LAVORO IN VALSUSA: IL COMUNE DI SUSA ASSUME BIBLIOTECARIO A TEMPO INDETERMINATO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SUSA – È stato indetto un concorso pubblico tramite esami, per la copertura di un solo posto, a tempo pieno e indeterminato, di “Bibliotecario” nel Comune di Susa. La figura professionale di “Bibliotecario”, ha il compito di gestione del patrimonio librario, di consulenza ed orientamento bibliografico, nonché di programmazione e gestione di attività culturali. E’ richiesta, inoltre, anche la gestione delle attività inerenti il centro-rete del Sistema Bibliotecario Valle Susa di cui gestore è l’Unione Montana Valle Susa.

Per l’ammissione al concorso i candidati devono essere in possesso, alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione (3 giugno 2019), dei seguenti requisiti:

1) Età non inferiore ai 18 anni e il limite massimo dell’età pensionabile prevista dalla legge al momento della scadenza del bando;

2) Cittadinanza italiana. Sono equiparati agli italiani i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea ed i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, o che siano titolari dello status di rifugiato, ovvero dello status di protezione sussidiaria, in possesso dei requisiti previsti per legge.

3) Essere in possesso del seguente titolo di studio: Diploma di laurea magistrale (LM-5 del DM 270/04) o specialistica (L5/S del DM 509/99) in Archivistica e Biblioteconomia o Diploma di Laurea in Conservazione dei beni culturali (vecchio ordinamento).
Sono comunque ammesse le seguenti lauree:

Diploma di laurea magistrale (LM) – (DM 270/2004) tra quelle appartenenti alle seguenti classi: LM 37 “Lingue e letterature moderne europee e americane”; LM 78 “Scienze filosofiche”; LM 84 “Scienze storiche”.

Lauree specialistiche (LS) – (DM 509/1999), equiparate ai sensi del Decreto Interministeriale 9/7/2009 pubblicato in GU del 7/10/2009, n. 233 tra quelle appartenenti alle seguenti classi: 17/S “Filosofia e storia della scienza”; 18/S “Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica”; 93/S “Storia antica”; 94/S “Storia contemporanea”; 96/S “Storia della filosofia”; 97/S “Storia medievale”; 98/S “Storia moderna”; 42/S “Lingue e letterature moderne euroamericane”.

Diploma di laurea (DL- vecchio ordinamento), equiparate ai sensi del Decreto Interministeriale 9/7/2009 pubblicato in GU del 7/10/2009, n. 233, in “Filologia e storia dell’Europa orientale”; “Filosofia”; “Lettere”; “Lingue, culture ed istituzioni dei paesi del Mediterraneo”; “Lingue e cultura dell’Europa Orientale”; “Lingue e culture europee”; “Lingue e letterature straniere”; “Storia”; “Studi comparatistici”.

Laurea (L) – (DM 270/2004) tra quelle appartenenti alle seguenti classi: L-1 “Beni culturali”; L5 “Filosofia”; L-10 “Lettere”; L-11 “Lingue e culture moderne”; L-42 “Storia”; o lauree (L) – (DM 509/1999) – equiparate ai sensi del Decreto Interministeriale 9/7/2009 pubblicato in GU del 7/10/2009, n. 233: “Lettere”; “Lingue e culture moderne”, “Scienze dei beni culturali”; “Filosofia”; “Scienze storiche”.

Possesso di: Diploma di Specializzazione in Beni Archivistici e librari o titoli equipollenti; oppure Dottorato di ricerca o Master Universitario di primo o secondo livello in materie attinenti la biblioteconomia e i beni librari; oppure Attestato di qualifica professionale di Bibliotecario rilasciato da enti regionali o riconosciuti, di durata minima di 350 ore.
Nel caso di titoli di studio conseguiti all’estero, redatti in lingua straniera, devono essere completati da una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero redatto dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore ufficiale, e devono essere riconosciuti equipollenti ad uno dei titoli di studio previsti per la partecipazione al concorso. Sarà anche in tale caso cura del candidato, a pena di esclusione, indicare nella domanda gli estremi della norma che rende equipollente il titolo posseduto a quello richiesto;

4) Patente di guida di Categoria “B”;

5) Essere in possesso, per quanto se ne è a conoscenza, dell’idoneità fisica all’impiego. Ai sensi dell’art. 1 della Legge 23.03.1991 n. 120, la condizione di non vedente è causa di inidoneità fisica per l’adempimento dei compiti specifici attribuiti alla figura professionale da conferire e principalmente per quanto attiene le attività di inventariazione, catalogazione, conservazione e allestimento delle collezioni, la sorveglianza delle sale, nonché l’integrità del patrimonio. L’Amministrazione sottoporrà a visita medica i vincitori del concorso, ai sensi della normativa vigente, al fine di verificare l’idoneità allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo di Bibliotecario;

6) Non aver riportato condanne penali che possano impedire, secondo le norme vigenti, la costituzione del rapporto di impiego presso la pubblica amministrazione;

7) Non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo e non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

8) Di essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile nati entro il 31.12.1985, ai sensi della legge 23.08.2004 n.226);

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione e mantenuti fino al momento dell’assunzione.
La domanda di ammissione alla procedura, dev’essere redatta in carta semplice secondo lo schema allegato al presente bando e, dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12.00 del 3 giugno 2019, indirizzata al Comune di Susa (Via Palazzo di Città 39, 10059 SUSA). Inoltre, bisogna allegare insieme alla domanda di partecipazione al concorso una copia del documento di identità o di riconoscimento, in corso di validità; fotocopia non autenticata della certificazione di equipollenza del titolo di studio redatta in lingua italiana e rilasciata dalla competente autorità (esclusivamente per coloro che sono in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero); eventuale certificazione rilasciata da una competente struttura sanitaria attestante la necessità di usufruire dei tempi aggiuntivi nonché dei sussidi necessari, relativi alla dichiarata condizione di disabile.

