LE GRU APERTE FINO A MEZZANOTTE PER GLI ACQUISTI DI NATALE / LA RABBIA DI UNA COMMESSA: “NON SIAMO SCHIAVI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

  
di SIMONA MASSONE (commessa del centro commerciale Le Gru)

Circolare del 3 dicembre 2015 dalla Direzione del Centro commerciale Shopville Le Gru sulle aperture straordinarie: dal 18/12 al 23/12 saremo aperti fino alle 24. Siamo persone, non siamo schiavi della nuova epoca, abbiamo la nostra dignità, abbiamo i nostri diritti, abbiamo famiglie, abbiamo figli…vorremo vivere anche noi la nostra vita. Due anni fa ci avete obbligato a lavorare tutte le domeniche, volevo ricordare che le domeniche non sono più considerate festivo, per cui rientrano nelle ore ordinarie, volevo ricordare che i più fortunati arrivano a guadagnare poco più di 1000 euro al mese, volevo ricordare che siamo persone….ora mi chiedo che cazzo stiamo aspettando non è più tempo di rimanere in silenzio io rivoglio la mia vita….

Per cui mi rivolgo a voi consumatori: non recatevi a comprare nella grande distribuzione, e se andate non recatevi la domenica e in orari dove potete stare con le vostre famiglie, perché anche a noi piace mettere a letto i nostri figli…questa e’ la mia voce e il mio appello forse sarà ascoltato o forse no, ma almeno ci ho provato….condividete il più possibile. Vi auguro buone feste a tutti….

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

141 COMMENTI

  1. Vergognoso davvero!!!! Quando c’è la gente che farebbe di tutto per un lavoro voi che siete fortunati vi lamentate??? Basta davvero che fate pena!!! Sono senza parole con tutti che muoiono fi fame dovreste solo essere contenti di cio che avete!!

    • La sua risposta Mattia può essere Vera fino a un certo punto. È vero che il lavoro ormai è un privilegio purtroppo e che bisogna quasi baciare terra se ne possiedi uno (assurdo!) ma è anche vero che siamo prima di tutto delle persone. Non ha senso che una commessa debba lavorare da lunedì a domenica normalmente fino alle 22:00 e nei giorni vicino alle feste fini alle 24! Non hanno il sacrosanto diritto anche loro di stare a casa con i figli e vederlo crescere? Di avere del tempo per respirare un po’? Io credo proprio di sì! Mi sembra davvero il minimo rispettare la vita e la libertà altrui

      • Chiedo scusa Anna per l’intrusione, ma tanto per dire, io che lavoro sui 3 turni (06,00/14,00-14,00/22,00-22,00/06,00) come migliaia di altri italiani, e lavorando nel socio sanitario non ho feriali ne festivi, non siamo anche noi delle persone prima di tutto?E noi cosa dovremmo dire? io ci lavoro tutto l’anno sui 3 turni, e una si lamenta perchè lavora fino alle 22,00? Ergo, se non ti sta bene ciò che fai, lascia il lavoro, per quanto ce ne sia bisogno appunto, ci sono migliaia di curriculum da prendere in considerazione dopo il tuo. Sempre che poi ne trovi un altro di lavoro. A dimenticavo sono anch’io padre di famiglia con bimbi piccoli.

        • Non vorrai mica paragonare il socio sanitario con un centro commerciale ah è vero il centro commerciale è di vitale importanza la gente morirebbe non poterci andare di domenica

        • Quando hai scelto questo lavoro sapevi che avresti lavorato su tre turni. Se non ti andava bene avevi solo da scegliere altro. DIVERSO È CAMBIARE LE CONDIZIONI LAVORATIVE IN CORSO D’OPERA!

          • Io sono stato confermato a tempo indeterminato a condizione di lavorare part time verticale sabato domenica e lunedì l. Ergo, le domeniche in famiglia o con gli amici sono spariteee. O così o ciao ciao

    • Sei un povero italiano medio ridicolo.. non meriti commenti razza di imbecille vegetale..visto che hai un lavoro allora devi metterti a 90? Ma ce la fai?? Conosci i diritti dei lavoratori? I diritti umani? Grazie a gente come te che ci stanno calpestando.. e devi pure dire grazie se ti stanno calpestando? Sei uno di quelli a cui deve bruciare il sedere per capire.. sei una vergogna.. e’ meglio se ti nascondi va..

        • Lavoro in un centro commerciale …se guadagni meno di mille euro vuol dire che sei una part.time….quindi lavori al massimo 30 ore…dico bene?…fai sicuramente i turni e non credo che finisci sempre alle 24…sempre a lamentarvi e pronti ad insultare chi la pensa diversamente da voi….

      • Sono d’accordo al 100% con federico.
        è colpa di gente così che ci calpestano…ed è colpa della gente che va a fare la spesa oltre le dieci di sera o nei supermercati aperti la notte….. state a casa con le vostre famiglie o andateci in orari consoni…

        • Forse (e dico forse) la gente va al supermercato di domenica o in orari serali perché di giorno lavora?
          Io lavoro notturni e festivi, so che fa parte del mio lavoro e ho imparato a organizzarmi, e la spesa vado a farla quando il mio lavoro me lo consente. Ci sono turni e periodi di riposo e non credo che un piccolo sacrificio una tantum possa essere così insostenibile…

          • Può anche essere, ma una volta niente era aperto di domenica o fino alle 22.00 e peggio ancora oltre…nessuno è mai morto di fame tutti riuscivano a fare tutto. Al giorno d’oggi siamo messi come un gatto che si morde la coda, ad un punto tale che anziché aiutarci per cercare di risolvere le cose ci diamo contro….

      • Concordo pienamente con te Federico… ma fin che ci sarà gente che la pensa come quello lì l’Italia sarà in rovina… è grazie a persone come loro che si lasciano sfruttare che poi non c’è lavoro per tutti… se ci rivoltassimo tutti come negli anni 60 magari riotterremmo i diritti che si erano duramente aquisiti allora

      • Bravissimo, certa gente meriterebbe di vivere per lavorare a 4 soldi al mese. Non hanno dignità e nemmeno minimamente idea di cosa voglia dire vivere! A tutti quelli che poi dicono: “ringrazia che il lavoro ce l’hai” mi viene da dirgli di partire e andare ad esplorare il mondo. In china ed in taiwan possono essere fortunati anche loro Lavorando.

    • Ignorante hai letto l’articolo? hai letto che le domeniche sono diventate ordinarie e non più straordinarie? con conseguenti tagli agli stipendi dei lavoratori, hai capito che più si andrá avanti è più diventeremo schiavi, con la solità scusa che c’è crisi e che una persona si deve accontentare per quello che ha? hai capito che con tutto questo tantissimi piccoli negozi hanno chiuso e altri ne chiuderanno perchè non si potranno permettere di tenere aperto dalle 9 alle 24? riffletti prima di sparare stronzate

      • Ignorante e’ un parolone, ovviamente ci sono i turni, e le ore dopo le 22 sono pagate al 50%in piu’ non stiamo parlando di lavorare 24 su 24…….se sbaglio qualcuno mi corregga senza arrivare al volgare

        • Il 50% più? ? Ma chi te le racconta ste favolette???? E poi sarebbero 4 euro in più lordi a ora.. dai fammi il favore e vergognati tu.

        • Nel darti dell’ignorante sono stati fin troppo gentili… Sei cerebralmente inclassificabile! Quando uno parla solo perché ha la lingua in bocca. Sicuro sei un figlio di papà.

        • Ha ragione Matteo! Non c’è lavoro e chi lo ha vuole la domenica libera e magari anche il sabato…ma siete nel commercio e si lavora quando ce n’è bisogno! Ho avuto un’attività commerciale e se volevo fosse in attivo ho dovuto fare tanti sacrifici, anche 10 o 12 ore! I dipendenti lavorano 40 ore settimanali che possono essere distribuite secondo bisogno!!!!

