LE SCUOLE DI SANT’ANTONINO E VILLAR FOCCHIARDO SCOPRONO LE MATERIE “STEM”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ISTITUTOCENTOPASSI

SANT’ANTONINO / VILLAR FOCCHIARDO – Si è festeggiata venerdì 29 giugno la prima edizione del progetto denominato “Stem-Mania: le Stem si imparano d’estate!!”. Nella cornice della villarfocchiardese piazza Abegg, le bambine e i bambini protagoniste del progetto, insieme ai tutor della scuola secondaria di Iº e IIº grado che li hanno accompagnati nel percorso, hanno condiviso con famiglie e territorio i momenti salienti del loro viaggio di due settimane nel mondo della scienza e della tecnica, ricevendo l’attestato di frequenza al corso.

La serata è stata organizzata in collaborazione tra l’IC Centopassi e comune e polisportiva ASD A. Rocci di Villar Focchiardo, partner nel progetto: dopo un primo momento conviviale ed i riconoscimenti dovuti, la serata è proseguita con un interessante excursus sulla storia del calcolo, guidato dal prof. Leonardo Reyneri del Politecnico di Torino, nonchè assessore di Villar Focchiardo e membro del direttivo Polisportiva, che ha così introdotto la visione del film “Il diritto di contare”, toccante, travagliata e significativa storia delle prime donne di colore reclutate come matematiche alla Nasa negli anni sessanta del secolo scorso.

Bambini, tutor, genitori, insegnanti, partner istituzionali.tutti super soddisfatti dell’esperienza. Ma di che cosa si tratta? La Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Dipartimento delle Pari Opportunità nell’inverno scorso aveva pubblicato un bando per finanziare progetti che promuovessero l’avvicinamento alle materie Stem, ovvero alle discipline tecnico-scientifiche purtroppo spesso ancora troppo appannaggio del genere maschile, per le bambine e le ragazze frequentanti la scuola dell’obbligo. I progetti in gara dovevano prevedere corsi da svolgersi nelle estati 2018 e 2019 che fossero a carattere scientifico e dedicati a ragazze (almeno il 60%) e ragazzi di primaria e secondaria di I grado, con l’obiettivo di contrastare gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano il gap di conoscenze tra le studentesse e gli studenti rispetto alle materie Stem, stimolando l’apprendimento delle materie Stem attraverso modalità innovative di somministrazione dei percorsi di approfondimento e favorendo lo sviluppo di una maggiore consapevolezza tra le giovani studentesse della propria attitudine verso le conoscenze scientifiche.

L’Istituto Centopassi, in accordo con il comune e Polisportiva di Villar Focchiardo, ha così presentato la propria candidatura con un progetto che proponeva 40 ore in due settimane di laboratori di biologia, fisica, chimica, robotica e pensiero computazionale, per l’estate 2018 e per quella 2019. Silenzio dalla Presidenza del Consiglio fino a fine maggio, quando ecco  la sorpresa: il progetto ha ottenuto un ottimo punteggio ed è stato finanziato.

E allora via alle iscrizioni: i bambini delle quinte di tutto l’istituto sono stati invitati a partecipare e si è formato un gruppo di 25 giovani aspiranti scienziati che per quindici giorni presso i locali della sede centrale dell’istituto si sono tuffati in attività laboratoriali sotto la guida delle docenti Elena Gadoni e Paola Rocci (anche referenti del progetto), Aurora Lunesu, Cristina Boschetti, Noemi Cavaletto e Antonella Giordano e dei tutor più grandi che, insieme ad insegnanti e bambini, hanno co-progettato, documentato e condotto i laboratori.

È stato veramente entusiasmante vedere questi bambini partecipare con tanto coinvolgimento ad attività interessanti sì, ma anche molto impegnative ed intense! Così come altrettanto  emozionante è stato accogliere la risposta partecipe ed entusiasta degli studenti più grandi che alla richiesta: “Ragazzi, vi va di darci una mano a condurre dei laboratori di scienze e di robotica per i bambini di quinta?” si sono dati disponibili in massa, al punto che si sono dovuti stabilire dei turni per permettere a tutti di contribuire. Pensare che bambini, allievi di secondaria di Iº grado (alcuni dei quali impegnati anche negli esami di Stato) ed ex-allievi (ora frequentanti l’ITIS Ferrari di Susa o il liceo N. Rosa) abbiano fatto a gara per dedicare il loro tempo libero, nel periodo estivo e alla fine di un impegnativo anno scolastico, per una full-immersion nella scienza, condividendo conoscenze e costruendo insieme competenze, con passione e motivazione, è o non è successo scolastico? Noi crediamo proprio di sì.

E dunque..nell’estate 2019 si replica!!

I bambini protagonisti dei laboratori: Coccia Luca, Delvó Luis Edoardo, El Haddassi Nada, Gili Borghet Michele, Lekhal  Marwa, Nurisso Federico, Odiardo Camilla, Pautasso Elisa Andrea, Sibilla Eleonora, Tolomeo Carlotta, Troncin Daria, Ventre Manuel, Amodio Roberto, Bertolami Vittoria, Cherenti Delia Caterina, Cirrincione Martina, Croce Filippo, Di Giuseppe Alice, Di Giuseppe Sofia, Dosio Samuel, Durandetto Viola, Piovano Martino, Rotatori Emma, Sinella Vera e Messineo Corrado Domenico.

I tutor dell’IC Centopassi: Braho Daniel, Breaban Andrei, Cardamone Desy, Chiaberto Giulia, Cotroneo Samuele, Dosio Elisabeth, Durandetto Sofia, Genzini Lorenzo, Giaccone Elena, Grosso Denise, Inglese Lorenzo, Odiardo Tommaso, Ouyechchou Noahila, Picari Greta, Pognant Alice, Rege Turo Marta, Rossetto Giaccherino Martina, Siro Ilaria , D’Alberto Sofia,  Garzelli Francesca, Versino Jennifer, Chiaberto Alexandra, D’Alù Roxana e Mauro Asia.

I tutor del Liceo N. Rosa: Gili Borghet Matilde, Massarino Laura, Rege Turo Giorgia e Rotatori Adele.

I tutor dell’Itis Ferrari: Bono Alessandro, Ferraris Francesco, Madeo Antonio e Veltri Jacopo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.