IL CANE LUPO DELLO SPOT È DI UN TORINESE, IL VALSUSINO ALBERTO PORFIDO SI SCUSA: “UN MALINTESO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SAN GIORIO – Il cane lupo utilizzato nello spot Brondi non è Ray e non appartiene al valsusino Alberto Porfido, ma al torinese Marco Marotta. A seguito della pubblicazione dell’articolo stamattina (uscito sul giornale dopo che aver chiesto, ieri sera, informazioni telefoniche direttamente a Porfido, che tra l’altro aveva già pubblicato sui social le immagini di Ray e dello spot, affermando che fosse stato utilizzato il suo cane), il vero proprietario del lupo cecoslovacco ha segnalato il fatto a ValsusaOggi.

In realtà il nostro giornale aveva già contattato ieri sera Porfido, ottenendo conferma sull’utilizzo di Ray. A seguito di una nostra ulteriore telefonata fatta stamattina, dopo la segnalazione fatta dal vero proprietario, il valsusino ha ammesso l’equivoco: “Mi scuso per il malinteso con la redazione di ValsusaOggi e con il proprietario del cane utilizzato nello spot, in realtà il cane lupo che vedete in tv non è Ray…non volevo creare tutto questo putiferio”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

  1. Se non fosse il classico italiano medio, avrebbe chiesto scusa per essere stato preso con le mani nella marmellata, e non essere vittima di un “malinteso”.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.