          • Ma il mio contratto non prevede la domenica non vedo perché devo farla???che assumano gente ben venga per tutti quelli che hanno anche bisogno. Ma non spalmare le loro cazzate per il profitto su noi soliti4gatti!!!e finite la se non ci siete dentro non potete capire. In più la gente EE sempre più maleducata

    • Ma si vergogni Mattia ….ok sono fortunati che hanno un lavoro ma NON DEVONO ESSERE TRASFORMATI IN SCHIAVI ….anche loro hanno famiglia e l orario x acquisti NON HA SENSO FINO ALLE 24 ….ma la gente ci va a cazzeggiare e perché fa caldo. …fregandosene degli acquisti

    • Mattia dovresti vergognarti tu … É anche per colpa di questo pensiero che noi commessi siamo arrivati a questo punto.
      Io ringraziò si di avere un lavoro ma non per questo devo sacrificare la mia vita per un negozio, vorrei vedere se tutte le persone che la pensano come te sarebbero contente seriamente di non passare più una domenica, una festa, o anche solo un intera giornata con i propri cari per 900 euro al mese … Cosa che tra l altro ti fa si pagare l affitto ma non ti fa vivere.
      Prima di parlare mettiti nei panni anche dei commessi e ti parlò da ex disoccupata.

    • Si. Matteo…scommetto che lei è in persona che lavora in ufficio dal lunedì al venerdì! È scommetto anche che il prossimo ponte dell’immacolata lei sarà a casa con la sua fidanzata, amici ecc… Io no! E nn tiri fuori il discorso poliziotti, infermieri ecc…nn dobbiamo salvare nessuno dalla fame….

    • La domenica a casa, feste a casa, a noi gente normale ci stanno togliendo tutto, se continuiamo a farcela mettere nel di dietro con la scusa che (ma io ho il mutuo, ho la macchina, ho i-Phone da pagare) qui non cambia nulla, ci dobbiamo svegliare, tutti abbiamo spese a fine mese e problemi.

    • FORTUNATI??? Ma si vergogni lei Mattia!!! IO SONO DISOCCUPATA MA LEI SA ALMENO DI COSA PARLA??? è grazie a persone come voi che la gente è costretta a passare da disoccupata a schiava del lavoro e non avere piu una vita per poi avere 2 soldi da non potersi neanche godere! E’ grazie a lei e la gente che la pensa come lei che la gente è SFRUTTATA per non assumere nuovo personale…

      E’ grazie a lei e la gente che la pensa come lei che la gente è disoccupata! perchè se tutte le persone che lavorano onestamente non accettassero di essere sfruttate ci sarebbe lavoro per tutti!!

      Negli anni 60 si sono fatte rivoluzioni per ottenere diritti che ora non esistono di nuovo piu… e c’è gente a cui pure gli va bene.. brava Italia che andrà in rovina grazie a gente come questa

    • mattia sono d’accordo con te in questo tragico momento in cui manca il lavoro io lavorerei persino di notte pur di avere uno stipendio del resto la richiesta vale per il periodo natalizio quindi una quarantina di giorni i tuoi figli capiranno lo stesso se per questo periodo non li metti a etto tu

    • Mattia, questa gente lavora già almeno 6 giorni su 7 e sempre la domenica se non ti è chiaro. E come avrai sicuramente letto (?) la domenica non ottengono soldi in più, perché non viene considerato più un giorno festivo (!), inoltre non possono decidere se lavorare o meno la domenica. Se tu muori di fame non è colpa loro. Anzi, sarà colpa dei capi che fanno lavorare questi poveri cristi, anzichè assumere qualcuno part-time. Bravo, continua a fare la tua guerra fra poveri, complimenti, sei molto intelligente.

    • …..sono riusciti a metterci uno contro l’altro. Il lavoro bisogna conservarselo….ok ma la schiavitù e lo sfruttamento no. Quelli che fanno pena sono i lecchini dei padroni !!!

    • Il lavoro e’ Vero che chi CE la e Bello che lo tenga stretto ma un conto e fare orari decenti e un conto e fare orari da schiavisti vergogna

    • Ciao Mattia io sono d’accordo con te…. E se dobbiamo dirla tutta ci sono tanti supermercati aperti 24 su 24, gli operai in fabbrica, infermieri, dottori ecc…. Cosa dovrebbero dire allora??? Questa commessa deve solo stare al caldo e sorridere alla gente!!!! Tutto sto casino x 12 ore in più divise su 6 gg… A me dopo 10 anni nella stessa multinazionale mi hanno lasciata a casa dall’oggi al domani senza tante storie!!! Purtroppo giusto o sbagliato ce ne dobbiamo fare una ragione e prendere il lavoro come viene!!!

      • Stare al caldo a sorridere alla gente !!!! Ma vergognati … Fanny non parlare se non sai cosa vuol dire … Sono dodici ore in più a sopportare clienti che ti trattano come pezze da piedi … Schiavizzati per persone egoiste e annoiate che non hanno.altro da fare la sera e la notte se non fare la spesa

        • Chiara ogni lavoro ha i suoi pregi e difetti…. Abbi pazienza ma secondo te gli infermieri, gli operai attaccati ai forni , i camionisti, chi pulisce le scale al freddo ecc ecc…. Fanno vita migliore delle commesse? Ma per favore!!!! Io non dico che sia giusto lavorare fino a mezzanotte per un centro commerciale però per una volta non é la fine del mondo… Lo so anch’io che non é giusto lavorare tutte le domeniche i festivi e tutto il resto però purtroppo il lavoro é cosi…. Io ho sempre dato l’anima per il lavoro andavo anche con la febbre e la bronchite e cosa ho ottenuto? Un pugno di mosche! Chi x una cosa chi x un’altra il lavoro é diventato uno schifo x tutti!!!!

          • Sì è mai chiesta chi ha permesso che diventasse uno schifo così? Quelli che la pensano come il signor Mattia….e ripeto, di fame non si muore anche se non si sta aperti fino alle 22.

      • Se lavori come ragioni…..hanno fatto bene a lasciarti a casa!!! Una come te non la vorrei nemmeno gratis…il mio lavoro prevede tre turni compresi domeniche e festivi ma….L’HO SCELTO IO!!!!!!

        • E quindi??? Non sei certo morto per lavorare nei festivi o sbaglio???
          Una precisazione… mi hanno lasciata a casa semplicemente perché la casa madre inglese ha deciso di spostare gli uffici all’estero…. Poi comunque impara a leggere…. Non ho detto che fanno bene a tenere aperto fino a mezzanotte ho detto solo che non é la fine del mondo x 12 ore in più fare tutto sto casino dato che ci sono tantissimi lavori peggiori di questo e purtroppo che ci piaccia o no ci dobbiamo adeguare a questo schifo….. Trova tu la soluzione allora…. Per quello che mi riguarda non ci metto mai piede alle gru di giorno figuriamoci se vado a mezzanotte!!! Invece chi critica tanto come te scommetto che sarai lí fino alla chiusura!!!!

    • Con questa scusa che ormai il lavoro è un privilegio a causa di questa finta crisi, si sfrutta la gente peggio degli asini da carico, almeno loro a fine giornata avevano il fieno, noi invece ci dobbiamo accontentare di uno stipendio da fame mentre chi ci comanda grazie a noi fanno la bella vita! Smettetela di rimproverare chi non ha voglia di sottomettersi a questa classe sociale! -_-

    • Vergognati tu a scrivere certe stronzate..!! Conosco amici che lavorano all egru che si fanno 13 ore al giorno straordinario non pagato..!! Quindi prima di parlare devi sapere le cose.. Questo è sfruttare le persone!! Anche chi lavora nei centri commerciali a una famiglia come tutti quanti.. Non vi basta che sia aperto fino alle 21 che la maggior parte della gente entra solo per farsi le passeggiate e manco comprano..ma per favore

    • questo è l’obiettivo che lo Stato italiano vuole raggiungere: metterci gli uni contro gli altri (lei lo ha appena fatto). Critica chi giustamente pretende i propri (minimi) diritti ma non critica chi quei diritti li ha palesemente violati. Chi muore di fame è perchè dietro ci sono persone che violano diritti altrui arrogandosi il potere di decidere della vita degli altri. Ci pensi bene quando va in un centro commerciale alle 8,30 di sera, la domenica e i giorni festivi perchè quelle persone “che fanno pena” un giorno potrebbero essere i suoi figli o i suoi nipoti che si sono dovuti “prostituire” per un misero “diritto” chiamato lavoro.

