GRANDE GIORNATA A MOCCHIE, FESTEGGIATI DON SILVIO BERTOLO E FULGIDO TABONE / FOTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

img_7811

di IVO BLANDINO

MOCCHIE – Domenica pomeriggio la bella giornata di sole (dopo tanta pioggia), ha fatto da cornice alla festa di S. Saturnino a Mocchie, un bel borgo delle montagne Condovesi.
Tre eventi vissuti nella gioia e dalla comunità religiosa: la festa del Patrono di Mocchie, i 40 anni di ordinazione sacerdotale di don Silvio Bertolo (che in passato “servì” la comunità di Mocchie ed ora è parroco di Almese), e la consegna di una targa al mitico Fulgido Tabone di Caprie.

LE FOTO DELLA FESTA

La giornata è iniziata con il pranzo presso il ristorante di Mocchie “La trattoria del sole”, con la degustazione di prodotti tipici formaggi, salumi, dolci ecc.
Alle 15.30 la processione ha fatto ingresso nell’antica chiesa di Mocchie, con il parroco di Condove Claudio Jovine, il parroco di Vaie don Roberto Bertolo e il festeggiato don Silvio Bertolo, accolti “nella cattedrale della montagna” dal canto Misericordias Sicut Pater (Inno del Giubileo dell’Anno Santo), magistralmente eseguito dal coro della Val Susa “Ensemble d’Harmonies”, diretto da Nives Nichetti e accompagnato all’organo da Paolo Ainardi. Il coro ha animato la liturgia della messa.

Il saluto di benvenuto ai molti presenti, provenienti da diverse parrocchie della Valle, è stato rivolto da don Claudio che ha ringraziato don Silvio per il suo lungo periodo di servizio in diverse parrocchie.

Tra i vari, erano presenti i sindaci di Condove Emmanuela Sarti e di Caprie Paolo Chirico, c’era anche l’Ana Val Susa con il suo presidente Sossello, il generale Blais, oltre alle diverse Associazioni di Condove, gruppi musicali e altri ancora.

Durante la celebrazione eucaristica, nella sua omelia, don Sivio ha preso spunto dalla liturgia di questa domenica, dove Gesù nel parlare con i suoi discepoli li esorta a “vegliare”: “Io mi sono messo al servizio del Signore e di fare quello che Lui mi ha sempre ordinato – ha detto don Silvio – anche se alle volte ho vissuto momenti particolari e di prova, ma il Signore mi è sempre stato al fianco e ringrazio voi che mi avete sempre sostenuto con la vostra preghiera”.

Al termine della celebrazione, il coro ha dedicato a don Silvio il canto “Tu Es Sacerdos”. Dopo la messa, si è poi passati alla premiazione (voluta dagli Alpini sezione Valle di Susa) a Fulgido Tabone, il grande estimatore della montagna, il gestore del Rifugio Ca’ d’Asti del Rocciamelone, il quale per ben 1000 volte è salito in vetta.

I sindaci di Condove e Caprie hanno pronunciato parole di ringraziamento per i due grandi della Valle, don Silvio e Fulgido, che in tutti questi anni hanno speso lo loro energie per la chiesa e per il bene del prossimo.

All’uscita dalla chiesa, la festa è proseguita con la musica popolare del gruppo folcloristico di Villarfocchiardo, caldarroste e vin brulè…tutto offerto dal comitato festeggiamenti di S.Saturnino, con un ricco buffet per i presenti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.