I BIMBI DI CESANA PASTICCERI PER UN GIORNO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DELLA D.D. LAMBERT

CESANA TORINESE – Nei mesi di aprile e maggio tutti i bambini di tutte le classi della Scuola Primaria di Cesana, hanno avviato una nuova esperienza.
Si è trattato di un inusuale viaggio alla scoperta del cibo, sia dal punto di vista nutrizionale sia emotivo con l’occasione di entrare nel mondo della pasticceria con il progetto “La farina del mio sacco: il ruolo del cibo come facilitatore di relazioni positive”, proposto da Cameo.
Ai primi di aprile si è iniziato un lungo percorso educativo, svolto in classe con le maestre, relativo all’importanza e alla provenienza delle materie prime con cui si possono cucinare i dolci.
I bambini, attraverso questa ricerca, hanno avuto modo di scoprire da dove provengono gli ingredienti e come vengono prodotti, ed effettuare anche una grande riflessione sulle lavorazioni e sul trasporto di cui necessitano alcune materie prime.
Gli alunni di Cesana hanno anche scoperto che, poiché il progetto si riferiva principalmente a questi piaceri del palato, il dolce è un modo per prendersi cura degli altri, che cucinare per qualcuno vuole dire anche dedicare il proprio tempo ad una persona per dimostrare quanto sia importante per noi.
I bambini hanno capito che prendersi cura del prossimo è fondamentale, che è indispensabile migliorare le relazioni attraverso piccoli gesti, meglio se accompagnati dalla dolcezza, da interpretarsi non solo ai termini del gusto e dell’olfatto, ma anche dal punto di vista dei rapporti umani.
Questo percorso è culminato infine con una video lezione online con il pasticciere che ha avuto come obiettivo quello di ispirare i bambini nella preparazione del loro dolce a casa, come momento di condivisione e dono per le persone care.
Dopo molte domande e curiosità chieste al pasticcere stesso, ogni alunno ha preparato uno squisito dolce a casa tra quelli proposti.
Un’esperienza nuova nel suo genere, simpatica, interessante e soprattutto da ripetere!

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.