I BIMBI DELL’ASILO PERODO DI CONDOVE ALLA SCOPERTA DEL GRAN BOSCO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Foto Instagram Parchi Alpi Cozie

dall’ASILO PERODO DI CONDOVE

CONDOVE – Con l’arrivo del bel tempo e delle calde giornate di sole è la volta di nuovi festeggiamenti alla scuola dell’infanzia “Angelo Perodo” di Condove. Infatti maggio, oltre al sole e alle temperature più miti, ci porta anche la Festa della Mamma, che quest’anno cadeva nel giorno di domenica 12 maggio. I bambini e il personale dell’asilo, hanno quindi deciso e si sono impegnati nell’organizzazione di una giornata di festa, tutta dedicata alle mamme degli alunni, tenutasi il venerdì precedente, 10 maggio. Quel giorno gli ultimi preparativi hanno animato tutta la mattinata e, una volta terminato di allestire il giardino, che grazie alla bella e tersa giornata ha ospitato l’evento, è stato il momento di spalancare i portoni della scuola ed attendere che tutte le ospiti prendessero posto per godersi lo spettacolo.

Per cominciare, come ormai da tradizione in vista degli eventi più importanti, i bimbi tutti insieme hanno esordito con due canzoni sull’argomento: dalla nostalgica “Viva la Mamma” di Edoardo Bennato, ad un più consueto canto circa l’amore che tutti i bambini provano per la loro mamma e alla gioia che vogliono donarle in questa giornata dedicata solo a lei.

Per continuare ad animare la festa ciascuna sezione del “Perodo”, a turno, ha rallegrato le spettatrici recitando una poesia dedicata alle mamme: ad esordire sono stati i più piccini, i bimbi del primo anno, seguiti dai loro compagni del secondo anno e a chiudere la scena gli alunni più grandi.

E che festa sarebbe senza un piccolo pensierino? Da giorni ormai, infatti, i bambini, con l’aiuto delle loro maestre, stavano confezionando delle splendide e coloratissime lavagnette accompagnate da un gioioso e primaverile bigliettino di auguri. Loro stessi hanno consegnato di persona i doni alle loro mamme: qualcuno ha festeggiato alle ore 13, dopo il pranzo, e qualcun altro a fine giornata scolastica. I festeggiamenti hanno infatti preso il via in questi due diversi momenti per permettere a tutte le madri di prendervi parte, compatibilmente coi loro impegni quotidiani. Le super mamme dell’asilo “Perodo”, infatti, sono sempre presenti e non si sarebbero perse questo splendido evento per niente al mondo.

Ma maggio non è da ricordare esclusivamente per la festa della mamma, infatti esattamente la settimana seguente, il mattino di venerdì 17, con tutta la scuola a bordo del pullman, si è partiti alla volta del Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand. Dopo un breve e sereno viaggio, i bimbi e il personale dell’asilo “Angelo Perodo” hanno raggiunto, tramite una breve passeggiata nel verde, la sede del Parco, un edificio dal caratteristico aspetto montano, per incontrare le guide che li avrebbero accompagnati nell’arco di tutta la giornata: Elena e Laura che, dopo essersi presentate hanno consigliato, causa l’instabile tempo atmosferico, di partire subito per la visita nel bosco.

Nemmeno la pioviggine di quella mattina ha fermato alunni, insegnanti e collaboratrici, e tutti bardati e protetti da k-way e mantelle impermeabili sono partiti alla volta del Gran Bosco di Salbertrand. Purtroppo nessun animale è uscito dal suo nascondiglio durante la passeggiata, ad eccezione di qualche uccellino, ma i bambini hanno potuto constatare la loro presenza osservando e riflettendo circa le tracce che questi lasciano lungo il loro cammino: una pigna sgranocchiata, qualche noce o nocciola aperta e alcune tane scavate nella terra. Molto più facili da ammirare, invece, piante e fiori colorati, dei quali i bimbi hanno imparato i nomi nonché alcune caratteristiche.

Ed infine una sorpresa: tante piccole e curiosissime casette, alla base di alcuni altissimi larici, decorate con funghetti e tendine bianche alle finestre. Si trattava niente meno che delle casette degli gnomi, che da tantissimi anni abitano il Bosco di Salbertrand, e che i bimbi del “Perodo” hanno poi potuto conoscere meglio, una volta tornati alla sede del Parco, attraverso alcune rappresentazioni grafiche, servite poi alla realizzazione di diversi cartelloni sulla vita degli gnomi nel bosco.

Una volta giunti in sede e aver pranzato con gli ottimi panini di Lianella, e aver terminato la realizzazione dei cartelloni, i bambini sono stati guidati da Elena e Laura in due ultime attività: i balli degli gnomi e la scoperta degli animali del bosco: siccome infatti è molto difficile avvistare gli animali nel bosco di Salbertrand durante il giorno, sia perché molti di loro conducono una vita notturna, sia per il rumore delle persone che li spaventa, la sede del parco ospita una grandissima teca dove poter ammirare gli animali imbalsamati. Come spiegato dalla guida Elena, gli animali che vengono trovati privi di vita all’interno del Parco vengono custoditi lì a scopo didattico, e così gli alunni hanno potuto vedere da vicino caprioli, tassi, lepri, cinghiali, ricci, diversi rapaci e persino un lupo e uno stambecco.

Infine, stanchi ma ancora emozionati, tutti insieme sono ripartiti per raggiungere il pullman che già li aspettava pronto a ripartire.

Ed ora che anche queste ultime date importanti sono passate, tutta la scuola si prepara per il gran finale dell’anno scolastico, trascorso all’insegna dei valori dell’amicizia, e del rispetto e dell’amore reciproci.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.