INCENDI IN VALSUSA, SOSPESA LA CACCIA FINO AL 5 NOVEMBRE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DAL COMPRENSORIO ALPINO TO3

A seguito dei numerosi incendi in corso in alcune aree delle nostre valli, il Comitato di
gestione del Comprensorio Alpino TO3 Bassa Valle Susa e Val Sangone, ovvero l’ente
delegato dalla Regione Piemonte alla gestione della fauna selvatica e dell’attività venatoria,
ieri sera ha deliberato di richiedere alla Giunta regionale la sospensione della caccia
programmata per dieci giorni, quindi sino a domenica 5 novembre compresa, e la chiusura
definitiva, per la stagione venatoria in corso, del piano di prelievo selettivo del camoscio e
del capriolo nel Distretto B che interessa i comuni di Mompantero, Bussoleno (sinistra
orografica), Chianocco e Bruzolo. La decisione è motivata dall’esigenza di tutelare la fauna
selvatica oggetto di caccia programmata anche nel territorio dei comuni immediatamente
confinanti a quelli interessati dagli incendi e, nell’ottica di conservazione e oculata gestione
degli ungulati sempre perseguita da questo Comprensorio Alpino, preservare i soggetti che
sono scampati all’incendio sospendendo definitivamente, per la corrente stagione venatoria,
i piani di prelievo selettivo del camoscio e del capriolo nel Distretto B. Oltre a questo è stata
considerata la necessità di evitare anomale concentrazioni di squadre di cacciatori dediti alla
caccia al cinghiale nelle aree non interessate dagli incendi con conseguenti possibili
problemi per la sicurezza.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Ma sparatevi addosso fra cacciatori e decimatevi assassini bastardi di povere bestiole, ammazzate per sport e per gusto di uccidere Magari un giorno rinascerete un povero animale e qualcuno vi sparerà in faccia !

Rispondi a Leo Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.