LETTERA / GIAVENO, UN INCROCIO PERICOLOSO: “IL COMUNE INTERVENGA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

Marco Corrini
GIAVENO – A Giaveno, camminando lungo via Coazze in direzione PontePietra, sul marciapiede di sinistra, appena oltrepassato il deposito di Martoglio, ci si trova davanti ad un incrocio stradale regolato da un semaforo quantomeno strano.
L’incrocio é tra le vie Coazze, Sangano, 4 Novembre, 24 maggio, e anche se non sono mai accaduti incidenti di rilievo, io lo chiamo da sempre il semaforo della morte, perché ha le potenzialità per uccidere.
La segnalazione per il traffico automobilistico é assolutamente chiara ed adeguata, a mancare, totalmente dal lato sinistro di via Coazze, sono i semafori pedonali, che combinati con una sistemazione di quelli automobilistici quasi invisibili ai pedoni, crea una situazione di pericolo permanente per chi si sposta a piedi.
Come vediamo, qui sono in procinto di attraversare via Sangano , ci sono le strisce pedonali, ma manca il semaforo pedonale. Spostato e defilato, difficilmente visibile per chi percorre il marciapiede, c’é peró quello per le auto.
É evidente che se io passo sulle strisce e le auto hanno il verde che io non posso vedere, mi investono, e poi stabilire le colpe non sarebbe neppure tanto facile.
La stessa cosa accade nell’attraversamento della susseguente via 4 novembre, praticamente in continuità con la precedente. Qui non ci sono neppure le strisce pedonali.
Se poi una volta attraversata la via, realizzassi che da questo lato della strada, da lì in poi manca il marciapiede e volessi passare sul lato opposto di via Coazze, scopro che anche qui mancano sia il semaforo pedonale, sia le strisce.
Insomma, questo incrocio é un pericolosissimo casino che segnalo all’amministrazione da 12 anni senza intervento alcuno.
Anzi no, un intervento é stato fatto: hanno messo le telecamere col dispositivo di rilevamento delle infrazioni semaforiche, in modo da fare multe.


FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Un incrocio, ancor piu’ pericoloso e’ al bivio di Ponte pietra.. Li’ proprio non c’e’ nulla, ogni volta che uno deve attraversare sia a piedi che in macchina, ti devi fare il segno della croce..

Rispondi a Gabri Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.