LA VAL SUSA HA UN NUOVO BEATO: È FRANCESCO MARIA GRECO, PROZIO DELLA FAMIGLIA ROSSETTO CASEL

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn



SANT’ANTONINO DI SUSA – La Val Susa ha un nuovo “Beato”. In Vaticano si è appena conclusa la cerimonia di beatificazione di Francesco Maria Greco, zio di Germano Greco e prozio di Idacarla, Luca, Flavio, Franco Greco e Claudio Rossetto Casel. Si tratta di una famiglia molto nota a Sant’Antonino di Susa. Dopo Rosaz, è davvero un evento per la Valle avere un Beato “in casa”.

Chi era Francesco Maria Greco

Ecco come la pronipote Ida Carla Greco eicorda il beato.

“Il sacerdote Francesco Maria Greco, arciprete di Acri, in provincia di Cosenza, fondatore dell’ordine delle Piccole Operaie dei Sacri Cuori, nacque in Acri, nel 1857, nella casa presso cui continuò poi a vivere insieme ai pochi familiari rimasti. In particolare, i due nipoti: Antonio e mio padre Germano, il più piccolo della tribolata famiglia, che accanto allo zio aveva trascorso tutta l’infanzia e la prima adolescenza. Serviva costantemente le Sante Messe officiate da lui; soprattutto le ultime, che a causa delle cattive condizioni di salute del sacerdote avevano luogo nella cappella di casa. Sotto la sua guida aveva inoltre compiuto i primi studi, apprendendo i rudimenti del latino e del greco. Per tutta la vita avrebbe cercato poi di promuovere la causa di beatificazione dello zio, a cui era tanto profondamente legato.
Fu proprio a questo proposito che, nel 1991, aveva raccolto alcuni ricordi intorno alla figura dello zio sacerdote. «Quanti ricordi e pensieri hanno invaso la mia mente ed il mio cuore…! Mi rivedo a sedici anni il 13 gennaio 1931 orfano di Padre, accanto alla bara del Venerato Zio – scriveva –, che, per volontà di tutto il paese di Acri (Cosenza), venne trasportata scoperta fino al cimitero tra preghiere, commozione, ed entusiasmo generale.».
È bello e significativo poter vedere come ancora oggi, a distanza di tanti anni, quegli stessi sentimenti siano ancora vivi. Preghiere, commozione, entusiasmo hanno accompagnato la cerimonia nel corso della quale il 21 maggio scorso, nello stadio di Cosenza gremito di fedeli, il cardinale Angelo Amato ha proclamato beato monsignor Francesco Maria Greco: un sacerdote che visse – come scrisse egli stesso – «educando alla fede per educare alla vita», per farsi «voce dei senza voce».

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.