LETTERA DELL’OPPOSIZIONE: “BUSSOLENO E LA NUOVA MENSA: L’ASILO CI RIMETTERÀ”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

RICEVIAMO DAI CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE DI BUSSOLENO

Non intendiamo ridurre una questione importante come il benessere alimentare dei bambini ad una discussione tra Giunta ed Opposizione, ma vogliamo semplicemente riprendere alcuni passaggi della risposta dell’Amministrazione alla lettera con cui abbiamo sollevato il problema.

Se è vero che la predisposizione di un Bando Pubblico e la garanzia del rispetto della legge sono di competenza degli uffici Comunali, è altrettanto vero che la Legge Bassanini stabilisce che sia la Giunta Comunale, l’organo politico di indirizzo, a dettare agli uffici le caratteristiche che il servizio in appalto deve avere.

Delle due l’una: o la Giunta, come da normativa, ha individuato le caratteristiche del servizio richiesto, a nostro parere in maniera discriminante ed escludente, oppure, non facendolo, è venuta meno ad un suo preciso compito, quello di indirizzo, assegnatole, oltre che dalla Legge, anche dagli elettori.

Il Centro Unico di Committenza (CUC) dell’Unione Montana, composto da funzionari e tirato in ballo dalla maggioranza, registra la somma delle valutazioni ottenute dai partecipanti che gli uffici comunali, su indicazione della Giunta, hanno inserito nella Determina a Contrarre redatta per affidare l’appalto.

Scegliere di attribuire 21 voti per Certificazioni di qualità NON obbligatorie ed assegnare lo stesso punteggio a chi prepara i pasti in una cucina attaccata alla Scuola e a chi li prepara a 20 Km di distanza è invece una scelta politica ben precisa!

Resta il fatto che a pagare le spese di omissioni o di scelte sbagliate sono il personale dell’Asilo Cervini ed i bambini della Scuola Primaria di Piazza Cavour, che mangiano in due turni un cibo che arriva almeno un’ora prima che venga scodellato.

Ci spiace constatare che, anche in questo caso, l’Amministrazione Comunale abbia scelto di arroccarsi su posizioni di chiusura, smentendo, con i fatti, la tanto sbandierata democrazia partecipativa, cardine del loro programma elettorale.

Tuttavia, perseverando nella convinzione che la nostra voce che, ricordiamo, rappresenta quasi il 70% dei cittadini votanti di Bussoleno, possa contribuire a trovare una soluzione più equa e soddisfacente a questo come ad altri problemi che l’Amministrazione si troverà ad affrontare, abbiamo proposto l’istituzione di Commissioni Consiliari per ogni materia amministrativa, composte da maggioranza e minoranze che, nel rispetto dei ruoli assegnati dalle elezioni ed attraverso la raccolta di proposte e di idee, possano lavorare in maniera sinergica per il nostro paese.

Purtroppo, e non vogliamo pensare che sia per evitare una nostra partecipazione più attiva alla vita comunale ed alle scelte della maggioranza, l’Amministrazione sembra non apprezzare la nostra richiesta, rimandando continuamente la loro istituzione.
Per non trovarsi nuovamente in situazioni analoghe a quella dell’Asilo Cervini a danno di chissà quale altra realtà, insistiamo e rimaniamo fiduciosi in attesa.

I Consiglieri di Minoranza
Antonella Zoggia
Marco Baritello
Caterina Angela Agus
Andrea Malacrinò

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.