IN VALSUSA L’ANTICO RITO DELLA TOSATURA DELLE PECORE SARDE: APPUNTAMENTO A MEANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
(Foto da La Nuova Sardegna)

di MIRIAM TATTOLI

MEANA – Il circolo sardo di Torino “Gramsci”, in collaborazione con il Comune di Meana di Susa, i volontari Aib di Condove e il Comune gemellato di Meana Sardo, rievocherà sabato  17 giugno la tradizionale tosatura delle pecore sarde, fatta a mano con forbici specifiche. La tosatura delle pecore è uno dei momenti più importanti d’incontro e di collaborazione tra le comunità pastorali della Sardegna. Un rito che si ripeterà in Val Susa, dove pascolano un centinaio di pecore sarde, rivolgendo l’appuntamento soprattutto alle giovani generazioni. Con l’occasione sarà rinnovato il gemellaggio tra il Comune di Meana Sardo e  quello di Meana di Susa stipulato nel 2007. Teatro della tosatura sarà lo spazio antistante il salone polivalente, dove le pecore saranno sistemate in un apposito recinto e tosate alla presenza del pubblico.

Subito dopo di svolgerà la dimostrazione della ferratura dei cavalli a opera di un giovane maniscalco sardo che opera nel Chierese. Nello stesso spazio ci sarà l’esposizione dei trattori d’epoca e dei lavori della Scuola d’intaglio “Mediana” di Meana di Susa.

All’interno del centro polivalente sarà servito un pranzo tipico sardo (il pranzo del pastore) a base di pecora, formaggi, salumi, gnochetti sardi, patate ecc, preparato a cura della nostra associazione. Durante e dopo il pranzo ci sarà il concerto del coro “Mediana – Cantus e Tradiziones” di Meana Sardo e danze sarde al ritmo dell’organetto bitonale. Per info e prenotazioni:  3666249054 – 3460630642 – 3475132451 oppure tramite e-mail all’indirizzo: info@associazionegramsci.it

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.