LETTERA / INCENDIO BAITE IN VALSUSA: “CHI HA INSULTATO I VIGILI DEL FUOCO DOVREBBE CHIEDERE SCUSA. GRAZIE POMPIERI!”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

LETTERA FIRMATA

SAUZE DI CESANA – Buongiorno direttore, seguo tutti i giorni la sua rivista e volevo chiedere tramite le sue pagine di poter ringraziare i vigili del fuoco che sabato mattina sono intervenuti al incendio delle baite di Bessen Haut.

Volevo anche scusarmi con i pompieri per il comportamento di un’altra persona che, appena arrivati sul posto, li insultava apostrofandoli “cretini e deficienti” (ha detto anche di peggio).

Fortunatamente quella persona è stata portata via dai carabinieri, ma dovrebbe chiedere scusa a quei ragazzi che si sono buttati a capofitto anche per salvare la sua casa e ci sono riusciti (purtroppo altre tre baite sono andate a fuoco). Ho aspettato alcuni giorni prima di scrivervi, sperando che qualcun altro che fosse sul posto lo facesse prima di me.

Quindi lo faccio io: grazie ai vigili del fuoco, permanenti e volontari. Quel giorno erano più di venti persone che cercavano di spegnere le fiamme con molte difficoltà, come fatto notare da alcuni residenti. Tutti hanno lavorato per un solo risultato, nessuno ha mollato e siete dei grandi!

Non so quali squadre siano state insultate dal signore, al quale dico “Chiedi scusa! Ti hanno salvato la casa e non gli hai neanche detto grazie”. Purtroppo mi spiace per la ragazza che ha perso tutto.

Ma dico un grandissimo grazie hai vigili del fuoco che, anche se insultati e maltrattati, si sono buttati nel fumo e nel fuoco per salvare la casa di chi vi trattava come una pezza da piedi.

E un grazie ai nostri avi che hanno costruito una gran bella fontana: grazie alla sua capacità d’acqua è stata d’aiuto dei pompieri, come ai vecchi tempi, per salvare il paese.

Grazie vigili del fuoco. Distinti saluti direttore. Continui così. Ottimo lavoro.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

  1. Si sono buttati nel fumo e nel fuoco per salvare le case non solo perche e’ la loro professione ,ma perche’ amano cio’ che fanno. Ogni posto che vanno anche all’ estero se vedono una caserma o i mezzi dei colleghi , apriti o cielo, non li tiri più via…e’ più forte di loro , ci mettono l’ anima!

  2. Ovviamente il ringraziamento ai VVFF è d’obbligo , ho seguito la vicenda tramite la ValsusaOggi , mi viene però una domanda spontanea : perchè ho letto delle difficoltà di utilizzare le manichette per emergenze idriche e con funzioni di antincendio che erano del tutto inservibili e solo grazie ad una fontana si è riuscito ad utilizzare l’acqua . Bene mi domando ma l’ispezione di queste manichette antincendio non compete ai vigili del fuoco ? E se non compete a loro , chi è il responsabile ? E’ ora che qualcuno finisca in galera in questa Italia tanto bistrattata e sfruttata da brutte ed incopetenti persone

  3. La gente purtroppo oggigiorno è molto aggressiva. Mi rendo conto che perdere tutto è un disastro, ma a volte è tanto se ci salviamo la vita. Grazie a queste persone che svolgono un lavoro molto complesso e pericoloso, spesso mettendo a repentaglio le loro stesse vite.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.