LA VALSUSA PIANGE LA MORTE DELL’AMATO VINCENT HAWKINS: RISTORATORE E CITTADINO ONORARIO DI SAUZE D’OULX

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Vincent con la sua chitarra

SAUZE D’OULX – L’alta Val Susa è in lutto per la morte, nella mattinata di lunedì 13 agosto, dell’amato ristoratore Vincent Hawkins. Lascia la moglie Annette, i quattro giovani figli, i parenti e tantissimi amici a soli 57 anni: un male incurabile non gli ha lasciato scampo. Nato a Liverpool, Hawkins aveva scelto 37 anni fa di lasciare l’Inghilterra e di mettere le radici a Sauze d’Oulx, dove era diventato un punto di riferimento per la comunità. Era una persona eccezionale: sempre allegro, gentile e con una grande passione per la montagna e il turismo. Vincent era un ristoratore attento e instancabile: con la moglie aveva aperto nel 1991 il ristorante “Il Falco” nel centro storico, uno dei più apprezzati nel territorio. Amava intrattenere i suoi clienti non solo consigliando i migliori piatti della tradizione britannica, ma a fine serata anche con l’immancabile chitarra.

2005: Hawkins insieme al sindaco Faure nel giorno in cui venne eletto assessore al Turismo

“Ho messo piede a Sauze d’Oulx la prima volta nel 1979, era il giorno di Santo Stefano – raccontava anni fa Vincent in un’intervista a un quotidiano – sono tornato nell’81 e nell’82, ho trovato lavoro in un bar e in poco tempo sono diventato gestore”. A Sauze d’Oulx Vincent conobbe l’amore della sua vita Annette (anche lei anglosassone, ma di Bournemouth) e scelsero di vivere a Sauze d’Oulx: “A Capodanno del 1991 l’allora sindaco Piero Gros mi firmò la licenza del ristorante”.

Vincent dedicò dieci anni della sua vita anche alla comunità e alla politica locale durante l’amministrazione guidata dall’ex sindaco Roberto Faure: nel 2000 venne eletto consigliere comunale e poi nel 2005 nominato assessore al Turismo. Pochi mesi fa, l’8 giugno, il consiglio comunale guidato dal sindaco Meneguzzi gli ha conferito la cittadinanza onoraria: “In questi anni Vincent Hawkins è sempre stato un punto di riferimento per gli inglesi in paese, ma soprattutto si è sempre speso in prima persona per la nostra comunità – spiegava il primo cittadino – un impegno che lo ha visto ricoprire la carica di consigliere comunale, prima volta in assoluto per un inglese, per un mandato, mentre per un secondo mandato è stato assessore al turismo nella giunta del sindaco Roberto Faure. Una presenza la sua di servizio anche il parrocchia con l’animazione delle funzioni, dove è direttore del coro con l’accompagnamento della sua chitarra. Quindi questa cittadinanza italiana è assolutamente doverosa ed è il grazie di un intero paese per la sua passione per Sauze, condivisa da tutta la famiglia”.

Hawkins al lavoro nel suo ristorante “Il Falco”, aperto nel 1991
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.