INCIDENTE IN VALSUSA: 2 MORTI E 31 FERITI IN AUTOSTRADA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SALBERTRAND – Tragedia in autostrada: 2 morti e 31 feriti, di cui 2 sono codici rossi (gravi), 4 codici gialli e 25 codici verdi. I feriti sono stati trasportati all’ospedale di Susa e poi al Cto di Torino, sul posto opera anche l’elisoccorso. L’autostrada è stata chiusa fino al tardo pomeriggio.

Una delle vittime è Francesco Armentaro, classe ’83, residente a Caselette. E’ morto mentre era ancora in autostrada, intorno alle 12, a causa delle gravi ferite riportate. L’altra vittima è una donna di 71 anni Michelanna Giachino, 71 anni, di Torino. E’ deceduta in ospedale.

Ci sono 31 feriti a seguito del maxi tamponamento che ha coinvolto una trentina di veicoli.

Sabato 13 febbraio c’è stato un grosso incidente sull’autostrada A32 Torino-Bardonecchia, in direzione Bardonecchia, prima della galleria Serre La Voute a Salbertrand. Un maxi tamponamento ha coinvolto 25 vetture, che si sono schiantate su entrambe le corsie di marcia. Il manto stradale è ghiacciato. L’autostrada è stata chiusa in direzione Bardonecchia, con uscita obbligatoria a Susa. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco, la polizia stradale e la croce rossa di Susa con il 118.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

25 COMMENTI

    • Non è esaurito, è stato solo spostato nel piazzale sopra. Inoltre ci sono altri depositi sia a Salbertrand che al casello prima di Oulx

  1. Ma non c’e’ l’obbligo di pneus da neve?
    La stradale dove controlla al bar al caldo! Oppure fa da inutile scorta ai guardiani del cantiere TAV altrettanto inutile!
    Le montagne di sale presso il casello di Salbertrand la SITAF le sparge quando la strada e asciutta?
    Vergogna tutti SITAF POLSTRADA ECC.!

    • Ma tu cosa ne sai della dinamica dell’incidente? Cosa ne sai se avevano o meno gomme invernali o se la strada era ghiacciata? A gente come te andrebbe inibita la possibilità di commentare o usare social.

    • Obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo, per cui se ho le catene posso avere le gomme estive. Torna a scuola guida.
      Il fondo poteva anche essere ghiacciato, ma il meteo aveva annunciato da parecchio che avrebbe fatto brutto, ergo vai piano e fai attenzione, è pur sempre montagna. La gente purtroppo non sa più guidare.

    • Con uno strato di ghiaccio i pneumatici invernali purtroppo servono a poco perché l’aderenza scende quasi a zero,ci vorrebbero i chiodati.L’unica soluzione è lo spargimento di sale o liquidi deghiaccianti,meglio ancora l’installazione di impianti automatici di deghiacciamento,in particolare sui viadotti dove il rischio di formazione di ghiaccio è maggiore.Senza arrivare ad esperimenti come l’asfalto conduttivo e riscaldato stupisce che su una autostrada come quella del Frejus non siano state prese precauzioni.Poi mi deve spiegare come riuscite ad infilare il cantiere della TAV in ogni discussione,ci vuole una bella fantasia…

  2. Questa è l’autostrada più cara d’Italia,
    Da più di una settimana che martellano che doveva nevicare,e poi l’autostrada senza spargisale .
    Benvenuti in Italia.

  3. Incredulo 13 Febbraio 2021 at 11:25
    Denunciate quegli incompetenti dei piani alti della Sitaf…con quello che costa l’autostrada, un cantiere unico mangia soldi, sappiamo da 6/8 giorni che questo fine settimana arrivava il vento gelido siberiano”burian”!!!
    E loro non son capaci di spargere il sale or un antigelo. Vergognatevi, fate saltare qualche testa ai piani alti, magari incominciano a lavorare seriamente…VEDIAMO QUESTA VOLTA CHE SCUSE TROVATE….

    • Unico commento sensato,sitaf mangia soldi da sempre,alla stessa ora a Cesana alcune strade avevano pozzanghere a -7 gradi per il sale

  4. Incredulo 13 Febbraio 2021 at 16:39
    Ma dove diavolo andava tutta questa gente? A gia dimenticavo che per i ricconi con le seconde case, il covid non esiste.
    Sulla statale si è formata una coda durata fino alle 15.30, se si sente ancora i sindaci lamentarsi che non ci sono persone or che i locali non lavorano, che vadano a togliere il ghiaccio in autostrada!!

  5. È veramente vergognoso che la strada fosse ghiacciata e che non avessero sparso il sale,con quello che costa questa autostrada!
    Come al solito devono succedere le disgrazie ,io dico sempre ai miei figli prendete l’autostrada che è più sicura quando nevica,ma adesso mi devo ricredere!

  6. Sono passato di lì 20 minuti prima dell’incidente e l’asfalto era GHIACCIATO e MOLTO SCIVOLOSO, poi la velocità avrà fatto il resto, ma è vero che per il costo di quel tratto di autostrada la manutenzione non è adeguata.

  7. percorro diverse autostrade piemontesi e questa è quella dove vedo le auto letteralmente sfrecciare in barba a qualunque situazione meteo e/o di traffico..
    imparate ad andare piano invece di sbraitare a destra ed a manca alla ricerca di responsabilità altrui.. tutti che sfrecciano e sfanalano a 2 metri dalla macchina che li precede.. speriamo mettano un bel tutor così i fenomeni del weekend si danno una regolata..

  8. Purtroppo fondo ghiacciato + strada leggermente incurvata + velocità non commisurata alle caratteristiche ambientali, hanno creato questo macello.

  9. Nell’audio dei vari video che sono girati in rete si sente dire che nemmeno le persone riuscivano a stare in piedi causa ghiaccio, cosa che non doveva esserci. Quindi primo punto è manutenzione non corretta, anche perchè non c’erano 20 gradi sotto zero ma solo qualche grado, pertanto non si può definire una situazione anomala, eccezionale, ingestibile, ecc…
    Poi è vero che le auto sfrecciavano, ma nella catasta si vedono pure un paio di Panda… non credo che queste andassero a 200 Km/h e si sono schiantate lo stesso…

    • Non c’era solo “qualche grado sotto zero”. Sabato mattina c’erano 10 gradi sotto zero già sopra i 700m di quota, e per di più nevicava ghiacciato. Tutte le strade della media e alta valle, autostrada, statali e provinciali, erano ricoperte da uno strato di neve compatta e scivolosa. Anche la salita al Moncenisio era nelle stesse condizioni, eppure di sale ce n’era in abbondanza. Invece di cercare sempre un colpevole negli altri, la gente dovrebbe imparare a fare autocritica. In quelle condizioni ci si immette in strada solo se attrezzati, e non si fanno più dei 50 all’ora, anche in autostrada. Se ti piace invece andare come nulla fosse, devi essere preparato anche alle possibili conseguenze.

  10. Per favore, per ogni articolo non mettete sempre di mezzo tav, covid o altri argomenti che non c’entrano nulla che n la tragedia…
    Se in manto stradale è ghiacciato perché nessuno è passato a spargere il sale, le gomme termiche o le catene fanno ben poco, anche andando a passo d’uomo, si slitta comunque, si scivolerebbe anche camminando.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.