LE LOBBY DICONO SÌ ALLA TAV: DA CONFINDUSTRIA ALL’ATL, DALLA COLDIRETTI ALLA CGIL, ECCO L’APPELLO SIGLATO OGGI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

“La Torino-Lione è un’opportunità che si concretizza. Aderiamo all’appello di TELT per la pacificazione in Valle. Attiviamoci concretamente, ognuno nel proprio ambito, per superare i conflitti e per lo sviluppo del territorio. Chiediamo alle Pubbliche Amministrazioni di farsi interpreti di questo messaggio di pace e di lavoro, utilizzando tutti gli investimenti disponibili e tutte le opportunità che l’opera può offrire. Non dobbiamo perdere un minuto. Adesso, è ora!”. Il testo della dichiarazione condivisa da TELT e i 29 rappresentati di istituzioni, associazioni di categoria e sindacati, al termine di un incontro promosso dal promotore pubblico nella sede di Torino.

Pacificazione, legalità, sviluppo e lavoro: sono gli assi portanti emersi nel corso di un incontro con tutti gli attori della società civile per condividere le potenzialità della Torino-Lione, con progetti di formazione e sviluppo collegati all’opera.

 

Hanno partecipato all’incontro: Francesco Balocco, assessore trasporti Regione Piemonte, Paolo Foietta (Presidente vicario dell’Osservatorio Tecnico), in rappresentanza di Città di Torino e Città Metropolitana, Angelo Cappetti, direttore Amma, Maria Luisa Coppa, presidente Ascom,  Elvi Rossi, ATC Piemonte, Renato Bellavita, Camera di commercio di Torino, Alberto Tomasso, segretario regionale CGIL, Gianni Baratta, segretario CISL Piemonte, Piero Donnola, segretario generale Filca-CISL Piemonte, Nicola Scarlatelli, presidente CNA Torino, Sergio Barone e Pierpaolo Davì, vicepresidente e funzionario Coldiretti Torino, Alessandro Cherio e Guglielmo Demichelis, presidente e direttore Collegio Costruttori Edili Torino, Giovanni Demichelis, direttore Confagricoltura Piemonte, Paolo Balestrieri, segretario generale Confindustria Piemonte, Fabrizio Gatti, Presidente Finpiemonte, Roberto Garbati, Imprendoc, Gianfranco Gonella, presidente Legacoop Piemonte, Valter Ripamonti, vicepresidente vicario Ordine degli Ingegneri, Romano Borchiellini, vicerettore Politecnico Torino, Danilo Bessone, responsabile controllo e sviluppo prodotti Turismo Torino e Provincia, Domenico Paoli, segreteria generale UIL Piemonte, Giuseppe Gherzi, direttore generale Unione Industriale di Torino.

 

“Nei prossimi otto mesi si decidono i prossimi otto anni di lavoro per il territorio – ha dichiarato il direttore generale di TELT Mario Virano. Stiamo avviando una nuova fase per ottenere il massimo delle ricadute occupazionali e garantire lo sviluppo della Valle attraverso la realizzazione della Torino-Lione, con attività formative (rivolte all’università, alle scuole superiori e alle professioni), accordi mirati e appalti che tengano conto anche delle caratteristiche delle imprese medio-piccole dell’area”.

 

L’appuntamento è il primo di una serie che TELT organizza in Italia e in Francia per condividere le potenzialità di sviluppo che la realizzazione della Torino Lione porta ai territori coinvolti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Facciamo come per le altre torte,dalla seconda canna del Frejus al tunnel autostradale di Cesana,che non hanno disturbato nessuno,anche in presenza di amianto e residui di scavi.Quando non esiste un preconcetto ideologico,non si pensa a nulla,soprattutto se la comodità è diretta.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.