    • Ciao Matteo, io ho venduto auto per 15 anni. Se vendi auto lavori oramai 7 su 7 dalle 10 alle 12 ore al giorno. 40 ore settimanali? Si sulla carta forse…perchè se ti va bene è così…se no è ancora così! E non sei nemmeno retribuito (altro che maggiorazione!) perchè ti dicono che se vendi guadagni (15 € a macchina…) E non salvo vite per mestiere! Dove per inciso anche li a maggior ragione devono essere tutelati i riposi delle persone che se compiono un errore sono cavoli amari!!! Quindi una cosa è stringere i denti in un momento contingente…un’altra è fare diventare questo la normalità. Non è normale che per far comprare due rotoli di carta igienica la domenica altri esseri umani come te e con i tuoi stessi diritti perdano il sacrosanto diritto di “santificare” le feste.

  2. ho lavorato in un outlet per due anni e capisco benissimo, sempre in piemonte.
    Oltre al fatto di trovarsi davanti persone veramente maleducate, soprattutto il week end o nei giorni di festa, persone che ti trattano male e che nemmeno hanno il buon senso di dirti un “buon giorno e un grazie” si ha la convinzione che ci sia effettivamente il bisogno di tutte queste ore e giorni lavorati.
    La prima regola del marketing è proprio quella di creare un bisogno di un qualcosa di estremamente superfluo e inutile; non è solo una presa per il culo nei confronti di chi lavora ma soprattutto di chi compra e che quindi spende quei soldi, di cui tutti abbiamo necessità, che sarebbero più utili, ad esempio, per una bella cena in famiglia.
    ci stanno togliendo la dignità per 1.200 euro al mese…. facciamoci furbi.

  3. Proprio a causa di soggetti naturalmente schiavi, che piegano sempre il capo ai potenti, in questo caso sono le multinazionali della GDO, in altri casi le ELITE finanziarie e coi via, che la democrazia del lavoro e la dignita delle persone sono scomparse dall’esistenza di uomini e donne. Chi lavora ha avuto una riduzione della qualità della vita che porterà presto a ribassare nuovamente il livello medio delle aspettative di lunghezza della vita. Le generazioni passate hanno fatto immensi sacrifici e versato sangue per conquistare una vita decente per chi lavorava e per le loro famiglie. Ora un partito, il maggiore responsabile, ovvero il PD che nacque proprio per difendere le classi subalterne – i lavoratori, ha totalmente sradicato i diritti non solo di chi lavora ma anche del comune cittadino. Basta abbassare la testa, ribelliamoci, è ora di fermarli, è ora di fargliela pagare, cambiando il voto, votiamo i cittadini, votiamo il MOVIMENTO 5 STELLE…!

  4. Potremmo dire la stessa cosa degli operai di ditte metalmeccaniche che lavorano su turni. Loro non hanno gli stessi diritti dei commessi de “le Gru”?
    Ci saranno dei turni per i commessi, come ci sono i turni per gli operai, con la differenza che ai commessi tutto ciò accade solo nella settimana dal 18 al 23/12, agli operai accade da sempre.
    Il problema delle domeniche lavorative… i baristi, i camerieri di ristoranti e birrerie lavorano tutte le domeniche anche sino a mezzanotte ed oltre e non penso guadagnino tanto di più.
    Ogni lavoro ha i suoi pregi e i suoi difetti.

    • Ma quando tu decidi di fare un certo tipo di lavoro lo metti in conto. Ma il lavoro da commessa non prevede ciò. Ma siamo pazzi? C’è chi riesce a dare ragione a certe iniziative? Davvero. Vorrei che veniste voi a fare sti orari 7 giorni su 7 per 1000 euro al mese. E basta con la storia di essere fortunati ad avere un lavoro! Il lavoro c’è l ho perché sono brava in quello che faccio e l ho dimostrato in tanti anni.

    • Cazzarola ma c’è differenza fra i vari beni di consumo : un ristorante è normale che sia aperto in certi orari ma un negozio d’abbigliamento? Abbiamo davvero la necessità di comprare un jeans alle 11 di sera? Fatemi il favore

    • Cari lettori sono una commessa anche io non capite un cazzo. Noi siamo li a lavorare e voi fuori a cazzeggiare ma non vi vergognate le feste e la famiglia sono sacre. Le aziende non assumono personale ma ci fanno lavorare a ritmi frenetici una per turno e cosi non segui il cliente e a volte recuperi le ore di straordinario. Svegliatevi non siamo nel mondo dei balocchi ma in italia. Tenete aperte anche banche,poste e uffici pubblici fino alle 24 cosi vediamo chi ci lavora se è contento.

      • Scusa, ma la gente che va lì ci andrà si per “cazzeggiare” come dici te (con questo tuo vocabolario non mi stupisco che tu faccia la commessa), ma porta anche diversi soldi che servono anche per il tuo stipendio. Per cui anziché insultare queste persone, insulta i tuoi datori di lavoro e/o cambia lavoro.

  5. .Assunzione a tempo derminato no?Personale extra impossibile? Lasciate esprimere chi vuol farlo senza attaccare chi non la pensa come voi …liberta’ di idee e di ,questo e’ quello che serve in una societa’ libera tutti abbiano gli stessi diritti

  6. Almeno avrete di che mangiare !chi troppo chi niente ,farete i turni come tutti nel mondo ….sempre a lamentarvi state!apprezzate cio che avete ,ingrati !

  7. Ho letto tante inesattezze nei commenti dettate da posizioni evidentemente diverse a seconda di chi scrive. La protesta di gente che sotto il ricatto dell’ “avere un lavoro” deve sottostare ad ogni ingiustizia frutto di un mercato del lavoro ormai fuori etica e controllo è sacrosanta è giusta perché, per rispondere a chi non ha un lavoro, è proprio la causa della mancanza di impiego: in origine l’ampliamento degli orari di lavoro nacque per creare nuovi impieghi: più gente assunta per coprire maggiori orari di apertura delle attività commerciali. Non è avvenuto questo perché in realtà il personale è rimasto lo stesso e con l’abolizione di diritti e creazione di contratti di lavoro fittizi si è dato il via ad un precariato sempre più selvaggio. Si è arrivati ad una regolamentazione del lavoro dipendente da chi offre un lavoro e non viceversa. Io lavoro con la grande distribuzione. Questa continua ad aprire centri commerciali solo per ottenere sgravi fiscali e non perchè ce ne sia effettivo bisogno: un numero crescente di “cattedrali nel deserto” che genera personale precario dall’inizio dell’attività perché il più delle volte non c’è un bacino d’utenza sufficente alla copertura delle spese di questi centri ed ai loro utili. Le direzioni centrali quindi spremono sempre di più il personale assunto perché non hanno soldi per assumere tutto quello a loro necessario per coprire tutti i turni di lavoro. Bisogna combattere per ottenere lavoro di qualità perché solo così si genererà quel benessere che, avendo gente che lavora ma ha anche tempo libero genererà quei consumi atti a creare nuovi posti di lavoro. Meditate …

    • susate qui non si e capito nulla a mio avviso ci hanno tolto ogni diritto grazie alle nuove normative di lavoro lavorare si ma essere schiavi maiiii con la scusa della crisi ce la mettono in quel posto a tutti

  8. Lavoro in una multisala lavoro Natale capodanno Sabato Domenica dalle 13:00 alle 1:00 se va bene, ma io faccio divertire voi che vi lamentate per cui non devo lamentarmi. E il mio lavoro se non mi va posso prendere licenziarmi e andare a cercare un lavoro che lavoro dalle 9:00 alle 17:00 andare poi a comprare prendendomi tutto il tempo che voglio senza correre passare la serata in famiglia. Per cui cosa vi lamentate licenziatevi non siete schiavi o macchine, l’azienda dice che l’orario di lavoro e quello bisogna coprire quei orari se non avete mai rotto i coglioni sicuramente l’azienda cercherà di accontentare quei dipendenti che anno delle esigenze, invece se avete rotto sicuramente se ne fregherà, ma nessuno vi obbliga.
    Come non obbliga me se voglio fare Natale Capodanno a casa chiedo, magari non chiedo tutti gli anni che non sono l’unico o anche altri colleghi che ci tengono a farlo, ma o sempre chiesto e o sempre ricevuto.
    Comunque Cara SIMONA MASONE non ti va sei brava licenziati ci sara sicuramente qualcuno che penserà di non essere l’unico sulla faccia della terra e che gli orari non saranno un problema. Spero che questo tuo sfogo sia lette da chi di dovere, perche se fossi una mia dipendente saresti silenziata mediatamente sicuramente pagando tanto ma togliersi una pianta grane dai piedi e meglio.
    A leggere certe cose mi viene il nervoso dall’egoismo di certa gente

    • Tanto per cominciare… ti faccio un bel regalo per natale…. delle belle H!! Che ne dici? È colpa della gente come te se tutto va a rotoli… ormai si permette di fare alle aziende tutto quello che gli pare calpestando i diritti di chiunque.. con la scusa della crisi… ma per favore!!!!bisogna ribellarsi altro che licenziare la dipendente!!! Era bello una volta, quando i genitori il sabato e la domenica potevano portare i bambini a fare le gite!! Ora è un’utopia!! E ti pare normale? E parla una privilegiata che lavora da lun a ven dalle 8 alle 17… ma che per il rispetto degli altri non si sogna nemmeno lontanamente di metter piede di domenica o dopo certi orari in un centro commerciale… vorrei un mondo migliore, non bisognerebbe vivere x lavorare… dovrebbe essere il contrario.. ma purtroppo ormai…. e finché c’è gente che la pensa come te… ce la meritiamo questa fine di merda che stiamo facendo!

