GRANDE FESTA A CASELETTE PER LA FESTA DELL’ALBERO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di PINO SCARFÓ

CASELETTE – Venerdì 31 marzo, presso il giardino dell’Istituto Comprensivo, gli alunni delle due prime elementari hanno celebrato la “Festa dell’albero”, una delle più antiche cerimonie nate in ambito forestale, che rappresenta la celebrazione che meglio dimostra come il culto e il rispetto dell’albero affermino il progresso civile, sociale, ecologico ed economico di un popolo. Un’iniziativa di carattere educativo e didattico ormai giunta al quarto anno consecutivo. All’evento erano presenti il sindaco, Pacifico Banchieri, l’assessore all’ambiente, Roberto Rigoletti, e i volontari caselettesi dell’associazione incendi boschivi: “Festeggiamo gli alberi ogni anno ed è un’iniziativa che si svolge in continuità. Lo scorso anno sono stati i bambini dell’asilo a piantare gli alberi, quest’anno sono gli stessi bambini che adesso sono in prima elementare. Hanno piantato un susino e un’amarena”, afferma l’assessore Rigoletti. I quarantasei piccoli alunni hanno prima creato un girotondo recitando una propria poesia dedicata agli alberi che termina con questa frase: “Ti abbracciamo albero che hai radici nella terra e la testa nel cielo”, poi, dopo averli piantati, hanno elencato i nomi dei 19 bambini nati quest’anno in paese e per ognuno di loro hanno appeso ad un ramo un fiocchetto col nome. “E’ il quarto anno che si svolge la Festa dell’albero. Si comincia a novembre con l’abbraccio agli alberi e ora con la piantumazione, alla quale abbiamo voluto aggiungere un benvenuto ai nuovi nati. Dall’asilo alle classi 1°A e 1°B delle elementari per dare continuità a questa bella iniziativa”, conclude Barbara Lo Manto, responsabile del progetto nonché referente all’ambiente.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.