LETTERA / GREEN PASS A SCUOLA, L’OBBLIGO VACCINALE E LE PAROLE DEL PRESIDE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

LETTERA DI FRANCO TRIVERO (ITALEXIT con Paragone) 

In questi giorni in una scuola del nostro territorio è stata recapitata una lettera indirizzata a tutto il Personale Docente, a tutte le Famiglie, a tutto il Personale ATA, con la quale il Dirigente (la lettera non riporta in calce la firma) dell’istituto Scolastico Comprensivo di quel paese, invita, in lettere maiuscole: “TUTTO IL PERSONALE SCOLASTICO IN SERVIZIO NELL’ISTITUTO COMPRENSIVO”…

La lettera continua con questa precisazione, sempre in maiuscolo: “APPROSSIMANDOSI LA DATA DI RIPRESA DELLE ATTIVITA’  SCOLASTICHE, SI INVITA IL PERSONALE EVENTUALMENTE NON ANCORA VACCINATO AD ADEMPIERE ALL’OBBLIGO VACCINALE PER TEMPO”.

Premesso che rientra nelle prerogative di un dirigente impartire, sollecitare, adempimenti che trovano riscontro in regolamenti, disposizioni ministeriali, leggi ecc…

Quello che, a mio parere, non rientra negli adempimenti del Dirigente scolastico è “invitare coloro che non sono ancora vaccinati ad adempiere all’obbligo vaccinale per tempo” (sic).

Citando un obbligo “ope legis” a cui attenersi, il dirigente ha compiuto, a mio parere, un esercizio arbitrario del proprio ruolo.

Il Governo non ti obbliga a vaccinarsi, tuttavia per ottenere il Green pass, ti devi vaccinare.

Citare, come è stato fatto dal Dirigente, un presunto “obbligo vaccinale” quando questo non esiste, rappresenta una contraddizione in terminis! Poiché la vaccinazione è, su base volontaria. 

Gli stessi sindacati non hanno a tutt’oggi, trovato un’intesa sul Green Pass, che violerebbe e sarebbe in contrasto con le norme dell’Ue dichiarando: “Qualunque giudice in caso di contenzioso darà ragione a chi si oppone al Green Pass”.

Figurarsi pertanto, fare riferimento ad un “obbligo vaccinale per legge”.

Lo strumento di comunicazione che viene utilizzato, da coloro che rivestono incarichi dirigenziali all’interno dello Stato, potrebbe apparire a mio parere come una manipolazione coercitiva, per indurre le persone a vaccinarsi, la stessa che usa il Governo, attraverso il Green Pass.

Mi rammarica constatare che, secondo la mia opinione, siamo in una Democrazia di regime sanitario, con l’aggravante che nessuno di coloro che dovrebbero assumersi le responsabilità di disporre l’obbligo vaccinale lo fanno. Mi riferisco alle Multinazionali del farmaco e allo Stato, salvo poi trasferire le responsabilità alle persone che si vaccinano, tramite lo strumento del “consenso informato” che esonera tutti dalle conseguenze in caso di sopraggiunte complicazioni o morte del paziente.

La rilevanza giuridica, per un comportamento a mio parere profondamente scorretto, se non addirittura in contrasto a norme Costituzionali e sicuramente Europee, rappresenta la deriva che ci ha dispensato questo Governo, con la creazione del Green Pass.

Come dichiarato dal virologo Crisanti: “Si tratta di un incentivo per la vaccinazione, non è uno strumento di sanità pubblica”.

Concludendo: quello che a me interessa stigmatizzare sono le parole usate nella lettera dal Dirigente, che secondo il mio parere ledono l’immagine pubblica di chi quel ruolo dovrebbe rivestire, non utilizzando un lessico volto ad ottenere ciò che la legge non prevede.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

41 COMMENTI

  1. Appartenere al “movimento” di Paragone, personaggio che è passato dalla Lega, La Padania i 5 Stelle per poi uscirne e creare questa macchietta di ItalExit fa già ridere così, senza aggiungere altro.

    • Invece mercificare l’identità i valori, di un progetto politico e raccogliere voti, su promesse disattese il giorno dopo del voto…realizzando quello che rappresenta più a una truffa elettorale, come hanno fatto M5S, Lega, PD è meglio!

