IL NUOVO SACERDOTE DI GIAVENO? ERA UN POLIZIOTTO / LA BELLA STORIA DI DON CRISTIANO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di CHRISTIAN MASOTTI

GIAVENO – Giaveno ha, almeno per l’estate, un prete in più. Cristiano Massa, proveniente da Rivarolo, ma frequentante la parrocchia di Favria, è finalmente diventato sacerdote, celebrando la sua prima SS Messa sabato 11 giugno. A fine del periodo estivo, finirà la collaborazione con la parrocchia di San Lorenzo, e Don Cristiano sarà mandato a ricoprire il ruolo di vice-parroco in un altro luogo. La storia di Cristiano, nonostante il nome, non è sempre stata legata alla vita religiosa. Quando ha concluso le scuole medie non avendo voglia di studiare, ha trovato un’occupazione in una fabbrica della sua Rivarolo per 10 anni, ricoprendo anche il ruolo di sindacalista per 4 anni. La strada per il sacerdozio però è stata lunga e tortuosa, e prima di diventare parroco, per non farsi mancare nulla, Cristiano è stato in Polizia per 12 anni, facendo pure il pompiere volontario. Nel periodo della divisa ha frequentato un liceo serale, dove lo incuriosiva particolarmente la filosofia. Dopo il liceo, si laurea in scienze dell’amministrazione, per cercare di fare carriera in questura. Ci racconta il neo-sacerdote: “Portavo mio nipote in parrocchia a Favria perché ero il suo Padrino per la Cresima, e lì sono venuto a conoscenza del fatto che ci sarebbero stati degli incontri di studio della Parola, del Vangelo”. Così Cristiano inizia a frequentare un ambiente a lui nuovo, in gioventù non era mai stato nell’oratorio del suo paese. Sempre tramite l’ambiente parrocchiale viene a conoscenza di un ritiro spirituale, poi della “settimana comunitaria”, esperienze nuove alla quale partecipa, spiega Cristiano: “Avevo studiato filosofia, che mi faceva sorgere delle domande, e quegli incontri sembravano proprio fatti apposta…”. I dialoghi con il parroco di Favria, don Gianni Sabìa, sono diventati sempre più fitti e intensi, tanto da portare cristiano ad accettare la proposta di fare un ano di “propedeutica”, una esperienza comunitaria precedente al seminario. Quell’anno ha fruttato, qualcosa si è mosso irrimediabilmente dentro Cristiano, che ha deciso di entrare in Seminario, dove è rimasto per 7 anni. Spiega con entusiasmo il neo-prete:” E’ molto bello questo periodo, sono ricchi questi momenti, perché percepisco l’emozione della gente che mi vuole bene. A Favria sabato è stato fantastico, la gioia era collettiva. In seminario idem, c’era un clima di sincero amore nei miei confronti”- per poi concludere- “Ho ricevuto dei messaggi già da qualcuno di Giaveno, aspettando domenica 18, alle ore 18:00, quando celebrerò la mia seconda SS Messa festiva, davanti alla comunità che mi ha accolto nell’ultima tappa del mio percorso di avvicinamento al sacerdozio. Vi aspetto, sarà una festa!”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.