IL RAPPER FRANKIE HI-NRG A VENAUS CON “FACCIO LA MIA COSA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Frankie Hi-Nrg (Francesco Di Gesù)

dall’UFFICIO STAMPA “BORGATE DAL VIVO”

VENAUS – L’Associazione Revejo, in collaborazione con il Comune di Venaus, il Centro di Cooperazione Culturale e Six Ways Festival, con il sostegno di Piemonte dal Vivo e il contributo di 2gether Onlus e Scuola Holden immagina, attraverso un lavoro di rete, un futuro dinamico per l’Arena delle Alpi, partendo dalla realizzazione di spettacoli dal vivo di qualità che possano da una parte riequilibrare l’offerta culturale, oggi troppo sbilanciata verso i grandi centri urbani.

Dall’altra quella di far emergere la forte identità del luogo, in relazione con la popolazione e il territorio. Il pioniere del rap italiano racconta se stesso e l’hip hop in un monologo fatto di parole e musica.

A cavallo tra autobiografia e documentario, con uno stile unico, Frankie hi-nrg mc traccia il percorso che lo ha portato a diventare uno dei capiscuola del rap nostrano e, in parallelo, di come l’hip hop è nato nei quartieri più disagiati di New York, battezzando una cultura che da alcuni decenni ha invaso tutto il mondo e sta già ispirando la propria terza generazione.

Dalla sua nascita nel 1969 fino a “Fight da faida”, il suo primo grande successo, Frankie accompagna nel suo racconto il pubblico alla scoperta di un passato comune (lo sbarco sulla luna, il terremoto dell’Irpinia, l’invenzione dei videogiochi,ecc..) commentandolo con l’ausilio di video musicali.

Frankie hi-nrg mc, pseudonimo di Francesco Di Gesù è un rapper e cantautore italiano. Di origini siciliane, nato a Torino e cresciuto tra Caserta e Città di Castello, è attivo fin dagli albori del movimento hip hop italiano dei primi anni Novanta, con il quale ha affrontato prevalentemente tematiche riguardanti la politica e la società.

Esordisce sulla scena musicale nel 1992 con la pubblicazione del singolo “Fight da faida”, brano contro le mafie e la corruzione che ha portato il rapper ad essere criticato da parte del mondo dei centri sociali, critiche alle quali ha risposto affermando che il ruolo del rapper è di insegnare a tutti e in tutti i luoghi. Successivamente ha aperto i concerti dei Run DMC e dei Beastie Boys durante il tour italiano del 1992.

Nel 1993 è la volta dell’album di debutto “Verba manent”, primo album hip hop italiano ad essere distribuito da una major; da esso sono stati estratti i singoli Faccio la mia cosa, Libri di sangue e Potere alla parola, oltre a una nuova versione di Fight da faida denominata “Fight da faida” (Hardmade).

Nel 1995 pubblica il singolo Cali di tensione, che assieme a Fili, pubblicato due anni più tardi, ha anticipato il secondo album in studio “La morte dei miracoli”, pubblicato nel giugno 1997. Il singolo trainante è stato tuttavia Quelli che benpensano, realizzato in collaborazione con il cantautore romano Riccardo Sinigallia e premiato come canzone dell’anno al Premio italiano della musica. Il quarto ed ultimo singolo estratto è Autodafè.

Il 31 ottobre 2003 pubblica il terzo album in studio “Ero un autarchico”, anticipato dal singolo di raccolta di vecchi brani riarrangiati, anticipata il 3 giugno dalla pubblicazione dal singolo “Dimmi dimmi tu”.

Il 29 febbraio 2008 pubblica il quarto album in studio, “DePrimoMaggio” e partecipa al Festival di Sanremo con la canzone “Rivoluzione”. Il brano canta dei crack finanziari italiani e della degenerazione politica e sociale dell’Italia e contiene un campionamento del brano “Introduzione”di Fabrizio De André, tratto dall’album “Storia di un impiegato”. La canzone si avvale della collaborazione dei cantautori Enrico Ruggeri e Roy Paci. Nello stesso anno collabora all’album “Herculaneum” di Pandaj nella title track, recitando in latino il testo di Plinio il Giovane che racconta della storica eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Nell’estate partecipa all’Isola in collina, concerto che si tiene ogni anno a Ricaldone, paese natale di Luigi Tenco. Nello stesso anno, durante il Premio Tenco, si esibisce con il rapper pugliese Caparezza in una versione di “Quelli che benpensano” estesa con alcune parti della canzone “Fuori dal tunnel”.

Nell’aprile 2009 collabora al primo EP di Luca Napolitano intitolato “Vai”, partecipando con un intervento rap al brano “Mi manchi”, scritto dallo stesso Napolitano insieme al fratello. Nel maggio 2009 prende parte al progetto Artisti Uniti per l’Abruzzo partecipando al brano “Domani”.

Nel 2010 scrive per Simone Cristicchi la canzone “Meno male”, insieme ad Alessandro Canini ed Elia Marcelli. La canzone è presentata al Festival di Sanremo. Nel 2011 partecipa al brano “Numeri in collaborazione” con Nathalie e Raf. Sempre nello stesso anno partecipa al brano di Fiorella Mannoia “Non è un film”, al quale Amnesty International conferisce il Premio Amnesty Italia.

A partire dalla primavera del 2012 accompagna Fiorella Mannoia nel Sud tour. Nel 2014 partecipa alla 64ª edizione del Festival di Sanremo coi brani “Un uomo è vivo” e “Pedala”, quest’’ltimo classificatosi all’ottavo posto nella serata conclusiva. Il 20 febbraio pubblica il suo
sesto album di inediti, “Essere umani”.

Il 14 dicembre 2016 il rapper annuncia attraverso i social network la pubblicazione del brano Unti e bisunti, sigla del film di Chef Rubio “Unto e bisunto”, trasmesso per la prima volta il 20 dicembre dello stesso anno sul canale televisivo Dmax. Nel relativo videoclip, diretto da Gaetano Morbioli, appaiono le atlete paralimpiche italiane Bebe Vio e Martina Caironi.

Sue sono sia la sceneggiatura che la regia dei videoclip di “Quelli che benpensano” e “Autodafé”. Questa sua seconda attività di sceneggiatore e regista lo ha visto impegnato anche con altri artisti quali Flaminio Maphia, Nocca, Pacifico e soprattutto i Tiromancino, il cui video “La descrizione di un attimo”, girato proprio da Frankie, ha vinto il premio Duel come miglior video pop al Meeting delle etichette indipendenti di Faenza.

Come attore, nel 1994 ha preso parte a “Vuoto a rendere” per la regia di Alex Infascelli, episodio del film “De Generazione”” Nel 2002 ha interpretato un gangster nel film “Paz!”, diretto da Renato De Maria. Nel 2013 ha condotto il programma “Street Art” su Sky Arte HD mentre nel 2014 ha recitato nel film “Numero zero – Alle origini del rap italiano”. In campo umanitario sostiene Emergency, a cui ha dedicato la canzone “Din Don”.

L’appuntamento “Faccio la mia cosa”, monologo di e con Frankie hi-nrg mc, si terrà all’Arena delle Alpi di Venaus alle ore 21 di martedì 25 agosto. Il biglietto costa 10 euro mentre le prenotazioni saranno a breve su Viaticket. Per maggiori informazioni scrivere un e-mail all’indirizzo info@borgatedalvivo.it oppure visitare il sito www.borgatedalvivo.it.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.