LETTERA / “AUTOSTRADA, CHIEDIAMO ABBONAMENTI AGEVOLATI AI VALSUSINI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di GIULIANA GIAI, ROBERTO GIUGLARD e TONI SPANÒ (Consiglieri di minoranza all’Unione Montana dei Comuni Valsusa)

Al Sindaco di Torino e della Città Metropolitana, Chiara Appendino
Al Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio
Al Presidente Sitaf, Sebastino Gallina
Al Presidente Anas spa, Claudio Andrea Gemme
Al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola de Micheli

APPELLO 

AUTOSTRADA E TANGENZIALE PER IL TERRITORIO

Noi sottoscritti componenti di minoranza nel Consiglio dell’Unione Montana dei Comuni Valle di Susa, per dar voce alle comunità e a suoi cittadini, guardando all’interesse collettivo del territorio, dopo aver votato con convinzione il documento in merito recentemente presentato in assemblea

Ritenendo che

La contemporanea messa a bando delle concessioni gestite da Satap e Ativa e la conclusione dell’iter processuale che ha annullato la dismissione della quota di Sitaf detenuta fino al 2014 dalla Provincia e dalla Città di Torino, mette le Amministrazioni locali di fronte alla possibilità di cercare una diversa incidenza nel dibattito e nella governance;

Tale opportunità non può essere sprecata, piuttosto impegna la politica a un “di più” di consapevolezza e alla costruzione di condizioni che valorizzino appieno il ruolo per lo sviluppo – e connessione – rappresentato dalle infrastrutture

Ponendo al centro

La volontà di costruire il maggior bene comune possibile, in ciò considerando più tutelante il controllo pubblico di società che hanno lo scopo di manutenere e potenziare un patrimonio

Rilevando come

Anche per effetto delle varie riforme,sia andata riducendosi l’incidenza della rappresentanza degli Enti locali periferici

Richiamando

La Città di Torino e la Città Metropolitana a un ruolo responsabile, chiedendo a Chiara Appendino (che le guida entrambe) un comportamento coerente e coordinato, pur consapevoli che per effetto delle decisioni delle amministrazioni comunali torinesi precedenti le risorse per il riacquisto delle quote non sono state accantonate.

Tutti i soggetti coinvolti a non esimersi dall’ascoltare le voci dei territori

Chiediamo, come valsusini, che si costruiscano le condizioni affinché

Non venga meno una governance garantente la finalità pubblica e i territori.

Si lavori, come già da noi proposto nel Consiglio dell’Unione, per l’eliminazione del casello alla barriera di Bruere-Rivoli, oltre che di Beinasco.

Si determini un maggior riconoscimento in termini di risorse ai territori attraversati dall’infrastruttura che produce ingenti guadagni, in primis tornando a valutare abbonamenti agevolati per i valsusini e ampliando i margini di responsabilità sociale a sostegno di progetti e opere.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Questo appello doveva essere già realtà con l’apertura dell’autostrada. Invece non si è mai fatto niente in tutti questi decenni. Bravi……

  2. Oltre ad abbonamenti mensili agevolati…sarebbe opportuno prevedere” tessere, annuali e/o pluriannuali con un certo numero di passaggi “a prezzo agevolato…. l’operazione porterebbe vantaggi economici anche a gestore dell A32…..Attualmente l’uso dell’ autostrada è scoraggiato dall’elevato costo .

  3. sarebbe opportuno prevedere anche ” tessere a pluri-passaggi con valenza annuale” con prezzi agevolati…. l’operazione potrebbe portare vantaggi anche al gestore autostradale…attualmente l’uso della A32 è limitato dal prezzo elevato..

  4. Forse bisognerebbe informare i consiglieri che gli abbonamenti agevolati ai valsusini (=residenti in Valsusa) esistono già e da parecchio. Piuttosto bisognerebbe lavorare su una loro riduzione in termini di prezzo.

  5. Vorrei ricordare a tutti quelli che non lo sanno e/o non se lo ricordano, ai tempi di progettazione dall’autostrada del frejus,
    uno dei cavalli di battaglia per la sua costruzione era che sarebbe stata GRATIS per i valsusini ed avrebbe portato LAVORO e SVILUPPO, ora le fabbriche sono quasi tutte chiuse lo SVILUPPO tanto atteso non c’è stato ed i valsusini PAGANO l’autostrada.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.