INCENDI A MOMPANTERO, MESSAGGIO DEL COMUNE: “LA CRISI NON È FINITA, NO AGLI INSULTI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il Rocciamelone dopo l’incendio (foto Aib Meana)

del GRUPPO DI MAGGIORANZA DEL COMUNE DI MOMPANTERO

MOMPANTERO ha affrontato giornate drammatiche, estenuanti. Assieme ai soccorritori, i dipendenti del Comune si sono spesi anima e corpo per tutta l’emergenza, andando ben oltre i propri doveri lavorativi. Così come l’amministrazione comunale, attiva praticamente 24 ore al giorno, ed in primis il sindaco, Piera Favro, che si è anche dovuta sobbarcare responsabilità gravose, dalla chiusure di strade all’evacuazione della popolazione.

Il tutto con un sentimento di profondo dolore e impotenza davanti ad un evento che pareva ingovernabile. Il gruppo di maggioranza del Comune di Mompantero dà la totale approvazione a tutto l’operato dell’amministrazione, anzi ne condivide la responsabilità, convinto che nel momento emergenziale sia stato fatto tutto il possibile.

Ringraziando quanti – e sono moltissimi – hanno contribuito a contrastare le fiamme, ciascuno secondo le proprie capacità e competenze – vigili del fuoco e AIB anche rischiando la vita -, la maggioranza consiliare depreca e condanna le uscite infamanti e minatorie che sono comparse negli ultimi giorni contro sindaco e amministrazione: se parole sopra le righe sono comprensibili in momenti di rabbia e paura, non lo sono mai le minacce e gli insulti gratuiti.

Per Mompantero la crisi non è finita, è conclusa – fortunatamente senza morti, né feriti né prime case perse – l’emergenza, ma la nostra montagna ha subito un danno enorme e serviranno tempo, energie, denaro e la collaborazione di tutti per tentare di ripristinarla.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.