IL SINDACO MARIN: “A SESTRIERE UN NUOVO HOTEL A 5 STELLE E UN ALTRO ALBERGO, NELL’EX MUNICIPIO ANCHE COLARELLI VOLEVA GLI ALLOGGI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il sindaco Marin e l’ex municipio di Sestriere (foto Bianchetti)

di VALTER MARIN (Sindaco di Sestriere)

Egregio Direttore,

ho letto il Suo articolo in merito ad alcune dichiarazioni del consigliere di minoranza Andrea Colarelli, a seguito del Consiglio Comunale di Sestriere del 1° ottobre, in merito alla destinazione dell’ex palazzo comunale.

Innanzitutto va precisato che il Consiglio Comunale non aveva all’ordine del giorno alcun argomento che riguardasse il Piano Regolatore, ma bensì variazioni al bilancio di previsione 2018 che nulla hanno a che vedere con norme urbanistiche.

A questo punto è necessario fare alcune precisazioni: il progetto di Piano Regolatore che approvò l’Amministrazione a guida Colarelli nel 2009 (delibera di Consiglio Comunale del gennaio 2009)  prevedeva sull’ex palazzo comunale una volumetria pari a quella prevista oggi a destinazione mista residenziale ed alberghiera per il solo 30 %. Inoltre prevedeva la sostituzione del fabbricato di proprietà comunale “Cinema Fraiteve” con la realizzazione di un nuovo fabbricato multipiano a destinazione residenziale. Infine nell’area (sempre di proprietà comunale) denominata “Casette sci club” in pieno centro, all’incrocio tra la Via Fraiteve e la Via Europa, prevedeva la costruzione di un ulteriore edificio multipiano a destinazione residenziale, per circa 5ooo metri cubi.

La mia Amministrazione, a partire dal 2010, ha modificato le suddette previsioni (approvate dalla Regione nel 2014) nel seguente modo:

  • Edificio ex palazzo comunale: 30 % commerciale e 70 % residenziale.

  • Area “Casette sci club”: 100 % alberghiero, oggetto di gara pubblica ed assegnata per la costruzione di un albergo che inizierà nel 2019 per totali 5000 metri cubi.

  • Attuale fabbricato Cinema Fraiteve: non è prevista alcuna trasformazione e nessun condominio multipiano, ritenendo di mantenere la destinazione a cinema, indispensabile per la località.

  • Inoltre, sempre nel Piano Regolatore vigente è prevista la realizzazione di un hotel 5 stelle sull’area fronte piste tra il pattinaggio e la scuola sci,  per 10.000 metri cubi, ed essendo l’area di proprietà comunale  è intenzione dell’intero gruppo consigliare di maggioranza bandire la gara di vendita entro l’estate del 2019.

Inoltre, come peraltro ho annunciato nello stesso consiglio comunale, condiviso dalla mia maggioranza e, devo sottolineare, fortemente sostenuto dai miei assessori Gianni Poncet e Francesco Rustichelli, senza dover ricorrere ad ipotesi strumentali di invocati referendum che comportano perdita di tempo e di denaro pubblico, entro l’estate 2019 verrà lanciata la gara per la vendita dell’ex Municipio, dando assoluta precedenza alle offerte che proporranno destinazioni alberghiere rispetto a quelle residenziali.

Lascio ai suoi lettori ed ai cittadini di Sestriere le valutazioni che possono emergere dal confronto di due previsioni diverse di Pianificazione Urbanistica in una località come Sestriere, che vive solo ed esclusivamente di turismo.

La ringrazio per lo spazio che vorrà dare a queste mie doverose precisazioni e cordialmente La saluto

Valter Marin (Sindaco di Sestriere)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Gentile Sindaco, qui il problema non mi sembrano il residenziale o l’hotel 5 stelle. Con tutto il bene che posso volere a Sestriere, a parte i malati mentali come me, perché uno dovrebbe scegliere Sestriere, una località che vive per l’80% sugli impianti sciistici, quando da anni assistiamo ad una gestione sempre più stracciona degli stessi? Gli unici investimenti di chi dovrebbe avere l’orgoglio di far sciare bene i proprio clienti, sono nell’acquisto e gestione delle baite nei punti strategici del comprensorio. Mi fermo qui, perché ci siamo finanche stufati di lamentarci. E perché lei conosce perfettamente le cose. Mi domando solo, fino a quando le amministrazioni, la Regione che pure puntualmente foraggiano quella che sarebbe una Società privata, tollereranno ancora una gestione così minimale che ha ridotto quello che in altri tempi è stato veramente un grande comprensorio sciistico, ad un ammasso di 4 impianti fatti girare il meno possibile. Ogni anno sempre di meno.

  2. Mi sembra che il sindaco viva in un altro paese…
    Centinaia di alloggi in vendita e ne fanno costruire ancora
    Servono posti letto alberghieri
    Le seconde casa non fanno turismo

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.