    • Dice che Paragone ha smesso di mangiare spaghetti per protestare contro i profitti del BiG PASTA.
      Quindi non solo contro la Pfizer, ora è schierato anche contro la Barilla.
      🙂

  2. Come non citare la corte costituzionale in sentenza 390/1990, la Carta di Nizza, la convenzione di Oviedo, la risoluzione 2361/2021 del consiglio d’europa e la costituzione italiana che vietano la coercizione sanitaria del singolo in nome di una collettività. Perchè 80 anni fa qualcuno l’ha già vissuta. E pure Draghi col decreto legge 105 del 27 luglio che impone (leggasi -obbligo-) il rispetto della direttiva ue 953/2021 di cui al punto 36 impone (leggasi -obbligo) del rispetto e non discriminazione dei non vaccinati.
    Ergo, chiunque chieda il pass discrimina, cosa che non può fare. è pass-ibile di denuncia?? si informi col proprio avvocato perché il governo non lo difenderà.

  3. E veramente incredibile ..
    Che i miei figli siano in mano a dementi
    Come lei .se uno non si vuole vaccinare
    E ricopre .un incarico di pubblica utilità
    Se non lo vuole fare
    CAMBIA LAVORO
    non capisco questa pemica di ledere
    I diritti delle persone .
    Quanto dobbiamo ancora avanti .con sta rottura di palle …
    Dobbiamo rimetterci in DAD…
    perche i negazionisti .non vogliono adeguarsi …
    Fossi al governo ..
    Non ti vacini ..benissimo stai a casa senza stipendio …e basta…..

  4. Credo fermamente che ci si dovrebbe informare meglio, sulle criticità e non del vaccino
    Magari non accadrà niente, magari potrebbero esserci reazioni avverse, chi lo può sapere, ognuno di noi è diverso dall altro
    Ma la cosa più ridicola è che (non c entra con la scuola),,, i sindacati invece di interessarsi dei lavoratori che ogni giorno ci lasciano la pelle perche quante sono le aziende non a norma, si interessano di cose che proprio, non sono assolutamente di loro competenza

  5. A me invece rammarica che a fronte di oltre due miliardi e mezzo di vaccinazioni si parli ancora di ‘farmaci sperimentali’, che a fronte di quattro milioni di decessi nel mondo, si abbia ancora il coraggio di fare sofismo libertario e abuso di neologismi irrazionali. Personalmente traduco l’infelice concetto di ‘democrazia di regime sanitario’ in libertá effimera di disertare una battaglia che è civile ed è a favore del diritto naturale alla vita e alla salute e non giá contro il prurito arbitrario di fare come ci pare a danno della libertá altrui, dando di fatto ossigeno a quella evidenza nota come cospirazione oggettiva percui una nobile causa porti in seno una contrazione delle libertá individuali. Ci sono altre libertá individuali su cui speculare che non attacchino il diritto naturale.
    Aggiungendo ai dati di cui sopra l’evidenza che ii ricovero in ospedale è ridotto dalla vaccinazione completa del 94%, il ricovero in terapia intensiva è ridotto del 97% e l’esito fatale della malattia è ridotto del 96% il suo j’accuse dovrebbe più onestamente tradursi in ‘cosa si aspetta a introdurre l’obbligo vvaccinale ccogliendo la provocazione di un dirigente scolastico più onesto intellettualmente di quanto appaia.

    • Per sapere gli effetti a n anni, bisogna aspettare n anni.
      Nel frattempo si sperimenta e si spera.

      • A enne anni lei valuterà’ gli effetti sul suo organismo causati dal prosciutto conservato nella plastica acquistato al supermercato e assorbito negli anni addietro, gli effetti causati dai legumi conservati in lattine di alluminio, dalle sigarette fumate, dagli alcolici ingeriti, dall’aria che ha respirata in centro città’ e da molti altri agenti non esattamente salutari che il suo corpo per semplice osmosi assorbe quotidianamente anche in libero arbitrio essendo che di certo non può’ impedirsi di respirare.
        Dubito fortemente che lei potrà’ valutare gli effetti collaterali della vaccinazione contro il CovSars2 a enne anni.
        In compenso, per valutare in completo pentimento gli effetti severi, gravi e mortali della infezione da Covid che sopraggiunge con frequenza indubbiamente maggiore rispetto agli effetti collaterali gravi di questi che sono i vaccini meno invasivi mai realizzati, bastano pochi giorni, specie a una certa eta’.
        La vaccinazione e’ l’unico strumento di prevenzione in nostro possesso utile non solo a ridurre ulteriormente il rischio spesso minimo di ammalarsi di questa patologia virale, senza dubbio, ma la vaccinazione e’ anche l’unica arma in nostro possesso per denudare il re. Non so se mi sono spiegato.
        Gli sbruffoni e i sofisti libertari che confondono il diritto naturale con la scelta in libero arbitrio del pacchetto vacanze, il dogma religioso con la scinza medica, i numeri con la cabala, la libertà con l’individualismo, non solo peccano di egoismo e assenza di senso civico, ma sono coloro che continueranno a fornire una leva alla classe dirigente per rendere giustificabili le restrizioni e i sistemi coercitivi messi fino ad oggi in campo dai governi. Sistemi che unanimemente detestiamo.
        La famosa cospirazione oggettiva (cit. Giorgio Agamben) si combatte con le armi del re e non con le torte di Chivasso.

