I NO GREEN PASS: “SOSTENIAMO LA SINDACA DELLA VALSUSA, LOTTA PACIFICA CONTRO LE RESTRIZIONI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Marco Liccione, leader dei No Green Pass di Torino

COMUNICATO DEL MOVIMENTO NO GREEN PASS TORINO

MATTIE / TORINO – “La sindaca di Mattie, Marina Pittau, invita alla disobbedienza civile in vista dell’ingresso del Piemonte in zona arancione. Auspichiamo che l’appello, che noi siamo pronti a sostenere concretamente, sia accolto dai suoi cittadini e da coloro che guidano altri centri urbani. Continueremo, tutti insieme, la nostra lotta pacifica nei confronti del vergognoso certificato sanitario e delle ingiuste restrizioni senza fondamento scientifico”. Lo dichiara in una nota il leader del movimento no Green pass Torino e della Variante Torinese, Marco Liccione.

La sindaca di Mattie Pittau
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Brava, concordo, grazie agli italiani pecoroni e senza coglio..ni siamo finiti in questa dittatura sanitaria, grazie, la storia si ricorderà di voi e vi ringrazierà….. Imbecilli…

  2. Chi rompe i……. sei tu che invece non avendo capito quello che sta accadendo, ti va tutto bene
    Ti invidiano in tanti, xk sono fortunati quelli che gli va tutto bene, come te, se poi non hai capito che questa e una bruttissima dittatura, sei proprio super fortunato, ma non vedi che le restrizioni le stanno facendo per tutti e non solo per i no vax, stanno distruggendo la vita di famiglie, la scuola la sanità, il lavoro, ma dove vivi tu?
    In una bolla magica e fatata, beato te

  3. Certo che fossimo tutti coesi le cose sarebbero già cambiate, ma lassù in Alta Valle dove sono le menti abituate ad essere soggiogate anche solo da 4 turisti sfigati cosa gliene importa se questa e una dittatura sanitaria, politica, sociale, tanto loro a pagarsi anche solo le analisi in centri privati, non gliene può fregare
    Le cose spero affondino ma molto velocemente, altrimenti non ne usciamo, devono patire anche loro lassù, cosa pensano che prima o poi non tocchi anche a loro vedere diminuire il lavoro, i loro introiti, e un gatto che si morde la coda
    Vedrete cose inimmaginabili e speriamo presto

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.