L’ATTORE VALSUSINO RENATO PORFIDO NEL FILM DI NATALE DI PIERACCIONI / GUARDA IL TRAILER

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

di THOMAS ZANOTTI

Dal 7 dicembre e in tutti gli altri cinema italiani verrà proiettato il nuovo film diretto e interpretato dall’attore e regista toscano Leonardo Pieraccioni, dal titolo “Il Professor Cenerentolo”. Assieme a lui ci saranno Davide Marotta, Flavio Insinna, Laura Chiatti, Massimo Ceccherini, Sergio Friscia ma soprattutto l’attore valsusino Renato Porfido, che compare nel trailer ufficiale del film come comparsa, nella veste di poliziotto.

GUARDA IL TRAILER CON RENATO PORFIDO

Per Renato, che arriva da Bussoleno. sicuramente é un altro grandissimo traguardo in quanto ha partecipato a numerose fiction televisive e film ma prossimamente lo vedremo di nuovo impegnato in un altro ruolo…anche se per il momento non vuole svelare assolutamente nulla.

Il film racconta la storia di Umberto (Pieraccioni) che per evitare il fallimento della sua disastrata ditta di costruzioni tenta insieme ad un dipendente (Ceccherini) un maldestro colpo in banca che gli frutta però solo quattro anni di carcere.

Ma se non altro, nella prigione di una bellissima isola italiana ossia Ventotene in provincia di Latina. Umberto é alla fine della pena e lavora di giorno nella biblioteca del paese. Una sera, in carcere, durante un dibattito aperto al pubblico, conosce Morgana (Chiatti), una donna affascinante, bella ma un po’ folle e un po’ bambina. Morgana crede che lui lavori nel carcere e che non sia un detenuto. Umberto, approfittando dell’equivoco, inizia a frequentarla durante l’orario di lavoro in biblioteca. Ma ogni giorno entro la mezzanotte, proprio come nella favola di Cenerentola, deve rientrare di corsa nella struttura per evitare che il direttore del carcere (Insinna) scopra il tutto e gli revochi il permesso di lavoro in esterno.

Ecco alcune fotografie, la locandina e il trailer ufficiale del film:

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.