    • Pippo comprati una grammatica. Hanno esigenze, tanto per iniziare. Io ho lavorato prefestivi e festivi nel periodo natalizio anni fa (anno inteso come periodo di tempo, hanno invece significa possedere, agire o sentire.) Chiusa la precisazione grammaticale, Sei una persona di una grettezza spaventosa. Il lavoro è un mezzo, non il fine della vita. Ma temo che spiegarti queste cose sia inutile, come pretendere che tu sia in grado di scrivere una frase grammaticalmente corretta. Lavoratori e cittadini. Non servi e schiavi. Ma va oltre la tua comprensione. Tu sei felice solo prostrato.

      • Allora spero che quest’anno i cinema a Natale e Capodanno restino chiusi come e tutti gli altri locali di divertimento notturni.

  9. Si chiama lavoro dipendente perchè dipendi da chi decide cosa fai, quanto guadagni, quando fai la pausa, quando entri, quando esci e anche il tenore di vita che avrai fuori finchè sarai il suo dipendente.Le persone devono imparare a liberarsi invece di volere il posto fisso a tutti i costi, il prezzo di una parvenza di sicurezza è ormai tradotto in schiavismo, l’alternativa c’è si chiama informazione.

  10. Non mi sembra una forma di schiavismo, ci sono lavori in cui si deve garantire il servizio 24h/24, eppure non mi sembra che i medici, chi lavora nel ramo dei trasporti, nelle forze dell’ordine ecc abbia mai parlato di sfruttamento. ci si organizza e semplicemente si fanno i turni

    • Cindivido pienamente. Inoltre faccio presente che le banche hanno orari fino alle 8 di sera e siamo aperti anche al mattino. Quindi informatevi bene prima di parlare. Gli infermieri lavorano su turni e quindi le festività raramente le passano a casa… Quindi poveri commessi non lamentatevi… Non ne avete proprio bisogno… Se non vi piace lavorare fino a tardi cambiate lavoro!!! Non credo comunque che tutti i giorni siate al lavoro 24/24 h.. Dai finitela con queste cazzate!!! Gli italiani, popolo di lamentoni!!!

  11. Chi parla di altri lavori in cui si fanno i turni o si deve garantire il 24h/24 (e 7gg/7) dimentica che per queste attività sono previste rotazioni delle turnazioni, indennità di reperibilità e maggiorazioni economiche che compensano in termini economici la maggior disponibilità data all’azienda. Qui invece si parla di lavoro considerato ordinario in orari e giorni dove normalmente si dovrebbero applicare maggiorazioni festive e notturne.

    Ma la vera causa di tutto ciò sono i consumatori: se quando i supermercati e i centri commerciali hanno cominciato a tenere aperto sempre più a lungo, ad aprire le domeniche o a fare gli esperimenti notturni (come la LIDL e il Carrefour a Torino) la gente evitava di andarci, certi “esperimenti” sarebbero morti lì. Invece la pigrizia della gente è tale che se un supermercato chiude alle 21 trovi gente alle 20:55 che vuole fare la spesa e se chiude alle 24 li troverai lì alle 23:55. A Torino c’è gente che va a fare la spesa di notte nei supermercati oggetto di sperimentazione. Pare che una volta che i supermercati erano chiusi di domenica, nelle festività e di notte la gente morisse di fame.

    • Ti faccio presente che gli infermieri devono garantire la copertura del reparto, non hanno reperibilità pagata… Inoltre se il collega che dovrebbe entrare in turno non si presenta quello del turno precedente è costretto a fermarsi per il turno successivo… Ma in tutto cio a voi pare normale… Ma la commessa… Poverinaaaaa… Ma finitela!!!

  12. Dunque. Purtroppo o per fortuna, il consumo viene sempre più inteso come necessità primaria, come se si trattasse di urgenza sanitaria. Volenti o nolenti, in altri Stati è così da anni. I supermercati sono liberi di rimanere aperti anche 24h su 24, 7 giorni su 7… Il mercato va in quella direzione (purtroppo anche gli spalatori di carbone persero il lavoro quando comparvero le locomotive elettriche). E del resto, non è necessariamente un male. Esistono persone (penso proprio a chi lavora in ospedale) che fanno turni di 12h, escono da lavoro alle 23 e… Come fanno? Ma penso che, se non vogliamo farci stritolare e in più evitare che i commessi si armino e mettano a ferro e fuoco magazzini e capannoni, debbano esserci leggi che a) retribuiscono caro e salato il lavoro notturno e feriale (così vediamo se conviene così tanto, alla grande distribuzione, tenere aperto SEMPRE) b) tutelino IN GENERALE i lavoratori, in modo che, famiglia o no, se lavoro il weekend quantomeno io abbia due sacrosanti giorni di riposo a inizio settimana c) tutelino IN PARTICOLARE chi ha famiglia.

  13. non ci capisco piu’ un tubo, tutto un rincorrersi di affaristi che impongono orari sballati per fare la spesa, prima c’era un orario di apertura e uno di chiusura per TUTTI,OGNI ESSERE UMANO AVEVA DEI DIRITTI DI VITA,adesso non devi avere famiglia se vuoi un lavoro,non puoi avere uno sgabello per fermarti un attimo non puoi avere l’esigenza di fare la pipi e non parliamo di altro perche’ se sei sola nel negozio non puoi allontanarti puoi starci qualcuno della azienda che ti controlla anche lontano , questa e’ SCHIAVITU’.

  14. Ricordati che non sei la sola a lavorare di domenica di notte e non poter mettere a dormire i tuoi figli. La grande distribuzione così come altri servizi di pubblica utilità dovrebbe essere aperta 24 ore su 24 in modo tale che gli sfigati costretti a lavorare di notte e nei festivi possono trovare almeno un posto in cui fare la spesa.

  15. Il problema non e’ lavorare il sabato e la domenica ma lavorare per 1000 € al mese costando all azienda 2700.
    Se il lavoratore ne guadagnasse 2700 per poi pagare 300 di assicurazione e 400 di tasse come in Svizzera od in America forse sarebbe soddisfatto

  16. Per me è giusto così…..d’altra parte in tutto il mondo e’tutto aperto sempre anzi. ..in America praticamente 24 h su 24ml…..chi non vuole o non può non lavori nei centri commerciali …i negozi fanno orari normali

  17. Sono un’addetta vendita che lavora in un centro commerciale. Vi garantisco che esistono i turni, che se lavoro fino alle 22 ho iniziato alle 15. Che il lavoro dopo le 22 è pagato come notturno per legge. Che in una settimana capitano 2 o 3 sere fino a tardi ma gli altri giorni si stacca alle 17. Che i festivi si lavora a turno e che le festività non godute vengono retribuite. Se sai organizzarti la vita è molto pratica per chi lavora su turni. Meno lamentele e più voglia di lavorare. Se vuoi orari dalle 9 alle 18 fatti assumere alla posta.

    • Ale sono pienamente d’accordo con te! !!!! Ci sono i turni……..vado io a lavorare al suo posto …visto che sono anni che faccio domande e niente….solo giovanissimi a tempo determinato !!!!! W chi ha ai giorni d’oggi ancora un lavoro fisso anche se purtroppo nei giorni festivi si deve sacrificare….

