LA FAVOLA DEL VALSUSINO IAN MATTEOLI: A SOLI 11 ANNI ENTRA NELLA SQUADRA DI SNOWBOARD PIÙ FORTE AL MONDO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

ian-matteoli    

DI THOMAS ZANOTTI

BARDONECCHIA Il giovanissimo valsusino Ian Matteoli, a soli 11 anni è già un rider professionista, e da novembre è entrato a far parte di uno dei team di snowboard più forti al mondo: il Flow Team DC International. Era da tanto tempo che aspettavamo di vedere nuovamente uno snowboarder italiano varcare, con forza e capacità, le soglie internazionali dello snowboard.

Si tratta di una notizia davvero importante per Ian dato che ha soltanto 11 anni e pesa poco più di 30 kg. ossia quello di segnare la strada maestra che lo snowboard freestyle italiano dovrà seguire nei prossimi anni.

Recentemente Ian é stato protagonista in un servizio pubblicato sul Tg Sport di Rai Sport (http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/Ian-Matteoli-promessa-dello-snowboard-800a874e-14bc-4a53-ba08-33ec43a81306.html) nelle giornate del 25 e 26 novembre ma é stato anche intervistato in riviste prestigiose quali il famoso mensile Rolling Stone (http://www.rollingstone.it/sport/news-sport/e-italiano-e-giovanissimo-lo-snowboarder-pronto-a-stupire-il-mondo/2016-11-28/) che sarà in edicola da oggi e per tutto il mese di dicembre e all’inserto della Gazzetta dello Sport Sportweek.

Per chi non lo conoscesse, Ian é figlio d’arte ed é nato già con la tavola ai piedi. Suo padre Andrea meglio conosciuto da tutti come Matiu proviene da Bardonecchia ed é stato uno snowboarder di tutto rispetto. Ha collezionato in carriera ben 17 podi in Coppa del Mondo dal 1989 fino al 1996 e tra i principali successi nel suo palmares ci sono una vittoria nel Campionato Italiano di SuperG (1990), un Campionato Europeo (1993), due medaglie d’oro nella World Cup di SuperG (1993) ed un quarto posto nella Classifica Finale della FIS World Cup Tour (1996). Inoltre ha fatto parte dello Staff Tecnico di nazionali quali Canada, Grecia e Olanda dove ha allenato fra gli altri il Campione Olimpico a Nagano (Giappone) nel 1998 ossia il canadese Ross Rebagliati, per poi rivestire infine il ruolo del Direttore di Pista durante le gare dello snowboard tenutasi nella borgata del Melezet di Bardonecchia in occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

Proprio Matiu, quando Ian aveva soltanto due anni, gli ha messo ai piedi la prima tavola e lo tirava con una corda sulla neve per fargli prendere confidenza con equilibrio e sensazione di scivolamento. In quei tempi Matiu viveva in Nuova Zelanda e questa traccia é stata importante per la confidenza che oggi Ian ha con la neve e naturalmente con la tavola. Adesso vivono in Francia a Les Deux Alpes, dove il piccolo campione ha avuto il modo di allenarsi sia durante la stagione estiva che in quella invernale, frequenta la prima media italiana e parla correttamente tre lingue straniere. Quando non ha la tavola da snowboard sotto i piedi, Ian si dedica ad un altro sport propedeutico allo snowboard, lo skateboard.

Nonostante la sua giovanissima età, ha già visitato tutti gli snowpark simbolo dello snowboard freestyle internazionale come la DC Area 43 di Meribel e Les Deux Alpes in Francia, Mottolino Snowpark a Livigno (Sondrio) in Italia fino ad arrivare a Mammoth Mountain (California) negli Stati Uniti. Questo gli ha permesso di allenarsi su strutture decisamente impegnative, ma soprattutto di allenarsi con i più forti rider del mondo, tra cui il norvegese Torstein Horgmo.

Tra i sogni futuri nel cassetto di Ian c’é l’Olimpiade Invernale e non ci resta che augurargli un grosso in bocca al lupo per la sua carriera agonistica nel mondo dello snowboard, con la speranza di vederlo tornare in Valle di Susa e a Bardonecchia impreziosito da una coppa, seguendo le orme di suo padre.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.