LA LEGA DI SUSA ALLA SCUOLA DI POLITICA CON SALVINI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DELLA LEGA SUSA MONTE ROCCIAMELONE

SUSA – Anche la sezione Lega Susa Monte Rocciamelone era presente alla presentazione della sesta edizione della Scuola di formazione politica ideata da Armando Siri e Matteo Salvini. Tra i 55.000 collegati alla piattaforma c’erano infatti alcuni tesserati che desiderano partecipare attivamente alla vita politica. Rappresentando il territorio in maniera consapevole forti di una preparazione che ogni politico dovrebbe avere. Mission della scuola è quello di trasmettere gli strumenti utili a una partecipazione attiva e responsabile alla vita politica nazionale ed internazionale

LA SCUOLA DI FORMAZIONE

La scuola di formazione politica della Lega si svolge a Milano con la presenza di testimoni e ospiti illustri. Per offrire una contestualizzazione dei temi trattati e una pluralità di punti di vista sulle materie oggetto delle giornate di formazione. È infatti fondamentale conoscere quali sono le leve economiche e finanziarie del nostro Paese. Approfondire le proposte alternative ai modelli economici attuali per capire come funziona il sistema politico, amministrativo ed economico italiano. Conoscere come funziona la Pubblica Amministrazione, dai livelli centrali dello Stato sino alle amministrazioni comunali. Sapere cosa sono i Trattati Europei e quali sono i rapporti dell’Italia con l’Unione Europea.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

26 COMMENTI

  1. Salvini ha ideato una scuola di politica? Lui cosí colto e culturalmente di alto profilo?
    Purché non pensi anche di partecipare come “docente”.
    Naturalmente in tenuta da accademico.

  2. Fassisti! Nassisti! Rassisti! La cultura è solo di sinistra! Per insegnarvi la cultura e il rispetto per la libera associazione dovrebbero sbattervi
    in un campo di concentramento! Per farvi imparare la cultura vera vi daremo Elisabetta come insegnante! Franco, Bea, Giulio, Ale Qultur! Voi invece sarete incaricati di insegnare loro il rispetto per le idee altrui e a non parlare a sproposito senza ragionare! Fassisti! Vi faremo fuori usando i vostri stessi metodi, ma noi abbiamo sempre ragione! Salvini, non tornerai mai al governo, perché per darti lezioni di democrazia, sono 7/8 governi che non si vota più oppure anche se vinci le elezioni tanto ci stiamo lo stesso noi! Per contrastare le carogne fassiste bisogna togliere loro ogni diritto umano e cancellarli dalla faccia della terra! Viva la libertà di pensare solo come noi! Chi non la pensa come noi è un fassista!!!

    • Caro risponditore automatico, non è colpa nostra se è una impresa titanica trovare gente di dichiarata frequentazione di destra che sia allo stesso tempo in grado di scrivere frasi di senso compiuto, formulare ragionamenti che abbiano una logica o esprimere pensieri che abbiano una complessità superiore ai 160 caratteri di Twitter. Io non li manderei in un campo di concentramento, ma a scuola, ne hanno seriamente bisogno.

      • Denigrare l’avversario è l’unico metodo che conoscete e che applicate scientificamente da decenni,voi fascisti rossi che vi ritenete Elevati.

        • Dire che un ignorante è ignorante non è denigrare, è puntualizzare. Per il resto respingo al mittente ogni etichetta politica, io non ho né avversari, né alleati, né simpatie politiche di alcun genere per qualsivoglia partito o bandiera. Per cui per quanto mi riguarda puoi denigrare i partiti che preferisci, ma non accostarmi a loro.

          • Con la sua replica ha confermato in pieno il mio commento.E lei chi è per conferire patenti di ignoranza agli altri?Per ultimo;dare del tu presuppone un certo grado di confidenza ed io preferisco non avere a che fare con gente come lei.

          • Ripeto, sottolineare che i militanti/simpatizzanti di destra medi abbiano solitamente lo stesso livello di cultura di un dugongo è una semplice constatazione facilmente verificabile su ogni social. Ma per rendersi conto di questo legame è necessario averne un po’, di cultura. Queste constatazioni non vanno confuse con il simpatizzare per militanti/simpatizzanti di altri partiti o credi che condividono lo stesso livello di cultura. Il vero problema è la numerosità dei primi rispetto ai secondi, come facilmente verificabile anch’esso su ogni social.

      • Chiedo per un amico, a giudicare dai commenti che scrivete, non direi che la situazione a sinistra sia delle migliori… Elisabetta sembra che sbatta la testa sulla tastiera mentre scrive, e tutti gli altri non parlano, insultano.

  3. Ma è mica quel Siri che ha patteggiato una condanna per bancarotta fraudolenta nel 2014 e attualmente sotto processo per autoriciclaggio? O quel Salvini, che fa’ una nota di sfiducia al Conte 1 convinto che Mattarella gli dia l’incarico? Salvo poi ritirarla quando si rende conto che la conoscenza della Costituzione sta da una parte e lui dall’altra…. Eh beh, giovani leghisti sulla strada buona: incompetenza, mani nel sacco della cosa pubblica, slogan 100 fatti 0. Magari, se avanza tempo, anche in piazza a negare il Covid. Applausi.

  4. Ora capisco perché ci sono tanti ignoranti in giro, se nelle scuole si presenta certa gente… giovani ignoranti crescono, non voglio immaginare la futura classe politica…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.