    • se non è etico fare la spesa di domenica per interesse personale propongo che non lo sia nemmeno andare al cinema al ristorante o (nel mio caso) prendere il treno o L aereo il giorno di Natale…seppelliamoci in casa con le nostre famiglie la domenica (senza TV mi raccomando se no qualcuno deve lavorare per mandare in onda)…

    • Beh… buon per te! Io faccio il tuo stesso lavoro ma i miei turni sono molto diversi!! 6 giorni su 7, dall’apertura alla chiusura con 2/3 ore di pausa pranzo e una mattina libera a settimana!!!! Domenica aperti, la maggior parte dei festivi aperti e si lavora TUTTI.
      La mattina accompagno i miei figli a scuola e li rivedo la mattina seguente visto che quando torno la sera, loro dormono. Ho una mattina libera… e loro sono a scuola. La domenica lavoro. QUESTA NON E’ VITA.
      L’elettronica non è un bene di prima necessità ed è ASSURDO che si debba garantire un servizio del genere 7 giorni su 7!
      L’infermiere, il dottore… sono scelte di vita e non sono minimamente paragonabili al lavoro di commesso.
      Si sta veramente esagerando… e la cosa triste è che purtroppo c’è gente che lo trova normale.
      Che tristezza!

  18. ma ringraziate di avere un lavoro e vi lamentate pure se prendete 1000 euro al mese? E io non trovo lavoro da 4 anni??? Inoltre suppongo che nella maggior parte dei posti ci siano i turni, che alla fin fine le ore settimanali siano corrette. Dove lavoravo io capitava a volte di fare 8 ore il sabato e la domenica e gli altri giorni sempre 4 ore, meglio di così si muore … Tutte ste lamentele, pazzesco, vergognatevi!!!

  19. ma per quale motivo devono lavorare sino alla mezzanotte del 24???Ma chi ci va a comprare???Io penso che gli Italiani stiano a casa a gustarsi la cena con i parenti ..oppure a casa per riposare…e prepararsi per il pranzo di natale…..invece di criticare quella commessa ragionerei su questo punto.

      • Infatti …io l ho letto e c è scritto DAL 18 AL 23 DICEMBRE APERTI FINO ALLE 24! ……e mio figlio ci lavora ( contratto da agenzia interinale …settimanale a dicembre mentre x il resto a chiamata ….) e ovviamente c è sconcerto e subbuglio dopo questa news piovutG all improvviso

    • Posso assicurarti che e’ il contrario in Australia dove vivo lo fanno gia da piu’ di 10 anni e non immagini la piena di gente che c’e’ di notte a comprare e’ ridicolo ma e’ una fonte incredibile di guadagni!

  20. Purtroppo se l’Italia và a rotoli perché c’e’ gente che ragiona come Matteo,io non lavoro il sabato e la domenica da premettere,e penso che tutti hanno il diritto di vivere la loro vita,le loro amicizie,i loro figli e i loro parenti !
    Le spese ? Gli acquisti ? I regali ? Si ha tempo 6 giorni su 7 dalla mattina alla sera,un immensita’ quindi,la domenica i festivi e la notte tutti hanno diritto di riposarsi e godersi i propri cari, i propri hobby e le proprie passioni.

  21. I regali di natale di.possono.acquistare anche solo fino alle ore 19.30.. che vergogna!! Dove stiamo arrivando per guadagnare questo fottutissimo euro!!! L italia sta andando a rotoli sempre di piu’ NO COMMENT

  22. Io nel dubbio a comprare nei supermercati non ci vado proprio più, non solo di domenica e in orari indecenti. Dobbiamo fare altri lavori e obbligare i governi che ce lo permettano! Altrimenti le cose non cambieranno mai.

  23. Io ho lavorato per 26 anni in un ristorante pizzeria dalle nove di mattina all’una di notte con una pausa di due ore il pomeriggio… Quando tu commessa non lavoravi la domenica o i festivi non ti sei mai preoccupata se andavi a divertirti al ristorante…quando per gli altri era festa o quando andavano a divertirsi io non c’ero ero sempre nel ristorante… Ho cambiato lavoro per necessità ora sono in una struttura per anziani, quando ci sono le feste, le domeniche voi siete a divertirvi io lavoro e faccio compagnia a quegli anziani soli, di peso per voi che dovete divertirvi… Dedico un po del mio tempo a fare il volontario in croce rossa se tu a natale chiami un ambulanza non ti soffermi a pensare guarda queste persone che fanno un servizio anche se e’ festa… Sicuramente dirai quanto tempo ci avete impiegato ad arrivare… Vai in pronto stessa cosa il tuo pensiero costante e’ troppo tempo d’attesa. Mi spiace dirtelo ma non solo voi commesse avete una famiglia… Fatti un piccolo esame di coscienza e dimmi se ti sei mai preoccupata prima di tutte quelle persone che hanno sempre lavorato la domenica o le festività

  24. Ci sono tante professioni che già da anni lavorano 7 su 7, anche le banche stanno cambiando ( orario continuato sino alle 19 e sabato sino alle 13; all’estero anche la domenica…), la società sta mutando (giusto o no sta cambiando)…
    Per esempio il bancario che prima usciva alle 16.45 ora esce alle 19.00 e si trova ad andare a fare acquisti dopo le 19.00,,. È così anche il ruolo dei commessi evolve ( e magari regredisce), si trova a lavorare su turni più ampi e con presidi sempre più ridotti, ma questo è figlio della politica dei costi, dell’ e-commerce … Ma alla fine si lavora sempre sulle 40 ore settimanali, se faccio il turno sino alle 24 inizio alle 16 o alle 18 avendo anche la fortuna di portare e ritirare il figlio a scuola…
    Il vero problema è che il lavoro nel commercio è, da sempre, un lavoro difficile… Oggi manca passione, competenza e mentalitá nella gran parte degli addetti vendita.
    E lo dice che vive di commercio dal 1992

    • Bisogna lavorare meno tempo, creando così molti più posti di lavoro! Più turni e Centri Commerciali aperti quando vogliono.
      Lavorare anche solo 6 ore al giorno (senza ridurre stipendio o lievemente) aumentando i posti di lavoro. Lo Stato dovrebbe incentivare questo come in Svezia.
      La felicità del popolo è importante e genera solo effetti positivi in tutti i campi della società.
      Rimettiamo al centro la FAMIGLIA!!!
      E le nuove generazioni ne beneficeranno!

  25. Concordo pienamente e sono pronta a scommettere che gran parte di coloro che la pensano in modo diverso,fanno proprio parte del gruppo….lavoro settimanale terminato alle 16 del venerdì e che quindi hanno e avrebbero tutto il tempo x fare shopping in altri orari.Stiamo tra l’altro parlando delle Gru che,a mio avviso,riesce a coprire le esigenze di chiunque senza dover ritenere opportuna un’estensione ulteriore dell’orario.

  26. Ho vissuto in Italia per i primi 22 anni della mia vita Ma da quando ne avevo 14 che volevo trasferirmi all’estero. Quello che mi scovolge di piiu’ di tutto in Italia sono le disparita’ complete nei vari lavori.
    Vengo da Sanremo e solo 2 mesi fa scandali perche’ i dipendenti dei comuni timbravano il cartellino ed andavano a casa. Li hanno filmati per 2 anni (il che significa che la storia andava avanti almeno per 10 anni)
    Nonostante questo sono agli arresti domiciliari (cioe’ a casa) a meta stipendio per cui non hanno perso proprio quello che non facevano IL LORO POSTO DI LAVORO.
    Poi vedo queste cose e mi chiedo davvero dove sono le disparita’.
    Vivo in Australia da praticamente 20 anni e ormai da piu’ di 10 anni che in moltissime professioni non vengono pagati straordinari, domeniche, week end and nel periodo natalizio i negozi sono aperti fino a mezzanotte.
    Purtroppo e’ cosi e condivido pienamente che non e’ giusto: si firmano dei contratti di assunzione con richieste di lavoro e con postille che dicono che qualsiasi delle condizioni stipulate possono essere cambiate a detta dell’azienda. In uno dei commenti precedenti ho letto una cosa giustissima: le generazioni dei nostri nonni hanno lottato fuoco e sangue per dei diritti. Prima eravamo schiavi delle classi adesso stiamo diventati schiavi del capitalismo e del progresso. Nel mio lavoro mi e’ stato dato un iPhone il che significa che adesso devo rispondere alle email di lavoro giorno e notte 7 giorni alla settimana.
    Eppure bisogna stare zitti e grati di avere un lavoro perche’ la disoccupazione c’e’ ovunquie, perche’ i bambini in Africa muoiono etc etc, quello che non vedi quando la gente ti fa queste battute sono i grandi direttori di queste aziende che contano i soldi! Loro non lavorano il sabato e la domenica ne fino alle 24 di sera e spesso sono dei gran imbecilli.
    Tutto il mondo e’ paese e lo e’ sempre stato, il progresso ha solo modificato le dinamiche delle classi non le ha sicuramente cambiate!

