GLI AIB DI SANT’ANTONINO SONO I CAPOFILA DELL’ESERCITAZIONE AL CAMPO SCUOLA DELLA PROTEZIONE CIVILE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

prot
E’ la “Squadra Volontari Aib” di Sant’Antonino, l’associazione capofila nel progetto dell’esercitazione “Pulcherada 2015“, che è partita all’alba di ieri mattina a San Mauro Torinese e continuerà fino al 4 ottobre.
Le squadre Aib di Sant’Antonino, Vaie e Bussoleno, i fuoristradisti Afp Valle di Susa e il Soccorso Alpino Piemontese con volontari della Stazione di Bussoleno sono gli attori principali dell’esercitazione, e ci spiegano: “Il tempo non promette nulla di buono, ma la pioggia non fermerà l’iniziativa che si preannuncia intensa”.
prot2
Un percorso di preparazione e formazione, iniziato la scorso febbraio e che ha il duplice obiettivo di formare i volontari e di diffondere la cultura di protezione civile nella la popolazione.
Imparare a convivere con i rischi del territorio” sarà l’argomento dominante durante questa settima edizione del campo scuola della protezione civile. Un evento dal grande valore addestrativo, poiché le diverse specialità della protezione civile (dai sommozzatori al soccorso alpino, dalle ambulanze ai gruppi di vigilanza aerea, dalle unità cinofile agli antincendi boschivi) operano insieme in scenari realistici, condividendo l’azione con i corpi dello Stato e approfondendo metodi e conoscenza dell’equipaggiamento con tecnici e dirigenti, ma anche un momento di condivisione con la cittadinanza del valore dell’impegno e del sacrificio di tante persone che dedicano se stesse e il proprio tempo alla sicurezza degli altri e del territorio.
prot1
ll campo scuola è organizzato dal “Centro Servizi per il Volontariato Vol.To” con il sostegno della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino, della Questura, della Prefettura, del Politecnico e dell’Associazione Disaster Manager. Da ben cinque edizioni il campo scuola si svolge sotto l’egida della Protezione Civile Nazionale. All’evento partecipano oltre 224 Volontari delle associazioni aderenti alla “Commissione Volontariato e Protezione Civile del Centro Servizi Vol.To”, nonché circa 600 studenti delle scuole di San Mauro, coinvolti in un grande momento di incontro con i Volontari che si terrà nella mattinata di venerdì 2 ottobre presso l’area verde Molino Speranza in via Canonico Elia.
prot6
Nell’ottica di accrescere la rete per la prima volta partecipa al Campo Scuola un Gruppo Comunale di Protezione Civile, quello della Città di San Mauro, fin dalla fase istruttoria col Dipartimento.
Durante le operazioni verranno impiegati i seguenti mezzi in dotazione alle Associazioni di Volontariato: 2 sale operative mobili, 9 mezzi antincendio, 2 ambulanze, 29 fuoristrada, 11 rimorchi, 12 autoveicoli, 4 autocarri, 2 gommoni, 2 barche, 4 mezzi di soccorso, 1 velivolo ultraleggero modello autogiro ed 1 elicottero, 3 droni, 1 quad, 6 generatori ed altre attrezzature speciali.
prot3
La Regione Piemonte sarà presente con 5 Funzionari, 3 Volontari, 1 autovettura con carrello attrezzato per telecomunicazioni, 2 gazebo, 2 postazioni telematiche per proiezione.
La Città Metropolitana sarà presente per tutti i 5 giorni dell’esercitazione con 1 Dirigente, 4 Funzionari, 3 Operatori, 2 autovetture, 1 automezzo Euro Cargo per sala operativa mobile per coordinamento ed insediamento C.O.C. e 4 tende pneumatiche.
La Questura di Torino sarà presente con un Dirigente ed altro personale nelle lezioni teoriche del venerdì in materia di persone scomparse, nonché con personale e mezzi nelle attività di attivazione del piano provinciale di ricerca in programma il sabato pomeriggio.
prot4
L’arma dei Carabinieri prenderà parte all’incontro con le scuole con un equipaggio del nucleo cinofili con un Ducato attrezzato e un’autovettura con un sottufficiale e un appuntato.
La Polizia Locale Nord Est Torino garantirà la scorta tecnica per il suggestivo e imponente arrivo dell’autocolonna a San Mauro il mercoledì mattina e l’ assistenza alla viabilità durante le operazioni in collina il sabato.
Il Corpo Forestale dello Stato e la Polizia Stradale saranno presenti, come ormai tradizione, durante l’incontro con gli alunni delle scuole.
Sono previste esercitazioni di salvataggio in acque mosse, di spegnimento incendi boschivi, di evacuazione feriti, di ricerca e salvataggio di dispersi. Dall’entrata in vigore del nuovo piano Provinciale di ricerca persone scomparse, infatti, si è palesata l’esigenza di istruire i volontari sulle modalità di attivazione. La disponibilità della Questura di Torino consentirà di ampliare l’offerta formativa su un tema quanto mai attuale.
prot5
Per la prima volta il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale contribuirà direttamente agli approfondimenti sulle tematiche di settore, in aggiunta alle materie trattate da Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Politecnico ed Associazione Nazionale Disaster Manager.
Le precedenti edizioni del campo scuola si sono svolte in forma itinerante nei comuni della provincia sede delle associazioni della commissione; a partire dal 2009 ad Alice Superiore, per poi spostarsi negli anni successivi a Sant’Antonino di Susa (2010) Moncalieri (2011), Ivrea e Montalto Dora (2012), Bussoleno (2013), Torino (2014).
Anche per questa edizione si è mantenuta la consuetudine di assegnare all’esercitazione un nome legato alla storia della città ospitante; di qui Pulcherada 2015, denominazione tradizionale legata alla baia del Po su cui si affaccia San Mauro, particolarmente pregevole dal punto di vista panoramico (Pulcherada = Pulchra Rada in latino = Bella Baia).

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DELLA VII EDIZIONE CAMPO SCUOLA DELLA PROTEZIONE CIVILE:
https://www.youtube.com/watch?v=DDSt17JYaVo&feature=youtu.be

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.