LA VALSUSA PIANGE LA MORTE DI CARLA BARELLA, LA PRESIDE DI AVIGLIANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
La preside Carla Barella (foto dal sito dell’Istituto Comprensivo di Avigliana)

AVIGLIANA – La città dei Laghi piange la morte della preside Carla Barella, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Avigliana dal settembre 2007 al giugno 2015. Era malata da tempo.

Pubblichiamo qui sotto la lettera che i docenti e il personale dell’istituto hanno dedicato alla preside, pubblicandola sul sito web ufficiale della scuola.

Ci sono situazioni e momenti che non vorremmo vivere mai, ci sono parole e silenzi che non vorremmo udire e ci sono lettere che non vorremmo dover scrivere, ma questa lettera, cara Preside, te la scriviamo col cuore, con l’anima, con la mente e ti immaginiamo mentre la leggi, seduta alla tua amata scrivania o in mezzo ad un cerchio di bimbi e ragazzi, che ti guardano con i loro sguardi semplici, veri, sinceri, a volte, per i più grandi, con quell’inquietudine adolescenziale tipica della scuola media; proprio quegli sguardi che tu hai sempre apprezzato, invogliato e custodito nei tuoi ricordi e di questo ne siamo certi.
Negli anni che hai dedicato, in modo ammirevole, alla Direzione Didattica prima e successivamente all’Istituto Comprensivo, hai saputo fare una Magia, la lettera maiuscola non è un caso, hai trasformato le parole in esempi, che sono rimasti impressi indelebilmente in chi ha avuto l’onore e la fortuna di percorrere un tratto di strada insieme a te.

Accoglienza, resilienza, inclusione, i temi che tu ci lanciavi ad inizio anno, da sostantivi sono diventati un modo di essere e di pensare. Alunni, docenti, famiglie, personale amministrativo, collaboratori scolastici, hai sempre accolto tutti con il sorriso e con la determinazione di trovare un rimedio o una soluzione. Hai partecipato alle mille iniziative dei Tuoi alunni fino ad arrivare, con una sezione dell’Infanzia, a Roma, per incontrare il Presidente della Repubblica.

Quante soddisfazioni. La tua costanza, la tua perseveranza, il tuo impegno sono stati davvero una pietra miliare nella storia del nostro Istituto, sei stata sempre uno stimolo a fare ciò che poteva essere “il nostro meglio”, cogliendo le peculiarità di ciascuno.

TI ringraziamo per tutto quello che hai fatto, per il tempo dedicato, per le energie profuse affinché tutto funzionasse sempre al meglio.
Ora, cara preside, sei andata altrove ma a noi rimarrà il tuo ricordo vivido ed indelebile.
Sant’Ignazio d’Antiochia diceva: “Si educa molto con quello che si dice, ancor più con quello che si fa, molto più con quello che si è”, e tu sei stata una splendida e grande persona oltre ad essere stata una stimata preside.

Hai regalato un pezzo di te ad ognuno di noi e noi, riconoscenti, lo custodiremo gelosamente.

Con infinito affetto e grande stima.

I docenti ed il personale ATA dell’Istituto Comprensivo di Avigliana

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.