          • Il commento di sopra fatto con il mio nickname è falso. Sicuramente un tentativo di avvelenare la verità come vorrebbero avvelenarci col vaccino di regime. Quello che ha copiato il mio nome è il solito miserabile covidiota con i giorni contati…

          • In effetti è abbastanza semplice notare la differenza che c’è tra un asino che raglia e insulta dall’alto della sua bassezza e una persona che argomenta educatamente un pensiero contestabile.

      • Allora fai così, se ti viene un tumore aspetta N anni per vedere se vengono fuori effetti collaterali sui farmaci più moderni per curarti. Avete la fuliggine al posto del cervello. Mi consola il fatto che molti di voi imbecilli finiranno sottotoerra anzitempo liberando il mondo dalla loro stupidità.

    • Poi; non lamentarti quando ti becchi ( l’effetto collaterale) . Già ti sento : non credevo , non sapevo , mamma mia , come faccio adesso ? Cacchi tuoi , covidiota !

      • C’è anche gente che sopravvive senza cintura, airbag o casco, ma ciò non fa di loro delle persone particolarmente intelligenti.

          • L’abbiamo capito che hai preso a fatica la quinta elementare, non c’è bisogno che ce lo dimostri ad ogni commento.

  6. Ricciardi all’ Agora’ ha detto che il green pass con una dose non serve a nulla perche’ si e’ contagiosi al 30,35%, forza quindi green pass a scuola che facciamo un po’ di contagi.Ministro Speranza si spieghi meglio al Governo altrimenti la fate andare avanti troppo.Dite che con una dose siamo contagiosi e fate il green pass….Penso alla frase del film di Verdone…Aoh , non ce state a pigliar per…….? Senza offesa ma viene spontaneo.

  7. ORAMAI e’ un ‘ eterna lotta tra chi ha ragione o torto sul vaccino.IN LINEA GENERALE NON HA TORTO NESSUNO.

    UN FATTO PERO’ CHIARO E’ CHE IN PIENA PANDEMIA NON SI FANNO VACCINAZIONI.ANNI DI STUDI E Varie figure professionali hanno detto , scritto o fatto scrivere cio’.
    PROBABILE LE ATTUALI GENERAZIONI PROFESSIONALI vogliono provare un salto di qualita’ nel proteggere la popolazione da pandemie e epidemie.

    • Ha torto chi ha trasferito la battaglia contro una pandemia a bassa letalitá ma persistente nello spazio e nel tempo e quindi causa di milioni e milioni di ospedalizzazioni, convalescenze difficili e decessi in tutto il mondo con la battaglia contro un rimedio farmacologico figlio di almeno 400 anni di progresso medico, padre di piccolissimi numeri avversi, utilizzando allo scopo posizioni ideologiche, filosofiche, politiche, tecniche o giuridiche libertarie per modo di dire quando in effetti profondamente sofiste.
      Posizioni alienate e avverse alla ragione nel momento stesso in cui si posizionano contro la tutela della vita in nome di un libero arbitrio fasullo, indegno di fare parte della coscienza degli individui che compongono una societá civile in quanto espressione di un patologico delirio individualista e anarchico.
      Questa non sará di certo la guerra contro il più forte dei nemici ma è pur sempre una battaglia e chi la snobba sparando sull’armeria del proprio esercito o diserta dalle fila amiche e si schiera con il nemico per me è un individuo di basso profilo da evitare anche nella vita privata.
      Allora cari figli di Adam Smith.
      Qual è la vostra soluzione che vada oltre il fatalismo?
      La lenta selezione naturale?
      La cura dei malati a carico di tutti i contribuenti magari con anticorpi monoclonali anch’essi sperimentali?
      Andatevi a vaccinare per cortesia. Fate questo gesto di civiltà e poi andate nelle piazze a gridare libertá libertá libertá e a prendere la Bastiglia perché in effetti ce n’è bisogno.

  8. La medicina in fondo e’ una scienza, non e’ statica, cambia. A volte dicono non credere alle fake news…ma dire che sono i pochi non vaccinati a creare le varianti e’ una fake news.CHE DANNI HA FATTO LA VARIANTE ITALIANA CREATA DAGLI ITALIANI VACCINATI? NESSUNO.
    Da dove vengono le varianti importanti? Dall’ India, dal Peru’ , dall’ Africa ecc.ecc. CHI STA FACENDO SI CHE CERTI PAESI SI VACCINANO PER ULTIMI E NON STA PORTANDO IL MONDO A UN’ IMMUNITA’ GLOBALE? NON CERTO COLORO CHE NON VOGLIONO FARE IL VACCINO.Che non sempre sono NO VAX , perche’ i vaccini possono averli fatti tutti.

