LE SCUOLE DELL’ALTA VALSUSA VINCONO UN BANDO PER LE BIBLIOTECHE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALLA DIREZIONE DIDATTICA STATALE “P.P. LAMBERT”

OULX – Alla Direzione Didattica P.P. Lambert è arrivata in questi giorni la comunicazione della vittoria di uno dei tanti bandi ai quali lo scorso anno scolastico la scuola dell’alta Valle ha partecipato (molti dei quali ancora in attesa di esito).

È sempre bello vincere qualche cosa per la propria scuola, ma lo è ancora di più se lo si fa mentre si è travolti dai molteplici impegni organizzavi di DaD o mentre si inseguono i vari tablet da assegnare alle famiglie o mentre si coordinano gli orari per l’anno scolastico a venire.

È quindi motivo di soddisfazione per la Dirigente Barbara Debernardi, essere riuscita a veder concretizzato il progetto di biblioteche scolastiche innovative, nell’ambito dell’assegnazione di risorse sul fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario e vedere che tra gli 838 progetti nazionali finanziati c’è la piccola Direzione Didattica di Oulx e scoprire che soltanto altre nove scuole del Piemonte hanno ottenuto il contributo. Contributo modesto (si tratta di poco più di 2000 euro), ma che diventa grande tesoro se si paragona il risultato verso scuole ben più grandi e ben più prestigiose.

Il progetto ha come obiettivo l’acquisto, la tutela e la valorizzazione del patrimonio librario, promozione della lettura e riorganizzazione ed incremento dell’efficienza del sistema e, attraverso il titolo “#libripercrescereancheadistanza” coinvolge le quattro sedi di Infanzia e le sette di Primaria in sette Comuni diversi di alta montagna.

La scuola ha un suo archivio storico didattico e un piccolo patrimonio librario da catalogare e ampliare. E’ sede di Servizio Civile Universale per la diffusione della lettura fra giovani e giovanissimi, ma è fondamentale poter avere nuovi titoli, più aggiornati alle esigenze dei suoi piccoli lettori. L’utilità della lettura, resa più evidente dalla didattica a distanza vissuta in questo momento di emergenza, ha dimostrato anche i limiti delle nostre biblioteche scolastiche. Il progetto è quello di far sì che i bambini, in età di prescrittura e nelle fasi di lettura autodidatta, possano beneficiare appieno di una risorsa vitale per la loro creatività. E lo si potrà fare realizzando un autentico polo librario “junior” di alta montagna, in rete con le biblioteche “senior” del territorio. Ci si dovrà dotare di un ricco archivio video di letture animate, da condividere con la Rete delle Piccole Scuole d’Italia di cui la DD Lambert fa parte.

Tra le attività previste nel progetto vi sono quindi l’acquisto/noleggio di beni e servizi (libri, arredi, attrezzature, software per la gestione della biblioteca). Promozione della lettura, organizzazione e gestione della biblioteca con azioni mirate all’inclusione. Catalogazione, laboratori mensili di scrittura creativa nelle sette piccole scuole, laboratori di lettura animata, anche in modalità condivisa, con giovani lettori della Rete delle Piccole Scuole d’Italia, curati dalle docenti. Tra le altre attività sarebbe prevista anche una festa di chiusura in occasione dell’evento di Sant Jordi, fissata per il 24 aprile del prossimo anno, la cui realizzazione dipenderà soprattutto dall’andamento epidemiologico.

Probabilmente non tutto quanto sperato e programmato all’interno del bando potrà essere realizzato, se si considera che sarà erogata solo la metà del contributo richiesto, ma non per questo c’è l’intenzione di arrendersi. Come sempre la buona volontà delle Insegnanti, unita alla somma che giungerà alla Direzione Didattica, permetterà alle Piccole Scuole dell’alta Valle di Susa di stare al passo con le innovazioni didattiche messe in campo da realtà scolastiche più grandi e meno decentrate della Lambert.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. Bene! Bravi! Invece di combattere il virus aprite nuovi posti per contagiarsi! Il covid si nasconde anche e soprattutto nei libri, con quegli untori schifosi che umettano il malsano ditino nella boccaccia infetta per girare le pagine! Vai a leggere e…zac! La tua prossima lettura sarà il bollettino dei nuovi contagiati e morti, sempre che tu faccia in tempo a leggerlo!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.