LA CARTON RAPID RACE TORNERÀ A OULX? “PRONTI A PARLARNE, MA CON LE ORECCHIE BASSE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

OULX – La Carton Rapid Race nel 2021 tornerà ad Oulx? Dopo l’articolo pubblicato da ValsusaOggi in cui gli organizzatori propongono al Comune di riaprire un tavolo per parlarne, interviene su Facebook l’assessore al Turismo Alain Allemand.

“Prima dell’emergenza Covid ci sono state alcune mail di scambio tra sindaco e organizzatori che evidenziavano, da parte di Oulx, la voglia e la disponibilità di organizzare la manifestazione – spiega l’assessore – ma gli organizzatori avevano risposto, tardando di mesi, che la manifestazione era stata annullata a causa del Covid. Tra l’altro in quella mail avevano accusato l’amministrazione comunale di agire contro il turismo”.

Qual è quindi la posizione del Comune di Oulx? “A parte queste fesserie, spero sia chiaro che qualsiasi proposta in merito alla Carton Race debba esser ben analizzata a monte. Da parte del Comune di Oulx, il tavolo di confronto con gli organizzatori è pronto già dal giorno successivo all’edizione dell’anno scorso”.

Sono gli organizzatori della Carton Race che, mesi fa, avevano fatto capire che sarebbero andati in un altro paese a fare l’edizione 2020 della gara delle barche di cartone, dicendo addio a Oulx: “Sono loro ad aver fatto un servizio in tv ai Fatti Vostri con Magalli, auspicando un’altra location al posto di Oulx – aggiunge l’assessore Allemand – oltre a un “referendum” pubblico sulla loro pagina Facebook, chiedendo ai simpatizzanti quale altro paese preferissero ad Oulx. Questo fa capire che volevano andarsene”.

Comunque sia, nonostante le “incomprensioni” del passato, sembra che il Comune di Oulx voglia metterci una pietra sopra e sia disponibile ad ospitare di nuovo la Carton Rapid Race: “E’ scontato che Oulx farà il possibile per organizzare e sostenere al meglio tutte quelle manifestazioni che portano un indotto economico utile, se non necessario, all’economia del paese – aggiunge l’assessore Allemand – il Comune non ha cambiato indirizzo, così come i nostri commercianti e abitanti. Quindi penso che basti suonare il campanello e parlarne. Ma dopo questi presupposti, bisognerà farlo con le orecchie basse…”. Ora la prossima mossa toccherà a Gaetano La Porta e agli organizzatori della Carton Rapid Race: suoneranno il campanello del Comune “con le orecchie basse”, oppure cercheranno definitivamente un altro paese?

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.