  27. Potrebbero dire la stessa cosa le persone che lavorano in fabbrica a turno continuo…senza mai staccare! Farete anche voi le vs 8 ore al giorno non penso ne facciate 24! Non vi lamentate, avete un lavoro dove nn vi sporcate molto le mani e nn vi spaccate la schiena…ringraziate che ce l’avete!

  28. Signore e signori, in tutti questi commenti? avete tutti ragione, perché ognuno ha il diritto di pensarla come crede, ma una cosa che non accetto? è la maleducazione nei commenti, la commessa ha le sue ragioni, però deve essere condiviso da tutti i dipendenti delle Grù, e solo così si ferma quello che non piace

  29. Quanta violenza come al solito in tanti commenti . .. mi permetto solo di fare notare come queste persone sono regolarmente pagate e fanno dei turni a norma di legge… non stanno lì dalle 9 a mezzanotte ! nelle fabbriche si lavora abitualmente fino a mezzanotte e anche dalle 00:00 alle 6:00 ma non mi sembra che ci siano rimostranze in questo caso!!!

  30. E’ sempre bello criticare quando sulla graticola c’è qualche altro. Vorrei vedere se costringessero gli statali a tenere aperti gli uffici h24… Con la scusa del :”Ringrazia che hai un posto di lavoro”, non si va da nessuna parte. Si schiavizza solo il lavoratore, ma per cosa? Non per la comodità dell’utenza, ma solo per far incassare di più la lobby del commercio, ovvero i Francesi. Le passate generazioni (nonostante facessero turni massacranti) si sono sempre sapute aggiustare sotto le feste senza tanti problemi. Ora invece una parte della società italiana rimarca il diritto del relax e della comodità sulla schiena di altri lavoratori, dietro alla scusa che il mondo cambia. Dimenticavo in altre catene la fascia notturna essendo a rischio rapine ha costretto i negozi a dotarsi di più guardie armate e di accettare solo pagamenti elettronici. Quindi bisognerebbe anche ricompensare economicamente la presenza notturna dei lavoratori a causa del rischio più elevato di subire una rapina e di farsi male. Questa è la solidarietà nazionale… non si va da nessuna parte, popolo di pecoroni.

  31. Faccio l’autista, becco insulti, critiche e sputi 365 gg l’anno, ferragosto, pasqua, natale e il primo gennaio farò un mattino…. no amici, no hobbies, no famiglia, ecc…… Grazie a tutti voi……ciao

  32. Io lavoro 4G ore settimanali. in un albergo 7 su 7sabato domenica e feste comprese con turni che vanno dalle 6 alle 24 con u giorno di riposo infrasettimanale per un stipendio normale. ..ho un marito che f il ccuoco. … boooo è ovvio che vorrei un altro orario. Ma a me sembra che mettere avanti la famiglia sia solo un pretesto.

  33. io penso che chi si lamenta degli orari di lavoro prolungati siano le stesse persone che nel proprio tempo libero vanno al cinema, al ristorante, al pub, in albergo (luoghi in cui si lavora, su turni, a volte 24h/24, 7g/7)… e magari che si sono lamentate quando hanno visto comparire le prime casse “fai da te” comparire nei centri commerciali con la scusa “ecco i tagli al personale”… meno ipocrisia, per favore… grazie

    • Lei che è così sapiente guardi che con le casse fai da te non assumono altre cassiere ma non è certo detto che quelle che gia ci sono non vengano sfruttate per sopperire a mancanze di personale… anzi solitamente 4 casse fai da te vengono controllate e gestite da una sola cassiera lo sa questo?? e quegli altri lavori che ha citato sono lavori serali o a turni e per la maggiorparte famigliari… non da mattina a notte solo per cercare di vendere di piu

  34. Secondo me ci sono tre problemi che nascono da questa proposta.

    Il primo e` quello di voler proporre a tutti i costi un modello di commercio presente 24 ore su 24 pensando che le persone non abbiano di meglio da fare che andare nelle ore piu’ impenste a comprare in un grande centro commerciale, non mi viene in mente la necessita di comprare un televisore od una lavatrice alle tre del mattino, e fra parentesi se proprio ho voglia di acquistare un cellulare all’una di notte ci sono i siti di e-commerce con molta piu’ scelta che un negozio fisico. Per gli alimentari il discorso cambia, ma le panetterie ed i bar aperti alle 5 del mattino sono decenni che ci sono. Quest’idea della grande distribuzione che si espande sia in numero di centri commerciali che di tempo mi sembra quantomeno poco etica, del resto i danni dell’aumento delle superfici di vendita si vedono gia’ adesso, basta farsi un giro allo SNOS di corso Mortara e nelle zone limitrofe per vedere quello che sta succedendo, con una galleria comemricale praticamente svuotata dei negozi piccoli, con il negozio di elettromestici che ha gia’ cambiato quattro volte denominazione en un parcheggio coperto che non e’ stato mai aperto vista la scarsita’ di clienti, e nonostante questo nell’ultimo anno sono stati aperti tre discount nelle vicinanze: si potevano fare altre cose o recuperare in altro modo le costruzioni esistenti ma invece si sono fatti negozi che rimangono vuoti o vuoti di clienti, con spreco di denari pubblici e privati.

    Il secondo problema e’ che questo atteggiamento di centri commerciali va a colpire negativamente altri negozi, non in grado di poter coprire turnazioni cosi’ ampie perche’ a gestione famigliare o simile e che quindi devono abbandonare il centro commerciale oppure che fuori dal centro commerciale devono avere a che vare con una concorreza che si amplia anche temporalmente e che loro non sono in grado di gestire.

    Infine l’ultima cosa e’ chi ci lavora nei negozi, costretto a turnazioni sempre piu` lunghe. Ci sono altri lavori che richiedono orari notturni e turnazioni e ci sono sempre stati, ma questo non mi sembra una buona ragione per cui sia necessario richiedere gli stessi orari di lavoro per un infermiere o per un commesso, specie quando chi chiede questi aumenti di orario non e` il datore di lavoro ma il locatore del negozio, senza possibilita’ di negoziare. Mi sembra naturale che una persona protesti. Aggiungo anche che coloro che dicono che di questi tempi bisogna essere contenti di avere un lavoro, che un lavoro lo fanno anche quelli che vanno casa per casa a proporre i contratti alternativi di elettricita’ e gas facendo firme false sui contrati o propongono nei centri commerciali gli ingrossi dei mobili ed altri sistemi di vendita truffaldini: se si giustificano con questa motivazione gli orari infiniti del commercio si devono giustifiare anche questi lavori.

  35. SOLO PER INFORMAZIONE A CI FORSE E FUORI DAL COMMERCIO:
    1° LA DOMENICA NON E PIU FESTIVO QUINDI PAGATA NORMALMENTE
    2° NEL SETTORE COMMERCIO E CONSIDERATO STRAORDINARIO ORDINARIO L’ORARIO DOPO LE 22,30 SE A CONTRATTO NORMALE ( SE HA CONTRATTO TURNI E CONSIDERTO ORARIO ORDINARIO E NON STRAORDINARIO
    3° LE GROSSE CATENE STANNO CAMBIANDO I CONTRATTI DI LAVORO AI LORO DIPENDENTI ( COSA FUORI LEGGE IN QUANTO IL CONTRATTO DI LAVORO E NAZIONALE , PER POTER SFRUTTARE MAGGIORI ORARI E FESTIVI SENZA PAGARE STRAORDINARI)
    4 E VERO CHE UNO TOCCA LAVORARE FINO ALLE 24 SI CONSIDERI COMUNQUE CHE SON SEMPRE 38 ORE SETTIMANALE O 8 GIORNALIERE ( AZIENDA PERMETTENDO , MIA MOGLIE FA ANCHE 11 ORE CONSECUTIVE E LORO TI DICONO CHE PERO HA UN GIORNO INTERO A CASA , ALTRA PRESA PER IL CULO IN QUANTO POI A FINE MESE TI METTONO OPERMESSO NON RETRIBUITO)
    5° IL PROBLEMA PRINCIPALE E CHE QUELLI CHE SI FANNO GLI ORARI ASSURDI SON QUELLI SRENZA CONTRATTO O DA RUINNOVARE CHE LE AZIENDE PUNTUALMENTE SFRUTTANO PROMETTENDOGLI UN ADEGUAMENTO E CHE PUNTUALMENTE NON RISPETTANO DICENDO CHE HANNO ESUBERO DI PERSONALE , MA CHE PERO APPENA TI HANNO FATTO FUORI ASSUMONO UN ALTRO ALLO STESSO MODO
    6° …… DEVO ANDARE AVANTI?

