I RAGAZZI DI BUTTIGLIERA ALTA A SALUZZO PER LA “GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABRIZIO PASQUINO

BUTTIGLIERA ALTA – Prosegue con continuità e convinzione l’investimento dell’amministrazione comunale nella promozione dei valori della legalità, con una serie di iniziative condotte in collaborazione con le scuole, principale bacino di formazione delle giovani generazioni. Martedì 20, è iniziato il “Mese della riflessione e impegno sulle legalità. Sulle orme di Carlo Alberto Dalla Chiesa”, con un simbolico “Pranzo della legalità” servito a tutti gli alunni delle scuole, che hanno consumato un pasto con uno speciale menù realizzato con materie prime della filiera di “Libera terra”, prodotti su terreni confiscati alle mafie. Ieri, mercoledì 21, l’appuntamento clou di avvio del mese, che si chiuderà il 10 aprile con la visita in paese di Salvatore Borsellino, fratello del celebre magistrato Paolo, altra vittima illustre delle mafie, ucciso a Palermo nel 1992. L’amministrazione ha offerto a due classi della secondaria di primo grado “Giacomo Jaquerio”, la 2ª e la 3ª media di Ferriera, il viaggio a Saluzzo, città centro della manifestazione regionale voluta da Libera per il 2018. Ad accompagnare i ragazzi, insieme agli insegnanti e alla dirigente scolastica Gabriella Parente, il sindaco Alfredo Cimarella, il vicesindaco Laura Saccenti e l’assessore al bilancio Mauro Mellano. La delegazione, accompagnata dal gonfalone del comune, ha sfilato per il centro di Saluzzo, per partecipare alla lettura dei nomi delle vittime delle mafie. Quindi, il collegamento con Foggia, sede della manifestazione nazionale.

“Ritengo doveroso che i rappresentanti delle istituzioni siano presenti a eventi di questo tipo – il commento del sindaco, Alfredo Cimarella – continuiamo quindi a essere presenti con convinzione alla giornata nazionale di Libera con le nostre scuole, investendo sulla divulgazione dei valori della legalità nei nostri giovani. Quest’anno, poi, essere a Saluzzo ha per noi di Buttigliera un significato ulteriore. Abbiamo reso omaggio alla città natale del Generale Dalla Chiesa, vittima della mafia a cui è intitolata la nostra sala consiliare”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.