LA CROCE ROSSA DI SUSA IN KENYA PER RECUPERARE UN PAZIENTE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla CROCE ROSSA DI SUSA

SUSA / ZANZIBAR / NAIROBI – Umanità, coordinamento e professionalità sono le parole chiave che consentono di superare le situazioni critiche, portando a termine delicate missioni di rimpatrio sanitario.

In queste ore siamo al lavoro per assistere un concittadino vittima di un grave incidente stradale a Zanzibar, arcipelago della Tanzania al largo delle coste dell’Africa orientale.
In loco il paziente è stato soccorso e stabilizzato per poi essere trasferito presso l’ospedale di Nairobi, in Kenya, da cui è partita la richiesta di aiuto all’Italia.

La Croce Rossa Italiana si è immediatamente attivata, attraverso il comitato di Firenze e il Medevac Team24 del comitato di Susa, per trovare una soluzione che consentisse un rapido e sicuro rimpatrio del connazionale.

Il Governo italiano ha garantito, vista la delicatezza della situazione, la messa a disposizione di un volo sanitario di stato, Aero Ambulanza Web, ed ha posto in essere i rapporti con l’Aeronautica Militare e l’ambasciata d’Italia a Nairobi, mentre I-Help by Bso si è occupata della scorta medico-infermieristica, oltre all’allestimento sanitario del volo di stato.

Grazie a questa straordinaria sinergia, alle 23.50 del 4 Marzo, è decollato dall’aeroporto di Roma Ciampino un Falcon 900 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare alla volta di Nairobi. A bordo il team composto da due medici e un infermiere, oltre al personale di volo.

Missione compiuta il giorno successivo, 5 Marzo, con lo sbarco del paziente presso l’aeroporto di Firenze Peretola, da qui ha proseguito sino alla struttura riabilitativa grazie all’ambulanza messa a disposizione dalla Croce Rossa Italiana.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.