  9. VACCINARE IN PANDEMIA E’ UN ESPERIMENTO, NA PROVA….non e’ mai accaduto , finora nessun medico l’ ha mai voluto fare. Anche dire che non siamo cavie e’ una fake news .Lo siamo.Ma per il semplice fatto che e’ la prima volta che si vaccina durante una pandemia. NON PER IL VACCINO DI PER SE’ , ma per la scelta medico scientifica che e’ senza precedenti. I VACCINI NELLA STORIA HANNO SEMPRE AIUTATO, NON SI PUO’ NEGARE, MA BISOGNA DIRE IN QUESTO CASO ANCHE LA VERITA’ CIOE’ CHE E’ UNA SITUAZIONE NUOVA E QUINDI SI SPERIMENTA QUELLO CHE PUO’ ESSERE IL SISTEMA MIGLIORE PER USCIRNE.

  10. Non vogliamo essere a tutti i costi cavie da laboratorio, non vogliamo che lo siano i nostri figli, i nostri nipoti, i nostri famigliari, i nostri amici e tutti coloro che non hanno voce in capitolo, tutticoloro che, per problemi, magari di ordine psichiatrico, non possono far valere le loro opinioni
    Dispiace dirlo ma non possiamo più, andare ad ingrossare il portafoglio gia bello pienotto delle case farmaceutiche, visto che anche i vaccinati (lo dice la scienza medica) possono infettare ed essere nuovamente infettati
    Scusate, ma Israele è l esempio lampante. Magari non sarà in maniera così grave ma comunque anche i vaccinati infettano e possono essere infettati

  11. Auguro ai Sindacati, vivamente, ma veramente molto vivamente di occuparsi di cose a loro inerenti, come ad esempio, vigilare sul lavoro, caporalato ad esempio, aziende dove troppo spesso le persone vengono sfruttate, dove la gente muore perche i macchinari non sono a norma, e lasciare il tema vaccini a chi di competenza
    Intanto visto che si tratta di un vaccino emergenziale, e quindi in via di sperimentazione, chi pur non essendo no vax non è realmente rassicurato sul vaccino, dovete sindacati farvi intanto da parte e non sostituirvi a virologi, medici ecc perché è cosa veramente fuori luogo
    I vaccini obbligatori sono quelli in età scolare, documentatevi, perché se dovessero essere obbligatori sicuramente ci sarebbe caos e ribellioni
    I politici sanno benissimo che quando si andrà a votare la gente, anche se pochi, non dimenticheranno ii valori di libertà e dignità umana
    Finiamola di teorizzare cose che sono senza senso, pensateci politici, perche di errori ne abbiamo visti fin troppi in questi ultimi anni
    Non possiamo sempre farci belli sulla pelle della gente ci sono problemi emergenziali, la priorità non può essere un vaccino senza credenziali, poi fate pure ma la gente non può pensare ad un paese libero,

      • Concordo in pieno. La stella gialla, simbolo infame per gli ebrei nell’Europa degli anni ’30 e ’40 , potrebbe tornare in auge… Tutto sommato, ora è solo in versione digitale, sul cellulare…. Mi dà fastidio enorme, seppur vaccinato, mostrare un “crin pass” ( alla piemontese!) a sconosciuti vari…. Buona giornata!

  12. Tra politici, insegnanti e commentatori NoVax non so chi sia più demente. Un po’ mi fanno pure pena perché essere così ignoranti e vivere ogni giorno convinti di essere in mezzo a chissà quali complotti, vittime di big pharma, o andando dietro a stronzate colossali come quella di essere topi da laboratorio vittime di vaccini sperimentali, dev’essere molto stressante. Di sicuro i peggiori della lista sono comunque gli insegnanti che accampano ogni scusa pur di non vaccinarsi. Io lo licenzierei in tronco dopo 5 giorni, altro che sospenderli. Hanno avuto mesi per vaccinarsi, erano nelle liste di priorità dei mesi di febbraio-marzo, e ora stanno ancora qua a fare melina. E poi hanno anche il coraggio di lamentarsi da anni di essere “sottopagati”. Gente che dovrebbe insegnare ai nostri figli, che quindi dovrebbe avere un livello culturale sopra la media, che insegue stronzate che nemmeno i peggio ignoranti di casapound…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.