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente secondo le seguenti modalità:

A) con consegna diretta al Comune – Ufficio Protocollo, nei seguenti orari:

Lunedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Martedì dalle ore 8,30 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00
Mercoledì e giovedì dalle ore 10,30 alle ore 13,30
Venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 17,00.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata in busta chiusa recante, all’esterno, l’indicazione del mittente e la seguente dicitura: “Domanda per concorso pubblico per esami per n. 1 posto di Bibliotecario – Categoria D – Posizione Giuridica di Accesso D.1 -.”

B) a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo e con la dicitura sopra indicati (in tal caso per il rispetto del termine di cui sopra non farà fede la data di spedizione ma solo quella di ricezione da parte del Comune).

C) tramite Posta Elettronica Certificata, in conformità e per quanto stabilito dall’art.38 DPR n.445/2000 e dall’art. 65 D. Lgs. n.82/2005 “Codice dell’Amministrazione Digitale” dal D.P.C.M. 6 maggio 2009 e dalla Circolare n. 12/2010 del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’indirizzo: comune.susa.to@legalmail.it indicando specificando nell’oggetto la dicitura di cui ai punti precedenti, nonché il nome, cognome del candidato. Si precisa che l’e-mail spedita da una casella di posta NON certificata NON potrà essere presa in considerazione.

L’amministrazione provvederà ad ammettere i candidati che abbiano presentato domanda, secondo le modalità ed entro i termini previsti dal presente bando e che risultano in possesso di tutti i requisiti richiesti sulla base delle dichiarazioni rese nel contesto della domanda. I candidati risultati in regola con quanto indicato saranno ammessi alla selezione con riserva di verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti, che sarà effettuata in ogni caso prima dell’assunzione in servizio, attraverso acquisizione d’ufficio dei relativi documenti.

L’ESAME PER L’ASSUNZIONE

L’esame prevede tre prove in totale: una prova scritta teorico-dottrinale, una prova scritta teorico-pratica e una prova orale. Le tre prove saranno incentrate su questi argomenti: biblioteconomia, ordinamento e gestione delle Biblioteche pubbliche. Legislazione regionale in materia di biblioteche, sistemi bibliotecari e archivi storici. Catalogazione, indicizzazione e classificazione dei materiali librari e documentali. Software gestionale “Erasmonet”; Editoria digitale. Normativa sul diritto di autore e sulla privacy. Ordinamento comunale. Nozioni di diritto amministrativo. Utilizzo dei social network. Soluzione di casi pratici volta ad evidenziare le capacità di problem solving. Conservazione e tutela dei beni librari e documentati, anche con riferimento al Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.

LE DATE DELLE PROVE

Le prove saranno tenute nei seguenti giorni: la prima prova scritta sarà il giorno 13 giugno 2019 alle ore 9,30, la seconda prova scritta il giorno 13 giugno 2019 alle ore 14,30 e la prova orale si svolgerà il giorno 1° luglio 2019 alle ore 9,30.

Le prove, se non diversamente indicato per tempo sul sito del Comune, si svolgeranno presso le seguenti sedi: le  prove scritte presso la scuola la scuola primaria di Susa in C.so Luciano Couvert n. 24 e la prova orale presso la Sala Consiliare del Comune di Susa in Via Palazzo di Città n. 39.

LA GRADUATORIA

La formazione della graduatoria del concorso avverrà sulla base del punteggio complessivo conseguito dal candidato, tenuto conto:

a) del punteggio finale allo stesso attribuito dato dalla somma dei voti riportati nelle singole prove d’esame (media dei voti conseguiti nelle due prove scritte e votazione conseguita nel
colloquio);
b) dei titoli di preferenza, a parità di merito.
A parità di punteggio di uno o più concorrenti si terrà conto, ai fini della posizione definitiva di ciascuno, delle preferenze di legge previste dal comma 4 dell’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e s.m.i.
Sarà dichiarato vincitore il candidato che avrà ottenuto il punteggio maggiore nella graduatoria
di merito.
La graduatoria di merito, unitamente alla nomina del vincitore del concorso sarà approvata con determinazione del Responsabile del Servizio Personale e pubblicata all’Albo Pretorio del Comune di Susa e sul sito internet del Comune.

All’atto dell’eventuale immissione in servizio a tempo indeterminato, l’assunzione del vincitore sarà comunque effettuata con un periodo di prova di sei mesi. Decorso il periodo di prova, senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle due parti, il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene riconosciuta l’anzianità dal giorno dell’assunzione a tutti gli effetti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.