JUVENTUS: TORNA POGBA, MA NON SARÀ UNA MINESTRA RISCALDATA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Capita sempre più di frequente ormai che il calciomercato estivo si trasformi in qualcosa di
ancora più appassionante della stagione calcistica stessa. Duelli senza esclusioni di colpi, trasferimenti che saltano all’ultimo secondo: insomma, c’è sempre tanta carne al fuoco, e ovviamente i portali dedicati al betting, come ad esempio https://scommesse.netbet.it/, rappresentano un divertimento per chi riesce ad avere qualche spiffero privilegiato e ad azzeccare il cambio di casacca di certi giocatori.

Il grande ritorno di Pogba

Se fino alla fine dello scorso anno l’arrivo di Paul Pogba con la maglia della Juventus sembrava quasi fantascienza, una volta che è arrivata la firma con la compagine bianconera i tifosi sono letteralmente impazziti di fronte all’idea di un Pog-bis.

Certo, tra i tifosi bianconeri da una parte c’è il ricordo delle sue grandi giocate, ma dall’altro la preoccupazione delle grigie stagioni con la maglia del Manchester United. Probabilmente, si tratta di sei stagioni di cui anche lo stesso centrocampista di origini transalpine vorrebbe dimenticarsi il prima possibile. E Pogba ha rifiutato anche offerte ben più ricche, come ad esempio quelle che sono arrivate da Manchester City e Paris Saint Germain, proprio per la voglia di ritrovarsi nel posto, a Torino, dove è diventato grande.

In realtà, il Pogba-bis con la maglia dello United non ha funzionato nemmeno per un secondo. O, quantomeno, non come il francese immaginava. In effetti, anche l’etichetta di calciatore più costoso della storia ha avuto un peso non indifferente sulle prestazioni del francese, con Pogba che ha finito per litigare un po’ con tutti, compreso José Mourinho, senza dimenticare il fatto di essere notevolmente limitato da parte di numerosi infortuni e incomprensioni dal punto di vista tattico.

Ovviamente, non è stato tutto una disgrazia il periodo passato in maglia United. Pogba ha rimpolpato il suo palmares, con la vittoria dell’Europa League oltre che una stagione in cui ha messo a segno la bellezza di 16 reti.

Quale “polpo” torna in maglia bianconera

Probabilmente, in questi casi, non serve assolutamente a nulla pensare e riflettere eccessivamente in relazione al passato. Insomma, a volte non vale nemmeno la pena pensare a quali sono stati i motivi di un simile fallimento. Dimenticare e andare oltre è la cosa migliore per tutti, in modo particolare per quanto riguarda il diretto interessato.

Il Pogba che torna alla Juve è un centrocampista di 29 anni, ma che nel corso delle ultime tre stagioni ha subito diversi infortuni noiosi, che gli sono costati la bellezza di oltre ottanta partite saltate. Nel corso dell’ultima annata, Pogba ha giocato in 27 occasioni, partendo titolare in meno che nella metà dei match in cui è sceso in campo. I due infortuni più gravi subiti da Pogba sono di natura muscolare e sono quelli che gli hanno impedito di essere convocato in almeno venti partite.

Nel corso di una stagione che si è rivelata decisamente fallimentare, decisamente in controtendenza rispetto all’annata precedente, Pogba ha fatto decisamente fatica a conservare il suo posto da titolare in campo. Ole Gunnar Solskjaer l’ha schierato come esterno sinistro nel modulo 4-2-3-1, mentre con Ralf Rangnick ha svariato un po’ di più in varie posizioni in mezzo al campo, ma nella maggior parte dei casi è stato collocato davanti alla difesa. In un match è stato schierato pure come falso nueve oppure come trequartista in due occasioni.

La sensazione è che Pogba, nel suo secondo “tempo” allo United, non è riuscito a emergere dall’ambiguità delle sue due “anime”. Da un lato, la capacità di gestire con qualità il possesso palla, con la sua capacità di arpionare il pallone che lo ha attirato sempre di più verso la retroguardia, mentre creatività e fantasia lo portavano spesso e volentieri verso la zona offensiva.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.