LETTERA DEL SINDACO DI VENAUS: “TOTALE APPOGGIO ALLA MARCIA NO TAV DEL 12 GIUGNO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il Sindaco di Venaus, Avernino Di Croce

di AVERNINO DI CROCE (sindaco di Venaus)

In qualità di Sindaco del Comune di Venaus, esprimo totale appoggio e piena condivisione degli obiettivi ambientali, climatici, amministrativi e politici che sono alla base della “Marcia Popolare No Tav da Bussoleno a San Didero”, che avrà luogo sabato 12 giugno.

Gli indiscutibili convincimenti circa l’assoluta inutilità dell’opera non muovono da presupposti ideologici; sono bensì tecnicamente ed economicamente dimostrati, in quanto fondati su pronunciamenti e documenti ufficiali provenienti da fonti autorevolissime, istituzionali e/o in posizione di terzietà, nazionali ed europee.

Ci preme ribadire, ancora una volta, a prescinderne dall’inutilità, quanto essa sia nociva, oltre che sull’improponibile piano economico e finanziario, sul piano della salute, dei cambiamenti climatici e dell’impatto ambientale: altro che “transizione ecologica e carbonio zero”.

Ma altre considerazioni ci stanno ancora più a cuore. Se si trattasse davvero di progresso e sviluppo, non dovrebbe esserci la necessità del filo spinato e alti reticolati a delimitazione dei cantieri, né il massiccio dispiegamento di forze di polizia – come se fossimo in stato di guerra – a loro protezione.

Come pubblici amministratori, siamo stufi di decisioni che riguardano i nostri territori, da noi amministrati, che ci piovono addosso “a sorpresa” e a nostra totale insaputa. Ci piacerebbe peraltro sapere quali siano i “veri” soggetti decisori, considerata la netta percezione di scarsa trasparenza e conflitti di interesse che avvolge quanto ruota intorno all’inutile progetto: certamente inutile per la collettività, ma forse non quelli che vorrebbero realizzarla a tutti i costi.

Anche se, imbambolati dalla propaganda (pagata peraltro con i soldi dei contribuenti), fossimo i difensori più strenui di un’opera inutile, dovremmo comunque pretendere il rispetto degli accordi legittimi, delle leggi nazionali e dei trattati internazionali, che – a quanto pare – vengono spesso del tutto ignorate, parzialmente o totalmente disattese; si veda ad esempio: firmatari dell’accordo di programma; tempistiche di Verifica di Impatto Sanitario (VIS) e Valutazione di Impatto Ambientale (VIA); totale assenza di uno studio e valutazione di impatto climatico da parte del Ministero della Transizione Ecologica (MITE); rispetto di termini e scadenze varie; trasparenza sulla effettiva disponibilità di risorse e suddivisione dei costi.

A maggior ragione lo pretendiamo a motivo della nostra inamovibile opposizione ad un’opera che, qualora fosse malauguratamente davvero realizzata – i nostri figli e nipoti imputerebbero a un lunghissimo periodo di “Sonno della Ragione”.

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

30 COMMENTI

  1. Il Sindaco si metta il cuore in pace,l’opera verrà realizzata.E per quanto riguarda il fatto che il cantiere debba essere protetto con costi enormi che ricadono su tutta la collettività ringrazi i no tav violenti e tutti i begli elementi che hanno fatto accorrere in Valle a sostegno della loro folle ideologia neo luddista.

  2. Ciao Giorgio, non passiamo dalla parte del torto, lasciamolo stare, tra 25 anni quando la Val Susa sarà devastata, e i tumori aumenteranno colpendo tutti, allora aspetteremo con furore i suoi commenti stupidi e arroganti e da vero FASCISTA.
    NO-TAV

    • Ma perché ogni volta che qualcuno presenta argomentazioni diverse dalle vostre, partite all’attacco asserendo che tutti si ammaleranno di tumore, e siete quasi orgogliosi di dirlo? Ma sapete cosa vuol dire avere un tumore? Cosa prova la persona o i suoi famigliari? Di fronte a malattie del genere non dovrebbe esserci ideologia politica che tenga, una malattia non guarda se sei rosso, verde, o giallo, o se il TAV l’hai voluto o no…
      Questa sarebbe la vostra solidarietà?

    • “I tumori aumenteranno colpendo tutti”?Su che base ,che non sia ideologica,fa questa affermazione?E’ questo il livello dell’informazione che circola nei vostri “presidi”?Lo sapete almeno che in Valle negli anni sono state scavate gallerie per decine di chilometri?Ed in ultimo vi prego di essere un poco più originali nell’insultare quelli che non sono allineati al no tav pensiero;è vero che dare del fascista è come il nero e sta bene su tutto,ma abusandone stufa…

    • Non potete passare dalla parte del torto in quanto come facenti parte/fiancheggiatori dei no tav violenti siete già dalla parte del torto.

  3. Tutti i commentatori si e no si mettano il cuore in pace. Non vedranno mai l’inaugurazione dell’opera. Se ne parlerà tra 40/50 anni. Vivete sereni questi ultimi anni.

  4. Ma perché i No Tav quando non sanno più cosa dire, danno del fascista a chi la pensa diversamente? E perché ricorrono a minacce e intimidazioni come fanno col Merovingio? Ma loro non sono i buoni?

  5. Chiunque fornisca informazioni su codesto individuo che si cela dietro Giorgio verrà ricompensato con1500€.Per riscuotere rivolgersi ai tantissimi residenti SITAV della valle!!!!

    • Peppino 59 forse non lo sai…. Per me siete un passatempo quando sono ai domiciliari……. Arresti domiciliari…. Questore prefetto e cc sanno benissimo chi sono……. Adesso momentaneamente libero o poco tempo per voi scarafaggi da tastiera… In ogni caso Giorgio R……. O VIA FONTAN Bussoleno

      • x Giorgio, scarafaggio lo sarai tu e tutta la tua discendenza passata e futura…….non posso dire oltre dalla tastiera….ma, mai dire mai…pensi di spaventare chi???? che ti conoscono le forze dell’ordine o il prefetto,vuol dire che sei una perfetta nullità per civili come noi…per questioni di sicurezza personale (regolarmente) giro sempre con il “Ferro”…quindi quando vuoi e dove vuoi…..

      • Ho provato a rispondere alle tue idiozie, ma mi hanno censurato il post….non immagini come ti sarebbero fischiate le orecchie…..Scarafaggio!!

      • Invece di insultare dovrebbe approfittare di questo periodo di arresti domiciliari per fare un esame della sua vita e del contributo che ha dato alla società.Magari potrebbe anche scrivere la sua biografia intitolandola ‘Io sono Giorgio”.

  6. Sindaco, pensa a fare il sindaco che è meglio. Notav, mi confermate essere Voi i veri fascisti, parola che vi ritrovate comoda per insultare chi non la pensa come voi, condita con minacce di stile mafioso (che fanno pensare a provenienza di altre regioni…)

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.