IN VALSUSA LIGABUE E PIERO PELÙ CON “BORGATE DAL VIVO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DI BORGATE DAL VIVO

Tutto chiede bellezza.
Recita così il payoff di Borgate dal vivo Festival 2021, la cui sesta edizione è stata presentata il 19 maggio nel corso di una conferenza in streaming sui canali social dell’organizzazione.

L’Associazione Revejo, che nel 2021 compie 10 anni, ha scelto questo slogan, secondo Alberto Milesi, direttore artistico del festival, “perché abbiamo bisogno tutti di bellezza, abbiamo necessità di venirne conquistati, in questo momento storico più che mai. E la bellezza che cerchiamo è quella che ci regalano i luoghi del festival, gli artisti ospiti e, soprattutto, il pubblico”.

Nel secondo anno di pandemia da Covid-19, Borgate dal vivo Festival presenta il cartellone di eventi della sesta edizione che si snoderanno, dal 12 giugno al 12 settembre, lungo l’arco alpino occidentale, in Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Lombardia.

Dal 2016 il festival porta i grandi nomi della letteratura, del teatro e della musica nelle borgate, nelle valli e sulle montagne. Nella convinzione che questi spazi di bellezza silenziosa e meno nota siano cornice ideale per momenti culturali selezionati con grande attenzione.

L’esperienza dell’edizione 2020 ha dimostrato come gli spettacoli dal vivo siano luoghi sicuri, e anzi proprio i lunghi mesi di assenza di proposte culturali hanno semmai invogliato il pubblico a partecipare con ancora più calore e interesse. Borgate dal Vivo si impegna quindi, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia, a offrire spettacoli multidisciplinari per ogni tipologia di pubblico con un cartellone di grandi nomi in collaborazione con le amministrazioni comunali, i partner culturali consolidati e nuovi, prestigiosi soggetti.

Diversi ospiti sono intervenuti alla conferenza di lancio del Borgate dal vivo Festival 2021:
Andrea Archinà (sindaco della Città di Avigliana e Assessore alla Cultura dell’Unione montana Valsusa), lo scrittore Alessandro Barbaglia, Evelina Christillin, Presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie, Francesco Perrotta, presidente di ItaliaFestival, il giornalista Saverio Tommasi, le Rose di Rame e la Bandakadabra.

Ogni contributo ha ribadito la necessità del fare rete, del cercare la bellezza in ogni luogo, della condivisione di patrimoni culturali.

“È la prima volta che l’Egizio collabora con Borgate dal vivo che ‘scende in città’, lascia i bellissimi borghi e le bellissime piccole località per inaugurare il festival 2021 con il reading di Isabella Ragonese tratto da “Le Cosmicomiche” di Italo Calvino, una gloria del Piemonte, nel cortile del Museo Egizio. Credo sia molto bella questa collaborazione tra istituzioni culturali, questo mettere in rete i saperi e i patrimoni culturali. Auguro al festival un grandissimo successo e ringrazio Borgate dal vivo per averci voluto al suo fianco”. (Evelina Christillin)

In questi anni il festival è cresciuto anche nelle collaborazioni e dal 2018 fa parte di una grande rete, una vera e propria famiglia che si chiama Italiafestival. Non si tratta, per Borgate dal vivo, solo di un’associazione di categoria, che racchiude alcuni tra i più prestigiosi festival italiani, insieme ad altre realtà emergenti. Si tratta di un luogo di confronto e anche un supporto continuo nel tutelare i festival e il mondo della cultura in questi lunghi mesi di pandemia.

“ItaliaFestival cerca di supportare i festival soci e Borgate dal vivo è uno dei più attivi. Questo il nostro obiettivo: supportare i festival nella ripartenza e nell’avviare la stagione estiva, per attrarre spettatori e turisti italiani e, perché no, internazionali. Voglio ringraziare tutto lo staff di Borgate dal vivo per il lavoro che sta facendo. Buon lavoro e buon festival a tutti”. (Francesco Perrotta)

