LA VALSUSA PIANGE LA MORTE DI BOSTICCO: IL RE DEGLI ALBERGATORI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

BARDONECCHIA – Mercoledì 25 luglio è mancato Romano Bosticco. Era considerato il “re degli albergatori” di Bardonecchia, presidente dell’associazione fino al 2013. “E’ stato un punto di riferimento e presidente per tantissimi anni dell’associazione Federalberghi – spiega Giorgio Montabone, presidente del consorzio turistico – con il quale ho condiviso tanto, con il quale ho anche discusso tanto, ma che certamente mi ha insegnato tantissimo prima e dopo avermi consegnato il testimone alla guida dell’associazione di categoria”.

Classe 1937, Romano era figlio di Natale e Margherita Bosticco. La sua famiglia aveva costruito alcuni alberghi che hanno fatto la storia di Bardonecchia, tra cui l’hotel Des Geneys, che ha gestito in prima persona con l’amata moglie fino a pochi anni fa.

Un piccolo aneddoto tratto dalla storia dell’hotel: “Quando era ancora piccolo, nel 1944, Romano trovò sulle montagne due soldati americani caduti da un aereo. Disse immediatamente a suo padre che li aveva nascosti in soffitta, proprio sopra le stanze dei soldati tedeschi. Dopo essersi preso cura dei due, organizzò la loro fuga.  Come ringraziamento, i soldati americani inviarono a papà Natale la penicillina, al loro ritorno negli Stati Uniti. Un regalo utile per papà Natale, che ha sofferto di polmonite bronchiale. Inoltre, il generale Eisenhower inviò una lettera di encomio ufficiale per ringraziare Natale Bosticco”.

E ancora ricordi:  “I tedeschi abbandonarono l’hotel nel 1945, lasciando dietro di sé una bomba con un timer, che il piccolo Romano trovò e portò a suo padre. Natale, terrorizzato, gettò la bomba dal balcone salvando l’hotel, che aveva avuto parecchi danni durante il lungo periodo di occupazione”.

L’hotel venne rinnovato negli anni ’50, ospitando turisti da tutta Europa. Sono gli anni del miracolo economico e l’Hotel des Geneys Splendid accoglie artisti italiani famosi come Raf Vallone, Martine Carole, Peynet e Soldati con la moglie americana. È una grande epoca per Bardonecchia che attira pittori come Casorati, Barberis, Lilloni, Chicco e Cattabriga.  In questi anni molti sportivi famosi come Bartoli, Coppi e Zeno Colo erano ospiti frequenti dell’Hotel Des Geneys Splendid. Gli anni ’60 vedono la nascita della discoteca La Mandia, creata da Romano nelle vicinanze dell’hotel, e che presto divenne il punto d’incontro della giovane generazione “Piedmonts”. Negli anni ’70 l’albergo passa direttamente nelle mani di Romano Bosticco che insieme alla moglie lo ha continuamente migliorato.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Onore al compagno Romano Bosticco ! UN giorno , non molto tempo fa , mi disse: se sapevo che che mi sarei battuto con la sinistra , per vedere come è finita , sarei rimasto a casa.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.