IL CASTELLO DI BRUZOLO POTRÀ SALVARSI E DIVENTARE UNA RISORSA TURISTICA: LUNEDÌ INCONTRO IN REGIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

Il Castello di Bruzolo potrà essere salvato e diventare risorsa turistica. È questa la notizia su cui sperano tanti valsusini. Lunedì prossimo si terrà in Regione una riunione, promossa dal consigliere regionale Antonio Ferrentino, con i rappresentanti del Fondo per l’Ambiente Italiano e l’amministrazione comunale di Bruzolo. Il tutto parte dalle ultime volontà della compianta professoressa Raffaella Marconcini, che prima di morire, aveva deciso di lasciare in gestione al Fai il castello come sua eredità, per non destinarlo all’abbandono.

Da quel momento, per sensibilizzare il Fai é l’opinione pubblica sul valore di questo tesoro della Val Susa, è nato in paese un gruppo intitolato “Amici del Castello di Bruzolo e di Raffaella Marconcini”, che come primo obiettivo ha la difesa e valorizzazione del castello. È stata subito creata una pagina Facebook che ha raccolto numerose adesioni.

“Questo raro esempio di castello alpino con ricetto ancora abitato, è carico di storia – spiegano i promotori – dal trattato del 1610, fino alle vicende novecentesche. E rischia inutilizzo e degrado se il Fai non accetterà il lascito che la professoressa Raffaella Marconcini, generosamente e pensando di restituire il bene alla collettività, gli ha concesso”.

“Il Fai in qualità di “chiamato all’eredità” non si è ancora espresso in merito – aggiungono dal gruppo – in attesa di un interessamento da parte degli enti locali, pubblici e privati, per un inserimento del Castello nelle strategie turistico-culturali della zona, chiave di volta per una sua valorizzazione”.

La pagina creata dagli amici del castello su Facebook, vuole essere “un luogo d’incontro di chi è appassionato del proprio territorio e vede nella rinascita del castello di Bruzolo un’opportunità per lo sviluppo culturale ed economico di tutta la bassa valle”.

In attesa di sapere l’esito che avrà l’incontro di lunedì in Regione, il primo invito che viene fatto ai valsusini è quello di andare sul sito web del Fai é votare il Castello di Bruzolo come uno dei “tesori da salvare”: “Il FAI promuove il censimento I LUOGHI DEL CUORE, attraverso cui i cittadini possono votare il beni e luoghi da promuovere sul territorio italiano – spiegano dal gruppo – votare il castello di Bruzolo è un mezzo per portare all’attenzione del FAI l’interesse che la popolazione ha nei confronti di questa eccezionale architettura”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.