquistato la nostra libertà e dignità“.

Anche quest’anno abbiamo voluto promuovere un evento, con la partecipazione di giovani e di donne di Associazioni e Scuole del territorio, per confermare l’impegno dell’Istituzione che rappresentiamo nel sensibilizzare la collettività sul dramma del femminicidio. – precisa l’Assessore alla Scuola e alle Attività Educative Anna Cataldo – Tra le iniziative della giornata è prevista l’inaugurazione di un monumento, collocato nel Parco Comunale, che rievochi e risvegli nelle coscienze della gente il ricordo delle donne vittime di violenza. L’opera resterà patrimonio della nostra comunità a testimonianza del percorso intrapreso per diffondere una cultura del rispetto“.

La Consigliera alle Pari Opportunità Maria Paola Alfonso: “La Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donna è una data di grande significato per considerare l’impegno che tutti i giorni dobbiamo esprimere per liberare le donne dalla violenza, dalle discriminazioni e dagli abusi“.

Alla manifestazione interverranno il sindaco Carlo Giacone e l’Assessore all’Istruzione del comune francese di Saint Jean de Maurienne Sandrine Teston, città gemellata con Giaveno. Per maggiori informazioni si può contattare il numero telefonico 011-9326413, scrivere un e-mail a infoturismo@giaveno.it oppure visitare il sito www.comune.giaveno.to.it

 

 

 

 

“Anche quest’anno abbiamo voluto promuovere un’  evento, con la partecipazione di giovani e di donne di Associazioni e Scuole del territorio, per confermare l’impegno dell’Istituzione che rappresentiamo nel sensibilizzare la collettività sul dramma del femminicidio. – sottolinea l’Assessore alla Scuola e alle Attività Educative Anna Cataldo –  Tra le iniziative della giornata è prevista l’inaugurazione di un monumento, collocato nel Parco Comunale, che rievochi e risvegli nelle coscienze della gente il ricordo delle donne vittime di violenza. L’opera resterà

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.