IL PD VALSUSINO DOMANI ELEGGE IL COORDINATORE DI ZONA: “ANDARE OLTRE ALLA TAV, PARLIAMO DI SVILUPPO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

fabrizio-morri-pd-torino 

 
di ALICE VERGA 

 Domani, sabato 28 febbraio, i Circoli del PD della Val Susa e Val Sangone eleggeranno il Coordinatore di Zona. I delegati designati dai Circoli comporranno il coordinamento territoriale. 

 Spiega il Segretario provinciale del Pd di Torino Fabrizio Morri: “Si tratta di un passaggio importante in una realtà interessata da problemi socio-economici molto rilevanti, che non possono essere ridotti alla sola questione della Torino-Lione. In un contesto che negli ultimi anni è stato attraversato da forti tensioni, il PD deve ritrovare la capacità di un’incisiva iniziativa politica, tornare ad essere protagonista e recuperare un ruolo di interlocuzione con la popolazione e le forze sociali ed economiche. Il PD deve dimostrare che in Valle di Susa è tornata l’agibilità politica e la possibilità di un confronto democratico su tutti i temi, senza ridurre la discussione sempre e solo al feticcio della TAV. Quanto sancito in occasione del recente vertice italo-francese deve far aprire una nuova pagina in Valle di Susa, passando dalla questione della Torino-Lione a un più articolato dibattito sulle prospettive di sviluppo di quel territorio”. 

 Il Segretario Provinciale Fabrizio Morri ed il responsabile dell’organizzazione Saverio Mazza, che negli ultimi mesi hanno seguito con i segretari dei circoli la fase preparatoria all’elezione del coordinatore di zona, esprimono la loro soddisfazione per il processo di riorganizzazione rilancio del PD nelle Valli Susa e Sangone.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. esatto adesso che inizieranno a girare i milioni della tav, servirà proprio il coordinatore di zona, senno i milioni si perdono, come con GALAN ed altri Pifferi, io controllerei al volo i nomi del coordinatore e chi lo manda, come minimo saranno in odore di mafia, se prendiamo spunto dal veneto che erano tutti puliti poi abbiamo visto i miliardi che rubavano, deduco che ci vada un controllore di tangenti, vedremo presto degli arresti in valle, sarebbe ora, e non saranno certamente i no tav questa volta…. mi chiedo ma a nessuno fa schifo vedere il pd o altri prendere mazzette essere inquisiti e vederli scorrazzare nella politica tranquillamente come nulla fosse?… siamo cosi intrisi di menefreghismo da accettare tutto questo… parliamo di lavoro sviluppo, e questo e lavoro? cosa sviluppa, lasciare le scuole che cadono a pezzi sviluppa degrado, povertà le aziende muoiono di fame, quelle in odore di mafia girano i miliardi sulla povera ed onesta gente, ma quando la finiamo con questa roba, mi fa schifo il modo la gente il lavoro proposto in questi termini.. e una piovra che divora il futuro dei giovani e dell’italia stessa lo vogliamo capire, via i partiti dai paesi….! non servivite ad altro che a rubare soldi gonfiare voci di spesa ed impoverire la gente … da 40 anni ad oggi

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.