IN ALTA VALSUSA IL BIKE BUS GRATUITO DA LUGLIO A SETTEMBRE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DI TURISMO TORINO E PROVINCIA

TORINO – A partire dal 3 luglio c’è un motivo in più per lasciare l’automobile a casa e scoprire l’Alta Val Susa e Chisone su due ruote grazie al Bike Bus 2021, un servizio di collegamento con navette gratuite fra Bardonecchia, Cesana Torinese, Claviere, Oulx, Pragelato, Sansicario, Sauze d’Oulx, Sauze di Cesana, Sansicario e Sestriere. L’obiettivo? Collegare fra loro alcune delle località più importanti dal punto di vista ciclistico delle Alpi di Torino che offrono percorsi per la bicicletta nelle sue varie declinazioni.

Bike Bus 2021 è un servizio reso possibile dal contributo della Camera di Commercio di Torino e gestito da Turismo Torino e Provincia, dai Comuni dell’Alta Val Susa e Val Chisone, dalle società degli impianti di risalita Sestrieres spa e Colomion spa.

“Come Camera di commercio di Torino contribuiamo all’attivazione di questo servizio, che semplifica notevolmente l’organizzazione degli itinerari a chi desidera scoprire su due ruote il nostro territorio – spiega Dario Gallina, Presidente dell’ente camerale. – Ci aspettiamo un’estate di grande affluenza per far ripartire un settore che ha sofferto molto durante il periodo pandemico, ma che oggi è pronto per garantire esperienze indimenticabili ai turisti, in piena sicurezza”.

“Anche quest’anno – sottolinea Maurizio Vitale, Presidente di Turismo Torino e Provincia – abbiamo rinnovato un servizio fortemente voluto dai nostri Soci e molto apprezzato dai turisti. Ringrazio Camera di commercio di Torino per aver creduto e sostenuto il progetto. Bike Bus, unitamente alle proposte di accompagnatori e noleggi sono indispensabili al posizionamento dell’Alta Val Susa e Chisone tra le migliori bike destination internazionali”.

“È motivo di mia grande soddisfazione – sottolinea Franco Capra, Rappresentante dei Comuni Olimpici di montagna – e degli altri Sindaci segnalare che dopo un inverno drammatico, dal punto di vista economico, e non solo, grazie alla grande disponibilità della Camera di commercio su stimolo del Presidente di Turismo Torino e Provincia, Maurizio Vitale e con il concorso delle nostre società degli impianti di risalita, Sestrieres e Colomion, si sia di nuovo potuto attivare questo apprezzato servizio per i nostri turisti che auspichiamo vengano numerosi e ai quali abbiamo riservato attenzioni e attrattive speciali. Questo servizio navetta lo vedo anche come un fil rouge che lega idealmente nostri comuni, oltre che stimolo per i biker a visitare anche i comuni più lontani rispetto a quello nel quale soggiornano, incentivati dalla facilità del rientro”.

Il servizio sarà svolto secondo il seguente calendario:

Dal 3 al 9 luglio: sabato e domenica.
Dal 10 luglio al 29 agosto: tutti i giorni tranne il lunedì.
Dal 30 agosto al 19 settembre: sabato e domenica.

Le linee attive saranno due e verranno operate secondo le seguenti modalità:

Lunedì: Nessuna linea.
Martedì: Linea 1A (Pragelato, Sestriere, Sansicario, Cesana Torinese, Claviere).
Mercoledì: Linea 2A (Bardonecchia, Oulx, Sauze d’Oulx, Oulx, Cesana Torinese, Sauze di Cesana, Sestriere e Pragelato).
Giovedì: Linea 1R (Claviere, Cesana Torinese, Sansicario, Sestriere e Pragelato).
Venerdì: Linea 2R (Pragelato, Sestriere, Sauze di Cesana, Cesana Torinese, Oulx, Sauze d’Oulx, Oulx e Bardonecchia).
Sabato: Linea 1A (Pragelato, Sestriere, Sansicario, Cesana Torinese e Claviere) oppure Linea 2A (Bardonecchia, Oulx, Sauze d’Oulx, Oulx, Cesana Torinese, Sauze di Cesana, Sestriere e Pragelato).
Domenica: Linea 1R Claviere, Cesana Torinese, Sansicario, Sestriere e Pragelato) oppure Linea 2R (Pragelato, Sestriere, Sauze di Cesana, Cesana Torinese, Oulx, Sauze d’Oulx, Oulx e Bardonecchia).

Si ricorda che in caso di posti insufficienti sui bus navetta, gli utenti muniti di bicicletta hanno comunque la priorità. Per maggiori informazioni visitare il sito www.turismotorino.org.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. e poi non ci sono i soldi per mantenere le strade, per la sanità, per la scuola, etc. etc…. complimenti, gli unici che ci guadagnano le società dei bus!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.