Per quanto riguarda le collaborazioni, Borgate dal vivo nel 2021 è fiero di quella avviata con il Museo Egizio di Torino. Una partnership che porterà Borgate dal Vivo a esordire proprio presso il cortile del Museo Egizio, il 12 giugno, con uno spettacolo davvero unico. La collaborazione non si ferma però qui. Infatti, in uno scambio virtuoso, realizzeremo altri due eventi, questa volta sul territorio proprio del festival, in collaborazione con il Museo. Una presenza che valorizzerà i comuni coinvolti per una ricaduta culturale e turistica. Isabella Ragonese, dunque, a Torino leggerà “Le Cosmicomiche” di Italo Calvino e si avvarrà della sonorizzazione dal vivo realizzata da Riccardo Mazza (SeeYouSound). Mazza, con una parabola di sua creazione, capterà dal vivo microonde dallo spazio trasformandole, in tempo reale, in tracce musicali.

Borgate dal Vivo anche quest’anno incrocia due temi molto cari: i diritti umani e l’ambiente.
I primi saranno declinati in una bellissima giornata che vedrà protagonista, a Bussoleno, il fotografo Francesco Malavolta con la sua mostra “Sono figli nostri”: uno sguardo umano e potente sulle migrazioni. Nella stessa giornata, Saverio Tommasi intervisterà Teresa De Sio sui temi legati ai diritti, con un concerto dell’artista, per ricalcare l’esperienza realizzata nel 2020 con Niccolò Fabi.

Per quanto riguarda il clima, oltre al confermato impegno con Treedom (il primo sito che permette di piantare alberi a distanza e seguire online la storia del progetto che contribuiranno a realizzare), Borgate dal vivo proporrà uno spettacolo a emissioni zero a Rivalta di Torino con Ugo Dighero, oltre al consueto e sempre molto partecipato appuntamento di divulgazione con Luca Mercalli a Oulx, in Borgata Vazon.

Borgate dal Vivo è oggi un festival multidisciplinare: teatro, musica, letteratura, circo e cinema.
La lettura sonorizzata dal vivo al Museo Egizio non sarà l’unica. Infatti omaggeremo Italo Calvino anche ad Avigliana, il 5 settembre con Lella Costa e, prima ancora, con Bandakadabra e Paolo Hendel all’Arena di Venaus, il 26 agosto. Chiara Buratti leggerà “Il Grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald a Lanzo Torinese presso Villa Erre con Livio Magnini. Iaia Forte animerà la Villa Romana di Almese leggendo favole dell’antico Egitto (altro evento in collaborazione con il Museo Egizio).
Diversi gli appuntamenti teatrali: Mario Perrotta a Paraloup (CN) in collaborazione con Occit’amo; Federico Buffa, prima a Saluzzo sempre con Occit’amo e poi all’Arena di Venaus in collaborazione con Piemonte dal Vivo all’interno di Arena delle Alpi, un festival nel festival nato per valorizzare uno splendido spazio dedicato alla cultura e allo spettacolo dal vivo e che vedrà in scena anche Stefano Massini.

E, ancora, appuntamenti tra musica e parole, che quest’anno si avvarranno della collaborazione del giornalista musicale Massimo Cotto: insieme a lui dialogheranno Piero Pelù (il 27 giugno a Condove), Luciano Ligabue (il 3 luglio a Susa), e Colapesce e Dimartino che, in collaborazione con il Pavese Festival, chiuderanno Borgate dal Vivo 2021 il 12 settembre a Santo Stefano Belbo.

Borgate dal vivo festival 2021 ospita dunque grandi storie e grande musica. Come a Pian del Sole, Bardonecchia, dove il 3 agosto risuonerà il meraviglioso pianoforte di Ludovico Einaudi.

Il racconto della sesta edizione del Borgate dal vivo festival si articolerà anche attraverso la preziosa collaborazione con Radio1 RAI, media partner della manifestazione.

Per le informazioni intorno al programma e le modalità per prenotare gli eventi gratuiti e acquistare le prevendite: www.borgatedalvivo.it.

Borgate dal vivo è su Facebook, Instagram, YouTube e Twitter.

GUARDA IL PROGRAMMA DI BORGATE DAL VIVO:

Borgate dal vivo Festival 2021_PROGRAMMA

Per informazioni:
info@borgatedalvivo.it
http://www.borgatedalvivo.it/

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

9 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.