I CATTOLICI NO TAV HANNO DIGIUNATO E PREGATO AL CANTIERE DELLA MADDALENA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

di GABRIELLA TITTONEL

“Salviamo la nostra madre Terra! Custodiamo l’acqua e coltiviamo il sole”. Queste parole hanno caratterizzato l’iniziativa di digiuno e preghiera dello scorso sabato 2 aprile in piazza S. Pietro, una iniziativa che ha preso il via con l’appello lanciato dal missionario comboniano Alex Zanotelli e da Adriano Sella, missionario del creato e dei nuovi stili di vita. In piazza, a partire dalle dodici, rappresentanti di ottanta diocesi hanno risposto all’appello, hanno digiunato, pregato, condiviso: “Come abbiamo fatto in occasione del referendum sull’acqua invitiamo tutti gli uomini e le donne che si sentono missionari del Creato a ritrovarsi, a mettersi in comunione con tutta la creazione e con il suo Creatore” – questo l’invito dei promotori.Anche in Valle di Susa si è voluto aderire idealmente all’invito, questo da parte del Gruppo cattolici per la Vita della Valle, che sabato alle 12 si sono recati in Clarea. Di fronte al devastante cantiere il gruppo ha discusso, meditato, digiunato, piccolo nucleo rappresentante l’ottantunesima diocesi, quella della Valle di Susa.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.