    CERTO UNO IL LAVORO SE LO TIENE STRETTO CI MANCHEREBBE MA LO SFRUTTAMENTO?
    MIA MOGLIE GESTORE DI SUPERMERCATO PAGATA 36 ORE A SETTIMANA NE FA 60 ( LA LORO RISPOSTA E MA UN GESTORE HA IL PRIMO LIBELLO E IN QUANTO PARTECIPA AI PREMI ( CON CIFRE IRRAGGIUNGIBILI) E OBBLIGATO A FARLI OVVIAMENTE IL CONTRATTO NON LO PREVEDE PAGATI 38 ORE FANNO 60 ORE PERCHE E COSI SE TI VA)

    • ….e ti lamenti ancora tu che almeno un lavora ce l’hai!!!!!????? Io devo lavorare a Natale e Capodanno se voglio campare perchè un lavoro fisso non ce l’ho. Ma vattine va

  36. Io penso che le Gru e tutti i centri commerciali stiano esagerando!!! Quello che dici è molto bello… I figli hanno bisogno dei genitori… E se si continua in questo senso… Non ci saranno più famiglie unite le coppie si frantumano…!! Io sono con voi dipendenti!!

  37. Lo sciopero è un diritto costituzionale, quindi ok informazione ma agite! ci vogliono le palle, lo so, ma senza coraggio non si ottiene nulla

  38. La verità è che gli organi che dovrebbero tutelare i lavoratori sono i primi corrotti dal potere.. mi riferisco i sindacati… se tutto funzionasse non perderemmo la dignità.. non combatteremo guerre psicologiche e anti democratiche… siamo allo sbaraglio.. la scarsa moralità dei colletti bianchi con l.aviditá che li contraddistingue continuano ad essere la causa principale dei malumori operai…. dignità.. lavoro.. rispetto… parole ormai senza più significato!!

  39. Le Gru come ogni altra azienda privata, possono proporre quanto ritengono opportuno, i dipendenti possono cercare lavoro altrove se non gradiscono, e gli imprenditori che ne sono a capo come quello di chiunque in quanto tale permette ai dipendenti di lavorare, non ha nessun orario di lavoro, lavora sempre e ad ogni ora. A scanso di equivoci, detto da uno che non sa cosa siano Le Gru e che imprenditore non è

  40. Prova a vivere in posti come il brasile o sud america dove ce ancora gente che non ha acqua im casa ..e nomostante tutto i negozi sono sperti h24 e un salario medio e di 250/300€ ..poi mo dirai quslcosa..Se non ti dts bene lavorare dai le dimissioni a lascia il posto a chi meno parla s piu lavora

  41. Io faccio li stessi turni da una vita non conoscendo mai sabati o domeniche lavorando in ospedale…..allora dovrei dire alle persone di non ammalarsi la domenica o di non venire in pronto soccorso dopo le 22?? E gli stipendi mia cara sono praticamente gli stessi dei vostri per noi infermieri…..

  42. Cosa crea l’egoismo……….. Tante parole tante idee tanti commenti. Quello che mi rammarica e vedere che ormai valori Zero.. Non si vive per il lavoro , ma si lavora per vivere e cercare di costruire una società con sei valori. Ma purtroppo per il vil denaro non consideriamo più le persone umane con i suoi diritti. basterebbe che facessero i turni come si devono con i relativi riposo, e festivi. Queste società ,cercassero di dare veramente lavoro ad altre persone che potrebbero mantenere famiglie con dignità invece di pensare ai loro profitti. Ma se non succede questo e grazie ai nostri politici corrotti, ladri, egoisti che vivono alle spalle dei contribuenti… Sarebbe da prendere un bastone in mano e cominciali a legnarli di brutto invece di riverirli……

  43. Ho appena terminato di leggere tutte le vostre opinioni e …. sono allibita!!!!
    Innanzitutto occorre fare una premessa: oramai quasi tutte le attività lavorative girano sulle 24 ore e non solo quelle “commerciali”, e come ha detto qualcuno non dimentichiamo che nessuno lavora sempre la notte o sempre la domenica perchè si fanno i turni per un totale di 40 ore settimanali.
    Il problema sono le persone, vi lamentate di quelli che vengono a fare la spesa, dei maleducati, dei cafoni, del problema di essere sempre gentili e sorridenti con tutti ma non vi rendente conto che il vero problema siete voi, siamo noi, è la gente in generale………. che non ha più l’educazione e il senso civico.
    Ma davvero non vi rendente conto di come vi siete buttati in questa discussione? Giusta o sbagliata che sia, sono i modi in qui vi siete espressi che la dicono lunga, non c’è più il rispetto per le persone e tutti hanno solo mille pretese.
    Rifletteteci un attimo ….. è vero che una volta chi lavorava nel commercio non lavorava di domenica (in altre categorie però lo hanno sempre fatto) ma è anche vero che una volta le donne stavano a casa e andavano a fare la spesa nelle botteghe o nei mercati…….
    Purtroppo questo che piaccia o meno è il progresso e Torino, non dimentichiamolo, è una delle capitali europee …

  44. Scusate ma io vi dico la mia esperienza. Ho lavorato in un grosso mobilificio di una catena. Si lavorava tutti i giorni anche festivi anche a 40gradi ma eri trattato come un signore. Chiedevano solo fedelta e serieta. Poi mi sono dovuto trasferire di citta e ho trovato lavoro in un altro grande store dove pero ti trattavano come un cane! Contratto 8ore al giorno sabato incluso domenica festa. In realta si lavorava dalle 8 di mattina alle 9 di sera ed eri obbligato a fare pausa pranzo in ufficio cosi appena non ti vedevano piu masticare ti urlavano torna a lavoro! E se masticavi lentamente ti sgridavano pure. Nonostante tutto questo al momento dell ultimo rinnovo di contratto per passare a indeterminato sono stato licenziato e basta! Quindi si sacrifici è vero, il mondo cambia e ci dobbiamo adeguare… Ma non siamo cani

  45. Sono 30 anni (trenta) che lavoro al pubblico. E negli ultimi anni clientela è peggiorata tantissimo, proprio perché noi italiani siamo peggiorati in maniera esponenziale. Non è certo il peggior lavoro del mondo ma tolte Coop e Esselunga penso che le altre catene di supermercati non trattino bene i loro dipendenti oltre a sottopagarli alla grande. Ricatto ormai è diventata la parola chiave nel mondo d lavoro.

  46. Si tratta solo di 6 giorno non hanno mica detto Per sempre!!! Chiedete di non venire a le gru di domenica? Ma che ragionamenti sono questi? Ma se uno viene di domenica a fare acquisti mangiare ecc forse perche in quel giorno sono liberi anche loro!!! E in piu la domenica non puoi sempre stare a casa.. Se non avevate lavoro avreste detto ” io avrei lavorato anche tutta la Notte basta che avrei un lavoro” e quando lo avete vi lamentate.. Non vi obbliga nessuno a lavorare li o Dove non vi conviene, licenziatevi se non vi va giu che ci stanno altri in giro che hanno proprio bisogno di lavorare!!! Avevate solo da scegliervi un altro mestiere ed essere voi i capi.. Quindi dico non vi va giu LICENZIATEVI senza tante storie!!! Baricchiamoci tutti in casa la domenica!

  47. Bisogna finirla di fare gli ipocriti e di continuare a dire meno male che hai un lavoro,si certo meno male,ma non per questo bisogna lavorare come gli schiavi come stiamo facendo noi in questi ultimi anni nella grande distribuzione.Anche perché tanto la gente non ha i soldi e quindi viene negli ipermercati a fare le passeggiate non la spesa ed in più in tutti questi anni che siamo stati aperti tutte le domeniche e festivi ,non ha portato nessun valore aggiunto per nuove assunzioni,quindi un bel flop grazie Paola

    • C’è una grossa catena di supermercati che ha iniziato a essere aperta 24/7, ma nelle ore notturne non ho mai visto al lavoro padri o madri di famiglia, ma sempre ragazzi volenterosi che non hanno figli da dover mettere a letto. Inoltre, non credo che un qualsiasi datore di lavoro possa scegliere se e come calcolare il pagamento delle domeniche o dei giorni festivi in generale; per quello ci sono le leggi e i contratti nazionali.
      Tanto per dire.

  48. sarà la guerra dei poveri….con stipendi da fame….finchè tanta gente si sommergerà di debiti (molti evitabili) allora le grandi catene faran quello che vogliono……

    Farsi schiavizzare per avere iphone 6s o macchinone o weekend in settimana bianca…..

    Io ho 38 anni e ZERO debiti.

  49. C’è una grossa catena di supermercati che ha iniziato a essere aperta 24/7, ma nelle ore notturne non ho mai visto al lavoro padri o madri di famiglia, ma sempre ragazzi volenterosi che non hanno figli da dover mettere a letto. Inoltre, non credo che un qualsiasi datore di lavoro possa scegliere se e come calcolare il pagamento delle domeniche o dei giorni festivi in generale; per quello ci sono le leggi e i contratti nazionali.
    Tanto per dire.

  50. il problema è che non si hanno turnazioni.. chi arriva alle 8.00 è costretto a stare fino a chiusura, quindi le 24.00.. su chi ha scritto che lavora tipo in ospedali… be li si hanno delle turnazioni su tre fasce orarie, non certo tutto il giorno. Poi, magari tra emergenze, ferie da coprire cambi turni vari allora magari capita di che so fare anche doppio turno.. ma è un eccezione. Io lavoro in GDO è la domenica rimango 13 ore nel punto vendita.. non sono cose normali.

  51. Dite a quella signora che c’è gente che pregherebbe per avere un lavoro che dura anche fino a mezzanotte l’una le due anche fino alle 5:00 del mattino o alle 6:00 piuttosto di mangiare quindi questa signora invece di lamentarsi se proprio non ha voglia di lavorare perché si vede che è il marito guadagna bene stanno bene di licenziarsi e fare la mantenuta perché di persone che non hanno voglia di lavorare e non hanno bisogno di lavorare ce ne sono troppe così come ci sono troppe persone che al contrario vogliono lavorare hanno bisogno di lavorare non sanno come mangiare come tirare avanti eppure non trovano un cazzo di lavoro quindi questa signora se proprio vuole ti licenzi e lascio il posto a una persona che ha bisogno di lavorare davvero che ha davvero bisogno di lavorare perché lei di sicuro non ne ha bisogno se non si lamenterebbe

  52. Io credo che essere dipendenti forse non vi rendete conto di quante ore lavorative facciamo noi che siamo titolari ..e lavoriamo così tanto per poter pagare gli stipendi a voi e mantenervi il posto di lavoro ..poi ..per pagare tasse e creditori e poi..dico poi ..per il nostro stipendio ..nessuno vi obbliga a rimanere ..avete diritto di andarmene ..Avete nei. .credo che per chi la.pensa così è sicuramente meglio che.se ne stiano a casa

  53. Buona sera , c’è lavoro tenetelo stretto perché lamentarsi….sempre, avete scelto di lavorare nei centri commerciali lavoro sicuro e stipendio sicuro vi dovete anche adeguare alle esigenze dei imprenditori visto i costi che c’è dietro non vi piace trovate un posto che non si lavora ne il sabato e ne la domenica così state tranquilli e vi godete i figli mogli /mariti e non vi lamentate. Buona serata e buon lavoro

  54. sono appena tornata d newyork, e ho proprio constatato che tutto il commercio e il turismo funziona proprio perché i negozi sono aperti fino alle 22.30 e alcuni 24 su 24! mi chiedevo, se i negozi chiudevano alle 19.30 come da noi ci sarebbe stato tutto questo movimento???
    quindi credo che se vogliamo adeguarci al turismo mondiale dovremmo comportarci così! una cosa è’ sicura, i turni e i dipendenti devono essere di più, non sfruttare con questi orari sempre e solo le stesse persone ma fare le giuste ore di lavoro e vedremo anche noi la ripresa del nostro paese! io vedo che quando nella mia città ci sono i negozi aperti la domenica, si riempie di gente e tutti i negozi lavorano, invece se si vuole fare un giro in centro alla sera tutto è’ così morto e vuoto, mi è’ capitato di accompagnare un turista a vedere la città di sera pare desolante e buia! forza forza i negozi sono le luci della nostra città!!!!

  55. Noi sessantottini abbiamo messo in soqquadro l’Italia, all’ora ero uno studente, si è continuato durante il periodo lavorativo con i sindacati ad acquisire con manifestazioni e scioperi diritti in funzione di una migliore vita – sempre uniti e con sacrifici economici.
    Si è giunti a questa situazione di cancellazione di quanto da noi conquistato per mancanza di Unione meglio, per un dilagante menefreghismo.
    Un menefreghismo generale sotto tutti gli aspetti socio-economico e politico.
    Tutto ciò probabilmente è indole italiana vivi e lascia vivere. Ma la libertà e l’interessarsi dell”altrui persona viene spontaneo dopo le grandi disgrazie umanitarie – questo ci ha insegnato la storia e probabilmente si ripeterà solo con tale meccanismo.
    In famiglia si è lavorato nei grandi magazzini e si conosce bene tutta questa evoluzione.
    Auguro a noi tutti che il voltare pagina sia il piu lontano possibile da un guerra.

    • Forse qualcuno non è a conoscenza che un full time con uno stipendio di 1600 euro deve lavorare quattordici giorni di fila per avere il riposo, non fa otto ore al giorno , ma le quaranta ore settimanali sono spalmate su sette giorni magari con due turni uno al mattino e altro al pom o sera con pause di cinque ore, magari si fa pure Quaranta km di strada per andare e quaranta per tornare quindi certo non rientra a casa se no lo stipendio finisce in benzina ma siamo fortunati perché lavoriamo.
      pensate un part time come può sostenere certe spese e sicuro si porta pure il panino da casa perché non può certo pranzare al bar ..
      Bene allora io vorrei andare in banca all’anagrafe o in altri uffici di questo tipo alla domenica a pranzo quando ho la pausa visto che anche queste persone sono fortunate ad avere un lavoro, magari però a questi signori rode il fondoschiena perché se stanno aperti non posso cazzeggiare nei c.c. perché alla fine di quello si tratta perché di acquisti veri ne vedo pochi la domenica.
      Mia mamma il pane e il latte lo comprava al sabato e pazienza se alla domenica il pane non era fresco Magiavamo comunque.

  56. Infatti non siete schiavi ma LAVORATORI, di quelli privilegiati oltretutto, per mansione e tipologia. Un po’ più dignità e meno vittimismo !

  57. La signora ha ragione. Mille per mille. Vedere crescere suo figlio e’ un sacro santo DIRITTO. La domenica i negozi devono essere CHIUSI.

  58. Peccato che i giorni di festa, le domeniche quelle stesse persone vogliano andare a divertirsi e trovare cinema aperti, maestri di sci a disposizione, Istruttori di equitazione o ogni altro sport pronti per loro ed i loro figli. Anche queste persone hanno famiglie e figli che vedono i loro genitori lavorare non a turno ma tutti i periodi di vacanza. Quelle famiglie si sono schiave di un sistema che non riconosce ai propri figli alcun diritto!

  59. Nessuno punta una pistola alla testa per lavorare in questi ambienti. Se va bene, pur accettando compromessi, si resta, altrimenti si rassegnano le dimissioni. Considerata la scarsissima specializzazione non credo vi siano problemi a trovare rimpiazzi. Anche famiglia e soprattutto figli sono una scelta personale, se per mantenerli dovete lavorare la domenica, fatelo. Non sapevate che i figli costano? Se potete permettervi economicamente di stare a casa con loro, licenziatevi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.